mercoledì 18 agosto 2010

Santa Elena Imperatrice

Icona ortodossa bulgara con la santa e suo figlio Costantino il Grande e la "vera croce".



lunedì 16 agosto 2010

San Rocco

Oggi la chiesa cattolica ricorda San Rocco molto invocato dal Medioevo in poi come protettore dal flagello della peste, la sua popolarità è tuttora ampiamente diffusa. Il suo patronato si è progressivamente esteso al mondo contadino, agli animali, alle grandi catastrofi come i terremoti, alle epidemie e malattie gravissime. Secondo una chiave di lettura più moderna, è un grande esempio di solidarietà umana e di carità cristiana, nel segno del volontariato.

Statua di San Rocco venerata in Ospedaletto d'Alpinolo (Avellino)




martedì 10 agosto 2010

San Lorenzo - Bernardo Strozzi

San Lorenzo distribuisce le ricchezze della Chiesa
di Bernardo Strozzi.
1615-1620 - Olio su tela, cm 120 x 161 (Roma).



domenica 8 agosto 2010

Domenico di Guzmàn

Celebrato nel giorno dell' 8 agosto, fu canonizzato da papa Gregorio IX il 13 luglio 1234 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta a Rieti. 


Domingo o Domínico in spagnolo (Caleruega, 1170 – Bologna, 6 agosto 1221), è stato un presbitero spagnolo, fondatore dell'Ordine dei frati predicatori, proclamato santo nel 1234.

Il suo corpo, dal 5 giugno 1267, è custodito in una preziosa arca marmorea, presso l'omonima Basilica di Bologna.




sabato 7 agosto 2010

San Gaetano Thiene


Il santo è solitamente raffigurato con il bambino Gesù tra le braccia o nell'atto di riceverlo dalle mani della Madonna.

Gli artisti si sono solitamente ispirati ad un episodio narrato da Gaetano in una lettera indirizzata a Laura Mignani, religiosa agostiniana del monastero di Santa Croce a Brescia in cui Gaetano racconta che durante il periodo natalizio del 1517, presso l'altare del Presepe nella basilica romana di Santa Maria Maggiore, venne rapito in estasi ed assistette al miracoloso parto della Vergine.

domenica 1 agosto 2010

francobollo ordinario serie tematica "il Patrimonio artistico e culturale italiano" dedicato al Teatro Sannitico di Pietrabbondante


Emesso il 31 luglio 2010 con il valore di 0,60 cent di euro raffigura una veduta del Teatro Sannitico di Pietrabbondante, edificato tra la fine del II secolo e l’inizio del I secolo a.C. e considerato uno dei principali complessi archeologici italiani dell’area centro-meridionale. A Completare il francobollo la leggenda “TEATRO SANNITICO - PIETRABBONDANTE”, la scritta “ITALIA” e il valore “€ 0,60”.

Tiratura: quattro milioni di esemplari
Bozzettista e incisore: Antonio Saliola
Stampa: Officina Carte Valori dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in calcografia