mercoledì 29 settembre 2010

Come aalcolare il valore di un dipinto

Come si determina il prezzo di un dipinto?
Ecco il metodo di calcolo:
Immaginiamo di avere un dipinto dalle misure 40 x 60 cm (di regola si scrive sempre prima l’altezza e poi la base nelle didascalie delle opere). Ogni artista avrà un suo coefficiente, che può variare da 1 in su in base a quanto è affermato. Ad esempio l’artista ha il coefficiente 5.
Allora il prezzo sarà:
(400 + 600) mm x 5 = 5.000, 00 euro

Se non si conosce il coefficiente ma si riesce a chiedere a più di una galleria che rappresenta l’artista il prezzo dei suoi quadri si può capire in base alle misure ed ai prezzi detto coefficiente. (comunque non c’è nulla di strano da parte di una galleria nel comunicare il coefficiente dell'artista).

Dunque a determinare il valore dell’opera influiscono molti fattori:
– l’importanza della galleria che lo rappresenta;
– l’importanza del critico che scrive per lui;
– l’importanza e il numero di esposizioni personali e collettive;
– l’esposizione delle sue opere in grandi kermesse, mostre e istituzioni pubbliche;
– la pubblicazione delle opere in cataloghi e libri d’arte;
– la presenza dell’opera in collezioni pubbliche e private importanti;
– la vincita da parte dell’artista di premi importanti.

martedì 28 settembre 2010

Palazzo Donn'Anna - Napoli

Ubicato all'inizio di via Posillipo, è un palazzo monumentale del XVII secolo 




mercoledì 22 settembre 2010

Totem della Pace di Molinari

L'opera scultorea di Molinari, dal titolo "Totem della Pace" è sita all'ingresso dell'edificio comunale di San Sebastiano al Vesuvio (NA).

Il 20 settembre è stato inaugurato il “Totem della Pace” in San Sebastiano al Vesuvio (NA) in occasione del Ventennale della morte del Sindaco Raffaele Capasso (artefice della ricostruzione del paese).

Si tratta di una “Vela Rossa”, opera dello scultore torinese Mario Molinari, che è posizionata su un masso monumentale di pietra lavica donato dai fratelli Fiengo di Ercolano e posto all’ingresso del Palazzo del Comune della cittadina, cuore del Parco Nazionale del Vesuvio.






San Giorgio a Cremano e Luca Giordano

In ricordo di “LUCA FA PRESTO” l'arte diventa tela e non solo grazie a Luca Giordano un grande pittore vissuto a San Giorgio a Cremano (NA).


In ricordo dell’illustre maestro Luca Giordano ed in occasione del trecentoventesimo anniversario della Cappella di Santa Maria del Carmine conosciuta anche col nome di Cappella al Pittore alla Via Luca Giordano in San Giorgio a Cremano e costruita come voto alla Madonna del Carmine proprio dal maestro Giordano, la Pro Loco S. Giorgio organizza il 25-26 settembre 2010 un grande evento commemorativo.



Si segnala che il programma dell'evento prevede: la mostra di pittura “Sulle tracce di Luca Giordano…”, la visita guidata alla Cappella del Pittore dedicata alla Madonna del Carmine e la proiezione del cortometraggio “Nella Napoli di Luca Giordano 2001” con la regia di Mario Matrone. Evento che sarà ripetuto anche nelle giornate tra il 4 ed il 9 ottobre 2010.


Luca Giordano (Napoli, 18 ottobre 1634 – Napoli, 12 gennaio 1705) pittore italiano, attivo soprattutto a Napoli, Firenze, Madrid e Roma. Conosciuto anche con il soprannome di "Luca Fapresto" grazie alla sua sorprendente velocità nel copiare i grandi maestri del Cinquecento, tra cui Raffaello e Annibale Carracci, ma guardando anche a Giovanni Lanfranco e Pietro da Cortona. Tale

soprannome gli fu dato in occasione di lavori nella chiesa di Santa Maria del Pianto a Napoli, quando dipinse in soli due giorni le tele della crociera della chiesa di Santa Maria del Pianto a Napoli.


Nella sua pittura si uniscono i risultati spettacolari del Barocco Romano e del Colorismo di tradizione Veneziana. Nacque il 14 ottobre 1634 e trascorse la sua vita tra Napoli, Roma, Venezia , Spagna e Germania e San Giorgio a Cremano dove, nella parte alta della Città è localizzata una zona detta “Al Pittore”, proprio in suo onore. In realtà la famiglia Giordano risedeva sul territorio comunale di S. Giorgio a Cremano già agli inizi del cinquecento, anche se solo nel 1664 a Luca Giordano fu donato un terreno di 5 moggia da parte del fratello Nicola. Il maestro ebbe un certo peso nella vita del territorio di San Giorgio a Cremano soprattutto per la costruzione della Cappella di Santa Maria del Carmine detta anche “Al Pittore”, costruita verso La fine del XVII secolo, e che proprio in quel periodo divenne un punto di aggregazione per la popolazione contadina circostante.




domenica 19 settembre 2010

Duomo di Napoli e San Gennaro

"Duomo" è una parola che deriva dal termine latino "domus", cioè "casa". Il Duomo è la casa di Dio e del suo popolo.

Ecco alcune foto:














mercoledì 1 settembre 2010

Pompei Antica - Scavi

Ecco alcune foto dei resti della città di Pompei Antica, presso la collina di Civita (alle porte della moderna Pompei) che durante l'eruzione del Vesuvio del 79 d. C. fu seppellita sotto una coltre di ceneri e lapilli insieme con le antiche città romane di Ercolano, Stabiae ed Oplonti: