venerdì 24 ottobre 2014

Chiesa di Santa Maria della Spina

Si tratta di una piccola chiesa gotica che si trova sita a Pisa eretta nel 1230 dalla famiglia Gualandi, si chiamava in origine Santa Maria di Pontenovo, per via del ponte che collegava via Sant'Antonio a via Santa Maria, crollato poi nel XV secolo.

Il nome "Spina" deriva dal fatto che conservava una spina che avrebbe fatto parte della corona indossata da Gesù alla sua crocifissione e portata qui nel 1333, custodita dal XIX secolo nella chiesa di Santa Chiara.


Domus Aurea riapre nei fine settimana





sabato 18 ottobre 2014

Restauri prof Pomata

L' artista Briano Pomata si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera olio su tela di dimensioni di 80x60 cm dal titolo "Guerriero".



sabato 11 ottobre 2014

Mostra Terra Furoris



http://www.mydreams.it/scheda-tempo-libero/4778-mostra-terra-furoris
Al via la prima edizione di Mostra Terra Furoris
http://www.mydreams.it/scheda-tempo-libero/5099-al-via-la-prima-edizione-di-mostra-terra-furoris

TERRA FURORIS
Mostra d'arte contemporanea I Edizione
a cura di Gina Affinito
in collaborazione con il Comune di Furore

Premessa
In collaborazione con il Comune di Furore e del Sindaco Raffaele Ferraioli la curatrice Gina Affinito ha ideato il progetto “Terra Furoris”, teso alla promozione dell'Arte Visiva.
La Rassegna è realizzata con il Patrocinio del Comune di Furore.
La Location: Furore
"Siano benedette le nostre terrazze, baluardi della contemplazione estatica, dove si sta seduti a guardare il mare e, d’estate, verso sera si aspetta la prima brezza."
Per chi viene da Napoli questo casale é deliziosissimo, massimamente per la veduta che ha. Qui alcune chiese vi sono di grande ammirazione, come altre di non special valore, che sembrano bellissimi teatri.” Così Francesco Pansa qualche secolo fa.
Furore, oggi, si e’ trasformata in un Paese Albergo ed e’ stata dichiarata
“destinazione europea di eccellenza“
entrando a pieno titolo nel novero delle località turistiche più celebrate della Costa D’Amalfi.
Hostaria di Bacco Furore:Via G.B. Lama 9 – 84010 Furore (Sa)
Situato in collina a 450 mt sul livello del mare a 8 km da Amalfi su una di quelle alture della Costa d’Amalfi, dove la terra precipita e dirupa in un cielo capovolto che nelle notti serene le luci delle lampare fanno stellato”, si aggrappa il nostro Albergo. In questa vertigine di panorami, immersa in una luce senza suoni, sospesa, irreale e segreta come una favola, terrazze e balconi a rincorrersi, ad alternarsi, a nascondersi fra pergolati e ombrelloni. www.baccofurore.it
Come Arrivare:
- da Nord: autostrada A3 Salerno/Reggio Calabria uscita Castellamare di Stabia poi per Gragnano e Agerola seguendo indicazione Furore km 48.
- da Sud: uscita Salerno proseguimento per Vietri sul Mare e Amalfi e immettersi al bivio verso Agerola al km 29.
Le date:
Il Vernissage è fissato per il giorno sabato 11 Ottobre 2014 h 19.00.
La mostra avrà la durata di 3 settimane.
La Rassegna sarà così strutturata :
– divulgazione bando ufficiale presso i canali media, siti e blog artistici
– selezione e raccolta adesione artisti
– accoglienza opere in sede
– allestimento mostra
Durante la giornata del Vernissage:
– Presentazione della Mostra e delle opere a cura del Critico d’Arte
– Saluti da parte del Sindaco di Furore Raffaele Ferraioli
– Degustazione di prodotti tipici locali
– Documentazione immagini
– Consegna pergamena di partecipazione agli Artisti
Finissage


L’artista Alberto Costantini si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un lavoro in tecnica fotografia digitale di dimensioni di 30x40 cm dal titolo "Simbolo di Roma".
L' artista Ciro Pompeo si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera realizzata in paste cementizie, colori acrilici e legno su poliestere espanso di dimensioni di 100x50 cm dal titolo "Serenità".
L’artista Zena Vincenza Maurino si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera realizzata in acrilico di dimensioni di 45x80 cm dal titolo "Pensieri Vaganti".
L' artista Roberta Vannelli si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera realizzata in acrilico di dimensioni di 45x80 cm dal titolo "Estro".
L' artista Loredana Mincione si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un dipinto astratto il cui soggetto è caratterizzato da elementi sferici utilizzando colori vivaci e intensi dal titolo "Emozioni".
L'artista Antonio Magnotta si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con il mosaico su mattonella porcellanato dalle dimensioni di 100x100 cm dal titolo "La Legge".
L' artista Paolo Carlo Monizzi si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera realizzata in recupero con interventi a tecnica mista di dimensioni di 57x34x10 cm dal titolo “Teatrino delle riflessioni”.
L' artista Briano Pomata si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera olio su tela di dimensioni di 80x60 cm dal titolo "Guerriero".
L'artista Mario Citro con la I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, partecipa con l'opera dal titolo “Identità Perdute” in tecnica mista su tavola di legno (pittura acrilica e ad olio) di dimensioni Cm 83x83 da cui si evince chiaramente il suo messaggio rivolto verso l'essenziale.
L'artista Barbara Cantiello, appassionata di fotografia nasce nella capitale, con la I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, è alla sua seconda esposizione con l'opera dal titolo “Anime Gemelle” dove si evince chiaramente il suo prediligere il soggetto femminile.
L' artista Michela Marasco si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un'opera realizzata in acrilico su tela di dimensioni di 70 x70 cm dal titolo “La Finestra sul Mare”.
L' artista Silvia Zaza D'Aulisio si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un dipinto di realizzazione olio su tela delle dimensioni 40x60 dal titolo " Conosco delle barche...".
L'artista Elena Savokhina si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un l'acquerello le cui dimensioni sono di 30cm x 40cm dal titolo "Autunno"
L' artista Antonella Notturno si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un dipinto dal titolo “Donna con il fulard giallo e blu”.
L' artista Antonio Carrese si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un dipinto realizzato olio su tela dalle dimensioni 100x70 e dal titolo “la terzaluna”.
L'artista Lucia Mugnolo si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con l' opera Olio su tela dalle dimensioni di 80X50 cm dal titolo “GEA”.
L'artista Bruno Tarantino si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un olio su tela dalle dimensioni di 60x80 cm dal titolo "Nudo".

La giovane artista Stefania Miro si presenta alla I° edizione di TERRA FURORIS, mostra d'arte contemporanea a cura di Gina Affinito ed in collaborazione con il Comune di Furore, con un dittico composto da un'opera dal titolo “Argento Vivo” consistente in una brocca scultorea in argilla bianca smaltata ed a lavorazione a colombini di 21 cm di altezza e 67 cm di circonferenza. La seconda opera che lo compone, dal titolo “Passione”, è in argilla rossa smaltata ed anche essa a lavorazione a colombini ma di 19 cm di altezza e 55 cm di circonferenza.

venerdì 10 ottobre 2014

Napoli - Metropolitana stazione di Quattro Giornate


Inaugurata nel 2001 su progetto architettonico di Domenico Orlacchio, è stata concepita per servire lo stadio Arturo Collana e la parte occidentale della zona Vomero di Napoli.


La progettazione esecutiva è stata eseguita dall'ing. Di Cristinzi di Venafro su incarico della A.T.I. Tecno Pref srl - Attraversamenti srl di Napoli affidataria dei lavori di costruzione della struttura.

I giardinetti della stazione ospitano tre sculture: la scultura in acciaio corten a forma di V dell'artista Renato Barisani e le due statue bronzee di atleti di Lydia Cottone.

Lungo tutto il percorso dall'atrio ai binari sono presenti le sequenze di guerra e di caccia di Sergio Fermariello, la lamiera in alluminio con fibre ottiche di Baldo Diodato e la serigrafia su cinque pannelli in policarbonato prodotta da Anna Sargenti.

I corridoi che dalle banchine conducono all'uscita ospitano:
- tre polittici fissati al muro con travi di ferro, realizzati da Umberto Manzo con la tecnica dell'emulsione fotografica;
- un olio su tela di Maurizio Cannavacciuolo intitolato Amore contro-natura;
- un light box in cui è imprigionata un'immagine raffigurante il volto di Betty Bee, autrice dell'opera - e quattro bianche figure femminili, le Combattenti, realizzate da Marisa Albanese.

sabato 4 ottobre 2014

La Porziuncola è una piccola chiesa situata all'interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli, presso Assisi


Si tratta di una chiesa di altissimo valore storico, artistico e spirituale: quello che ha reso nota in tutto il mondo la Porziuncola è soprattutto il Perdono d'Assisi o Indulgenza della Porziuncola, che inizia la mattina del 1º agosto e si conclude alla sera del 2 agosto, giorni nei quali l'indulgenza, qui concessa tutti i giorni dell'anno, si estende alle chiese parrocchiali e francescane di tutto il mondo.


Regione Umbria
Località Assisi
Religione cattolica
Diocesi Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino
Consacrazione IV secolo
Stile architettonico Gotico

L'interno è costituito da un'unica aula con piccola abside, chiusa da una pala d'altare del 1393, opera del pittore Ilario da Viterbo