venerdì 30 ottobre 2015

Quinto appuntamento per la rassegna “In Contemporanea” che, fino al 15 novembre 2015, unisce sette gallerie d’arte di Reggio Emilia con mostre, incontri e presentazioni

Sabato 7 novembre, alle ore 17.00, Andrea Sassi, titolare e direttore artistico di dispari&dispari project (Via Vincenzo Monti, 25), guiderà il pubblico alla scoperta delle opere monumentali della collezione attraverso la descrizione dei processi che hanno portato alla loro realizzazione.

La mostra, intitolata “Public Environment”, riunisce per la prima volta opere di Costantino Ciervo, Christian Eisenberger, Flavio Favelli, Peter Goi, Dennis Oppenheim, Thomas Kilpper, Zafos Xagoraris, Patrick Tuttofuoco ed Alterazioni Video, prodotte dalla galleria nel corso degli anni per esposizioni in musei, fondazioni, biennali d'arte, piazze, giardini e luoghi di aggregazione sociale.



La mostra dedicata a Pasolini

A distanza di 40 anni dall'assassinio di Pier Paolo Pasolini avvenuto nella notte tra il 1 ed il 2 novembre del 1975, oggi venerdì 30 ottobre alle ore 10:00 presso il Museo Criminologico di Roma in Via del Gonfalone 29, il ministro della Giustizia Andrea Orlando visita in anteprima la mostra dedicata a "Il caso Pasolini", nella quale sono esposti per la prima volta al pubblico i reperti dell'omicidio avvenuto all'Idroscalo di Ostia.

Si tratta degli effetti personali del grande scrittore, poeta e cineasta italiano Pier Paolo Pasolini: abiti, occhiali, documenti, libri ed altri oggetti trovati sul luogo del delitto, tra cui due assi di legno utilizzate per colpirlo.

Ricordiamo che detti oggetti sono conservati presso il Museo Criminologico di Roma dal 1985, anno in cui furono consegnati dal Tribunale dei minorenni di Roma.

La mostra sarà aperta unicamente nelle giornate di domenica 1 novembre (ore 10-20), lunedì 2 e martedì 3 novembre (ore 9-19). L'ingresso è libero.

A Bologna, mostre e proiezioni promosse dal Comune e la Fondazione Cineteca attraverso il progetto “Più moderno di ogni moderno", si tratta di ben sei mesi di eventi, a partire dal 2 novembre: Il convegno “Pasolini poeta dell'eresia” che si protrarrà fino a marzo e la mostra “Strategia del linciaggio e delle mistificazioni” in alla Sala Borsa fino al 15 novembre.

Segnaliamo invece che “Officina Pier Paolo Pisolini” (dedicata all'universo poetico, estetico e culturale di Pasolini), partirà al Mambo il 17 dicembre per concludersi il 28 marzo 2016.

giovedì 29 ottobre 2015

NAPOLI - Salviamo il Museo Filangieri


Sabato 21 novembre 2015 alle ore 18:00 una gara di solidarietà animerà le sale del Museo Filangieri, ove avverrà una doppia donazione: oltre 50 artisti regaleranno una loro opera a quanti faranno una donazione a favore del Museo.

L’esposizione di tutti i dipinti, le sculture e le fotografie degli artisti inizierà sabato 14 novembre.

Dopo il successo dell’analoga iniziativa del 2013, che finanziò l’impianto di videosorveglianza, si continua ancora sull'aiuto di tutti coloro tra artisti e non che sanno riconoscere la bellezza e l'armonia che prende forma in opere d'arte e potrete così contribuire ai necessari lavori di restauro del Museo.

martedì 27 ottobre 2015

“Fibrillazioni tra arte e politica” è un seminario intercattedra a cura di Gianfranco D’Alonzo, Cecilia Guida, Paolo Parisi, Gianni Pozzi, Franco Speroni, Tommaso Tozzi, tutti docenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze

Tutti gli incontri si svolgeranno nel Cenacolo dell’Accademia di Belle Arti | Via Ricasoli, 66 | 50122 Firenze.

"Un seminario sul rapporto arte e politica nell’ambito delle ricerche artistiche contemporanee a partire da alcuni segni che ci sembrano caratterizzarne lo scenario. Sia nella produzione artistica sia nella riflessione teorica, infatti, si rivela, ormai da tempo, un interesse nuovo per il rapporto tra arte e politica. Più appare irreversibile la crisi delle grandi forme di mediazione sociale, più sembrerebbe tornare al centro dell’attenzione il ruolo di alcuni di questi modi storici della mediazione, come l’arte appunto, per la creazione di un altro senso delle cose. Superato il ruolo sperimentale dei linguaggi a favore di una ricerca attorno ai modi di essere e di relazionarsi, l’arte sembra diventare il campo di progettazione di situazioni possibili a fianco o in alternativa alle categorie dominanti. Arte, dunque, contemporaneamente, dentro e fuori il sistema dell’arte stesso.
Il racconto che l’arte inscena, attraverso le mostre, la saggistica, le immagini e l’immaginario che contribuisce a produrre, disseminato in varie piattaforme, stimola una sensibilità che non si può definire strettamente politica per i contenuti ma indice di un “sensorium”, come lo ha definito Jacques Rancière, sulle cui caratteristiche intendiamo interrogarci, invitando protagonisti il cui lavoro di curatori, artisti, designer, teorici ha dato segni importanti in tale direzione
".


Programma

Il museo oltre il museo
Martedì 27 ottobre - orario 10/13
Fabio Cavallucci, Anna Daneri,
Giorgio de Finis, Valentina Gensini,
Cesare Pietroiusti, Bruna Roccasalva

L’impegno
Giovedì 12 novembre - orario 14/16
Stefano Taccone, Salvatore Manzi

L’immaginazione
Martedì 17 novembre - orario 15/17
Arturo di Corinto, Nicolas Martino, Marco Scotini

La comunicazione
Martedì 1 dicembre - orario 15/17
Riccardo Falcinelli, Giancarlo Norese

Il progetto (I)
Martedì 15 dicembre - orario 15/17
Mauro Folci, Massimo Mazzone

Il progetto (II)
Martedì 12 gennaio - orario 15/17
Alberto Garutti, Michelangelo Consani

Il lavoro
Martedì 26 gennaio - orario 15/17
Ilaria Bussoni, Vito Campanelli, Raffaele Scelsi

domenica 25 ottobre 2015

Ultimo viaggio della fregata Maestrale

Domani, lunedì 26 ottobre, parte da Chioggia l'ultimo viaggio della fregata Maestrale. 


Si tratta di una delle navi simbolo della flotta della Marina Militare che ora verrà dismessa dopo oltre trenta anni di onorata attività.

Si tratta della prima unità della cosiddetta "Classe Venti": otto navi gemelle dagli anni '80 fiore all'occhiello della Marina e della cantieristica italiana.

sabato 24 ottobre 2015

Dal 24 ottobre al 22 novembre 2015 si terrà a Venezia ARTEAM CUP 2015, nella prestigiosa sede di Officina delle Zattere (Fondamenta Nani, Dorsoduro 947), già sede del Padiglione Nazionale del Guatemala che condividerà con Arteam Cup l'ultimo mese della Biennale Arte 2015


40 artisti Soci Arteam:
AQUA AURA, ALESSANDRA BALDONI, MARIA REBECCA BALLESTRA, ELISA BERTAGLIA, VALENTINA BIASETTI, PAOLO BINI, FOSCA BOGGI, MARCO BOLOGNESI, PATRIZIA BONARDI, GIORGIO BORMIDA, STEFANO CESCON, PIERLUCA CETERA, ANGELICA CONSOLI, FABRIZIO CORBO, FRANCESCA DELLA TOFFOLA, MARCO DEMIS, NADIA GALBIATI, CESARE GALLUZZO, LIDIA GIUSTO, FEDERICA GONNELLI, GABRIELE GRONES, ASAKO HISHIKI, LEMEH42, FRANCESCO LEVI, MANUELA MANCIOPPI, VINCENZO MARSIGLIA, SABRINA MILAZZO, ROSSELLA PEZZINO DE GERONIMO, GIANLUCA QUAGLIA, CAMILLA ROSSI, ELISA ROSSI, ALESSANDRO SATURNO, MARCELLA SAVINO, THOMAS SCALCO, MATTEO SUFFRITI, GIORGIO TENTOLINI, ROLANDO TESSADRI, THE GAHAN PROJECT, MANUELA TOSELLI, LUCA ZARATTINI.

In occasione dell'opening di sabato 24 ottobre, alle ore 17:00, si terrà un'azione performativa di Manuela Mancioppi, artista finalista all'Arteam Cup, dal titolo TEMPORARY RELATIONSHIPS second skin, VENEZIA 2015.

mercoledì 21 ottobre 2015

III° evento "In Contemporanea"

Dopo i primi eventi alla Galleria 8,75 Artecontemporanea e alla Galleria de’ Bonis, la rassegna “In Contemporanea”, che unisce sette gallerie d’arte di Reggio Emilia (Galleria de’ Bonis, Galleria d’Arte 2000&NOVECENTO, Bonioni Arte, Galleria 8.75 Artecontemporanea, RezArte Contemporanea, dispari&dispari Project, 1.1_ZENONEcontemporanea), prosegue con un ricco calendario di incontri e dibattiti.


Il terzo evento avrà luogo sabato 24 ottobre, alle ore 17.00, presso la Galleria RezArte Contemporanea (Via Emilia all’Ospizio, 34/D). In questa occasione l’artista Savina Lombardo disegnerà dal vivo per il pubblico, all’interno della mostra “The Art of Food Valley”, visitabile fino al 15 novembre 2015.


Savina Lombardo (Venosa, Potenza, 1967) fa parte degli artisti invitati alla mostra “The Art of Food Valley”, a cura di Chiara Canali, dove presenta alcuni pastelli su carta dal titolo “Connubio di sapori”, dedicati all’aceto balsamico, prodotto tipico di Modena e Reggio Emilia.

Sabato 24 ottobre alle ore 18.00 inaugura presso la Galleria Duomo in Via Finelli 22/b a Carrara (MS) la mostra personale di Graziano Pompili dal titolo "Ascoltare il tempo" curata da Filippo Rolla. La mostra sarà visibile fino al 6 gennaio 2016

Esposizione realizzata è con il patrocinio di Comune di Carrara e Club Unesco Massa Carrara e sarà inaugurata sabato 24 ottobre, ore 18:00.

Orari di apertura al pubblico: venerdì, sabato, domenica ore 17:00 - 20:00 o su appuntamento (come indicato nel sito www.galleriaduomo.it.), festivi esclusi.
Finissage: mercoledì 6 gennaio 2016.

La mostra è la prima personale dell'artista nella città di Carrara e vuole essere occasione per capirne lo stile in un arco di tempo che parte dai primi anni '70 (in cui l'artista si focalizza sulla tematica della maternità in marmo statuario), passando per gli anni '80 inizio anni '90 (con i paesaggi e gli autoritratti in marmo di Carrara, nero Belgio, granito svedese), per arrivare ad oggi con il tema della casa, in marmo greco, rosso persiano, granito brasiliano.

In mostra oltre ad una ventina di sculture, anche disegni su carta con bitume e smalto, ed incisioni a tiratura limitata, che richiamano le tematiche sviluppate in forma plastica.

 

"Graziano Pompili nasce a Fiume il 18 dicembre 1943; tre anni dopo la sua famiglia si trasferisce a Faenza, dove Pompili riceve la sua prima educazione artistica, apprendendo soprattutto l'uso della terracotta e della ceramica. Frequenta l'istituto d'Arte di questa città, ed ha come maestri Angelo Biancini e Carlo Zauli. In seguito si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Bologna dove frequenta i corsi di scultura e incisione. Dal 1970 soggiorna per lunghi periodi a Carrara. Qui ha l'opportunità di frequentare gli storici Laboratori Artistici Nicoli dove oltre ad apprendere le tecniche del marmo, conosce maestri come Signori, Viani, Cárdenas. Attualmente frequenta il Laboratorio di Scultura & Design S.G.F. di Torano. Pompili, molto giovane si dedica alla didattica, insegnando dapprima ceramica e plastica all' Istituto d'Arte Chierici di Reggio Emilia, poi scultura in marmo all'Accademia di Belle Arti di Bologna ed infine scultura riferita all'arte sacra all'Accademia di Brera a Milano. Pompili ha realizzato negli anni numerose mostre personali in gallerie pubbliche e private, in Italia e all' estero. Fra le mostre personali ricordiamo: galerie Les Cyclades, Antibes 1996; “Il tempo grande scultore” galleria Niccoli, Parma 1997; Tour Fromage, Aosta 1997; galleria Arte Borgogna Milano 1998; Landaus Bauer, Francoforte 1999; galerie N. E., Darmstadt 2000; Circolo degli Artisti, Faenza 2000; Sala delle Colonne, Comune di Nonantola 2001; Alte kelter, Mulhacher 2002; “Bianco e Nero” Galleria Radium Artis, Reggio Emilia; personale alla Fondazione Gaibazzi con Galleria Niccoli, Parma 2003; “Miraggi, mostre al castello” Castel S. Pietro Terme, 2004; “La memoria del sacro” Palazzo Magnani, Reggio Emilia 2006; “Poeticamente abita l'uomo” Galleria Maria Cilena, Milano 2007; “Il Sacro ed il Profano” (con Daniel Spoerri) in St. Peter Lubecca; “Poreklo” Obalne Galerie, Pirano (Slovenia) 2008; Galleria Romberg, Roma 2009; Der feldweg, “ORT”, è il titolo di un vasto allestimento a Castelpergine, (Trento) 2011. “Der Weg” (il cammino) Galleria Niccoli, Parma 2011; “Der Feldweg” Giardino di Daniel Spoerri, Seggiano 2011; “Terramare” personale di sola grafica Galleria Artesucarte, Modena 2012. Fra le mostre collettive si possono menzionare la Quadriennale di Roma “Nuove Generazioni” 1975; “Fiorino d' Oro” a Firenze in Palazzo Strozzi 1976; “Terra d' Italia” Ancona 1983; “Ricognizioni anni 1980 – 85” Erice 1985; Biennale di Venezia 1986, Padiglione Arte e Biologia, curato da Giorgio Celli; “Ritorno al mare, omaggio a Pino Pascali” Polignano Mare, Bari 1994; Biennale d' Arte Contemporanea a Dubrovnik sulla Via del Sale, provincia di Cuneo 2003; Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo a Salerno 2002; XIV Quadriennale di Roma 2005; l'Opera e lo spazio, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna 2005; XXIV Biennale di Gubbio 2005; Intervento scenico per “Traiettorie 2005” Teatro Farnese, Parma; GNAM, Gastronomia nell'arte moderna, Parma 2007; presentazione dei bozzetti delle sculture del giardino di Spoerri al Museo Pecci di Prato 2007; Biennale d'arte “Roncaglia” S. Felice sul Panaro 2008; V Triennale svizzera di scultura Bad Ragaz – Vaduz 2012; “Il paesaggio Necessario” Grizzana Morandi 2012; “Lascia un segno” disegni per le collezioni della Accademia di belle arti di Bologna; Biennale Internazionale di Scultura Racconigi 2013; L'Arte contemporanea legge l'Ariosto, Palazzo Magnani, Reggio Emilia 2014; La Scultura Ceramica in Italia, G.N.A.M. Roma e VI triennale Svizzera di scultura, Bad Ragaz e Vaduz 2015. Le sue opere fanno parte delle collezioni pubbliche di diversi musei d'arte contemporanea come il MAMBO di Bologna, Collezioni civiche di Aosta, il MAR di Ravenna, il MAGI di Pieve di Cento, la Galleria civica a Modena, il Museo Pecci a Prato, la Collezione della fondazione Carisbo di Bologna, il Museo della Scultura di Gubbio, il MUSMA di Matera, il “giardino di Daniel Spoerri” a Seggiano. Al Museo d'arte contemporanea di Pirano, e alla Collezione di “Forma Viva” a Porto Rose. Al Museo all'aperto di Ravne Na Koroskem" (Lubiana).

XVI° edizione del Premio Cairo

Il 21 ottobre 2015 verrà assegnato il “Premio Cairo della XVI°” che quest'anno gode anche del patrocinato dall' EXPO.

La premiazione si svolgerà presso il Palazzo della Permanente di Milano.


Il vincitore del PREMIO CAIRO si aggiudicherà anche un premio di 25.000 euro.

Le 20 opere in concorso saranno esposte in una mostra ad ingresso gratuito presso la Permanente dal 22 al 25 ottobre.

Il “Premio Cairo” è stato un trampolino di lancio per alcuni nuovi “talenti italiani” ed è stato vinto da artisti prestigiosi come: Luca Pignatelli (2000), Bernardo Siciliano (2001), Federico Guida (2002), Matteo Bergamasco (2003), Andrea Chiesi (2004), Valentina D’Amaro (2005), Chris Gilmour (2006), Fausto Gilberti (2007), Alice Cattaneo (2008), Pietro Ruffo (2009), Masbedo (2010), Giovanni Ozzola (2011), Loredana Di Lillo (2012), Laura Pugno (2013), Fabio Viale (2014).

martedì 20 ottobre 2015

La Fonoteca in via raffaele morghen 31 c/f, 80129 Napoli ospita la rassegna di arte contemporanea "ArtePop-ola -re" organizzata da Fonoteca e ResetArt ed a cura di Gianni Nappa

Per la sua personale Antonio Conte ha scelto di definire il suo lavoro artistico “Hic et nunc” e a tal proposito ha affermato: “"In questa mia ricerca spazio tempo ( hic et nunc ) tutto quello che “produco” nasce da una serie di coincidenze ( anche fortuite se vogliamo, passare per quella strada o entrare in quel locale ) e il nutrimento urbano di cui ultimamente sembra io non possa fare a meno è rappresentato da tutto ciò che ci circonda, dai manifesti pubblicitari , alle locandine dei concerti, ai volantini che trovo per strada e le cartoline nei pub che diventano loro malgrado superficie di partenza per la mia pittura.”

La personale vedrà la vendita delle cartoline della Mailart di Antonio Conte al prezzo popolare di 5 euro cadauna pur trattandosi di opere uniche che l'artista realizza su cartoline da lui rese uniche con il suo intervento pop. Sono disponibili a scelta 155 cartoline, vere e proprie "chicche" che partendo dall'esigenza di operare su tutti i supporti, dai manifesti alle cartoline, vede la produzione in "attuale" di prodotti di comunicazione visiva datati e già usati, e pur mantenendo alcune caratteristiche di base che sono lo stimolo dell'artista a trovare la ragione dell'intervento che diventa così l'operazione d'arte vera e propria nel riportare a nuova funzione comunicativa gli stampati.


Alcune date:
prima personale Pako Slate 8 / 22 settembre
seconda personale Slinck Artist 22 settembre - 6 ottobre
terza personale Beatrice Zappia 6- 8 / 20 ottobre
quarta personale Antonio Conte 20ottobre - 3 novembre
quinta personale di Gianluca Carbone 3 / 17 novembre
sesta personale Francesca Di Martino 17novembre 1 dicembre
settima personale Luigi Tirino 1 / 15 dicembre
Collettiva finale con tutti gli artisti
15 dicembre 2015 / 11 gennaio 2016

domenica 18 ottobre 2015

La galleria Al Blu di Prussia di Napoli (Via Gaetano Filangeri, 42), ospita la mostra personale dell’artista napoletana Pina Gagliardi dal titolo “Traces” visitabile dal martedì al sabato dalle ore 10.30-13:00 e 16:00-20:00

Si tratta di 12 opere di vario formato per due diversi cicli di lavori “Teeparty” e “Traces”: due linee che sembrano solo apparentemente opposte. 




Teeparty caratterizzato da composizioni geometriche che trovano l’elemento base nel “tee”, quel piccolo sostegno ligneo impiegato per sorreggere le palline nelle partite di golf. Si tratta di opere caratterizzate da l’esattezza di uno schema che ritorna sempre uguale e lineare in un ordine infinito che l’artista, pur avendo circoscritto da cornici, non ne individua una fine poiché le cornici stesse fanno parte dell’opera rendendo quindi il lavoro infinito.

Si tratta di forme perfette e piacevoli al tatto e sono opere caratterizzate da una ripetizione seriale che crea raffinate immagini tridimensionali variabili agli occhi in base alla distanza e la posizione di chi le osserva.


 

Traces, invece, è il filone che segue la strada delle “forme passionali” ed è caratterizzato da tele di grandi dimensioni, nelle quali l’artista propone composizioni astratte e materiche realizzate con acqua, oli e paste acriliche plasmate a mano in combinazioni di forme e colori stesi secondo l’emozione del momento. Ne scaturiscono paesaggi indefiniti, vortici e crateri caratterizzati da tracce, segni ed incisioni scanditi da un’impetuosa energia che solo apparentemente appare caotica.

“Ho scelto Pina perché mi è piaciuta la serialità del “Tee party” che non avevo mai visto e mi ha incuriosito molto, mi piaceva in particolare la parte monocromatica del lavoro e quindi questa punta aguzza che solo apparentemente pericolosa perché poi in realtà è soffice e morbida e l’ossessione e la ripetizione mi sono piaciute molto. Per me l’artista deve continuare a lavorare sul tee”. Mario Pellegrino direttore del Al Blu di Prussia. 




sabato 17 ottobre 2015

II° evento "In Contemporanea"

Dopo il successo riscosso in occasione del vernissage, la rassegna “In Contemporanea”, che unisce sette gallerie d’arte di Reggio Emilia – Galleria de’ Bonis, Galleria d’Arte 2000&NOVECENTO, Bonioni Arte, Galleria 8.75 Artecontemporanea, RezArte Contemporanea, dispari&dispari Project, 1.1_ZENONEcontemporanea – prosegue con un ricco calendario di appuntamenti che animeranno i weekend con incontri, presentazioni e dibattiti. 


Sabato 17 ottobre, alle ore 17.00, presso la Galleria de’ Bonis (Viale dei Mille, 44/B), si terrà il secondo evento, dopo la performance di danza alla Galleria 8,75 Artecontemporanea, dove Stanislao de’ Bonis coinvolgerà i presenti in una conversazione sulla ricerca di Renato Guttuso, all’interno della mostra “Renato Guttuso, Olio su tela”, visitabile fino al 15 novembre 2015.


Per stringere un legame fra pubblico e privato e radicare ulteriormente “In Contemporanea” al tessuto urbano della città, la Galleria de’ Bonis ha, inoltre, sostenuto e promosso l’intervento dello street artist Bibbito su un muro in via Filippo Re. Il lavoro, di circa 3x30 metri, ruota intorno al concetto di networking e di cooperazione che è alla base della rassegna e che affonda le radici nella storia di Reggio Emilia, città che ha una lunga tradizione di cooperazione e solidarietà.


UNIMORE1 a Reggio Emilia

Il Circolo degli Artisti di Reggio Emilia, in collaborazione con L’Ottagono, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Bibbiano (RE), presenta, dal 17 al 31 ottobre 2015, presso la sede universitaria reggiana di Palazzo Dossetti, la mostra “UNIMORE1” con opere realizzate da trenta artisti del territorio ed un ospite di fama nazionale ed internazionale, Saturno Buttò.

In esposizione, dipinti, sculture e composizioni digitali di Franco Andreoli, Marco Arduini, Enzo Barbanti, Cinzia Belloni, Alberto Bertolotti, Luis Mario Borri, Marisa Bottazzi, Loretta Costi, Antonella Davoli, Nicla Ferrari, Sara Giuberti, Luisa Guidetti, Nero Levrini, Margareta Lillieskold, Laura Lucchi, Daniele Lunghini, Epifanio Mestica, Aida Palmieri, Carmen Panciroli, Eugenio Paterlini, Federica Pigmei, Cesare Pinotti, Oscar Piovosi, Rodolfo Pisi, Sergio Rabitti, Massimo Ragionieri, Roberta Lodi Rizzini, Maurizia Rocchi, Vladimiro Vigna, Angelo Zani. 

venerdì 16 ottobre 2015

Palazzo Mazzetti (Corso Vittorio Alfieri, 357 – Asti), dal 17 ottobre al 29 novembre 2015 ospita “ASTI CONTEMPORANEA. Collezioni private”

L'esposizione collettiva è curata da Maria Federica Chiola con un testo critico di Raffaella A. Caruso.

Promossa da Fondazione Palazzo Mazzetti e Città di Asti, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Asti, la mostra sarà inaugurata venerdì 16 ottobre alle ore 18.00.

In esposizione la storia dell'arte italiana, a partire dal secondo dopoguerra, attraverso una settantina di opere provenienti dalle collezioni artigiane.

Il progetto “ASTI CONTEMPORANEA” nasce grazie ai collezionisti della città che hanno messo a disposizione di Palazzo Mazzetti un ricco patrimonio di opere acquisite negli anni. La mostra va dunque a rileggere, in sale organizzate per anni e per temi, la storia dell'arte italiana dal dopoguerra al boom economico e ai nuovi linguaggi, attraverso gli occhi del collezionismo di soli prestatori astigiani, le cui opere si sono rivelate espressione della valenza del territorio attraverso arte e cultura.

Come scrive Raffaella A. Caruso nel testo critico in catalogo, «Raccogliere un'opera d'arte, farla propria, permetterle di dialogare con sue simili, creare connessioni impreviste, ambientare il lavoro in contesti spesso improbabili significa espandere la possibilità di comunicazione dell'opera stessa, concorrere a una funzione educativa nel proprio contesto sociale, migliorare nel bello la propria qualità di vita, restituire ai posteri uno spaccato della società con una personalissima sensibilità, spesso precorrere i tempi, anticipare le tendenze, poter dire vent'anni dopo io c'ero».


Le opere sono realizzate da cinquantuno artisti: Carla Accardi, Getulio Alviani, Enrico Baj, Paolo Baratella, Afro Basaldella, Vasco Bendini, Aldo Bergolli, Gianni Bertini, Alberto Biasi, Renato Birolli, Alighiero Boetti, Corrado Cagli, Giuseppe Capogrossi, Bruno Cassinari, Enrico Castellani, Antonio Ciarallo, Antonio Corpora, Paolo Cotani, Roberto Crippa, Dadamaino, Sergio Dangelo, Lucio Del Pezzo, Piero Dorazio, Gianni Dova, Lucio Fontana, Reale Franco Frangi, Piero Gilardi, Giorgio Griffa, Umberto Mastroianni, Aldo Mondino, Mattia Moreni, Ennio Morlotti, Gualtiero Nativi, Ugo Nespolo, Mario Nigro, Claudio Olivieri, Tancredi Parmeggiani, Cesare Peverelli, Pino Pinelli, Mimmo Rotella, Piero Ruggeri, Antonio Sanfilippo, Giuseppe Santomaso, Emilio Scanavino, Mario Schifano, Giacomo Soffiantino, Giulio Turcato, Valentino Vago, Emilio Vedova, Claudio Verna, Luigi Veronesi.

venerdì 9 ottobre 2015

All'asta l'auto di Ritorno al futuro

Si tratta della Bmw CSI 633 utilizzata da Tom Wilson nei panni di cattivo.

Per i cinefili appassionati di auto è dunque un'occasione da non perdere: con poco più di 10.000 dollari si può acquatare una delle vetture coprotagoniste del secondo episodio della trilogia di Ritorno al Futuro, diretta da Robert Zemeckis. Non si tratta della DeLorean guidata da Michael J. Fox ma della BMW CSI 633 utilizzata da Tom Wilson nei panni del "cattivo" Biff Tannen.


L'auto è un esemplare del 1979 che fu modificato esteticamente e trasformato in un pezzo unico per le riprese del film. Si segnala che l'auto se pur restaurata nel 2004, necessita di un profondo intervento di rimessa a nuovo per riportarla agli splendori del set.

L'asta online è prevista per il 24 ottobre. Per partecipare bisogna iscriversi al sito www.icollector.com.

Si parte da una richiesta base di 10.000 dollari, poco meno di 8.800 euro. Alla cifra finale si dovranno aggiungere le tasse (8,75%) e le spese di spedizione dagli Stati Uniti, per la precisione dal Connecticut.

Mostra retrospettiva di Stefania Presta

Villa Bruno, in San Giorgio a Cremano (na), ospiterà al piano nobile la "Mostra retrospettiva di Stefania Presta" dal titolo “Una storia interiore di emozionalità concrete” visitabile fino al prossimo 18 ottobre.

La mostra sarà inaugurata alle ore 10:00 e sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00.


Patrocinata dalla Città di San Giorgio a Cremano e promossa dalle associazioni Antonio Genovesi e Progetto Donna 200, la mostra è una retrospettiva dedicata all’artista Stefania Presta, pittrice nata ad Avezzano (Aq) nel 1975 e cresciuta in San Giorgio a Cremano, prematuramente scomparsa il 13 novembre 2012.

Il finissage è previsto per domenica 18 Ottobre con la conferenza sul tema “Stefania Presta, donna e artista oltre la pittura”.

giovedì 8 ottobre 2015

Sabato 10 ottobre Arti Grafiche Boccia porta a Salerno la mostra Beyond The Lens di Carlo D'Orta

Dopo il successo delle mostre di Venezia in Biennale e di Roma approda a Salerno, al Tempio di Pomona (Via Roberto il Guiscardo, 2) l'esposizione BEYOND THE LENS, la personale di Carlo D’Orta che mette in mostra una selezione degli ultimi lavori del celebre fotografo italiano tra grandi immagini, intriganti installazioni e delicate sculture di vetro.

La mostra, che sarà visitabile dal 11 ottobre all’8 novembre tutti i giorni dalle ore 16:00-20:00.

L'opera fotografica di un artista come Carlo D'Orta, unita alle potenzialità e alla precisione delle macchine da stampa di Arti Grafiche Boccia, danno vita a questa mostra - evento che sarà inaugurata sabato 10 ottobre alle ore 18:00. 

“Abbiamo voluto fortemente portare anche a Salerno questa mostra - dichiara il direttore marketing di Arti Grafiche Boccia Monica Vitiello - Lo abbiamo fatto perché per noi l’impresa comunità resta il modello di riferimento. Puntiamo ai risultati senza mai farli diventare l’obiettivo finale ma piuttosto il mezzo indispensabile per una crescita a vantaggio dell’impresa e del territorio.
Abbiamo sostenuto il progetto di questa Mostra perché crediamo nell’importanza della ricerca fotografica e nel grande valore di questa espressione di arte contemporanea. Le aziende come la nostra stampano milioni di immagini al giorno e la ricerca artistica ed il supporto ai grandi fotografi possono contribuire a una maggiore attenzione al ruolo della fotografia”. 





ARTIC49 è lieta di presentare la prima esposizione a Napoli di WovenHand con la mostra di fashion design RESINARTI

Vernissage: sabato 10 ottobre 2015 h 17:30 - 21:00.

“L’arte contemporanea, nella molteplicità delle sue espressioni, e la natura, nelle sue manifestazioni sia organiche che inorganiche, sono le nostre principali fonti d’ispirazione. WovenHand nasce da questa consapevolezza: ogni forma è plasmata dalla correlazione di elementi diversi. Le nostre realizzazioni sono il risultato di una stretta collaborazione tra designer e artigiani perchè nuove forme e funzioni siano perfettamente integrate. Ricavati da una resina flessibile, atossica e senza solventi, i monili WovenHand, con le loro linee, trame e colori non convenzionali, rispondono con versatilità alla continua evoluzione della moda e degli stili. WovenHand realizza i propri manufatti interamente ed esclusivamente in Italia”.

La mostra resterà aperta tutti i giorni dal 10 al 23 ottobre h. 17.00 – 20.00 e su appuntamento.
ARTIC49arti&cult di Sferza&Simonetti - Via Giuseppe Martucci n° 49 – 80121 Napoli.


WovenHand è uno studio di design fondato a Napoli nel 2013 dagli architetti Ludovica Assini e Vincenzo De Luce.
Assini e De Luce si laureano con lode alla Facoltà di Architettura Federico II di Napoli. Ludovica Assini, si dedica alla professione libera e collabora con Enti Pubblici con incarichi di progettazione architettonica e urbanistica e relativi comunicazione e marketing. Vincenzo De Luce riceve riconoscimenti e premi in diversi concorsi di architettura nazionali e internazionali.

mercoledì 7 ottobre 2015

La Galleria Bonioni Arte di Reggio Emilia presenta, dal 10 ottobre al 29 novembre 2015, la collettiva “Tensioni” con opere di venticinque artisti attivi dagli anni ’50 ai giorni nostri

L'esposizione è curata da Federico Bonioni e sarà inaugurata sabato 10 ottobre, alle ore 17:00, nell’ambito della rassegna “In Contemporanea” che coinvolge diverse gallerie d’arte della città.

L’esposizione prende il titolo da una grande opera di Paolo Cotani (“Tensioni”, 2007) costituita da cinghie montate su una struttura in acciaio. Tensione del segno, tensione verso l’infinito, tensione elettrica che percorre numerose opere realizzate a partire dalla metà del ‘900.
 
COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA




La Galleria VV8artecontemporanea di Reggio Emilia presenta la mostra personale di Alberto Zamboni dal titolo “Deep” che sarà inaugurata sabato 10 ottobre, alle ore 18:00 con la presenza dell’artista.

Evento organizzato in occasione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI.

L'esposizione presenta una nuova produzione di opere, tutte di grande formato, realizzate nel 2015, attraverso l’utilizzo di colori ad olio, ossidi e acrilici su tela. L’autore nei suoi lavori nasconde; non svela o svela solo in parte... ci avvolge di piacevole mistero, diventa quasi un alibi, una rappresentazione confusa, comunque evocativa.


Reggio Emilia - In Contemporanea

Dopo il successo della prima edizione, torna “In Contemporanea”, un percorso espositivo che dal 10 ottobre al 15 novembre unirà sette gallerie d’arte moderna e contemporanea di Reggio Emilia.

Evento realizzato con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia.

Galleria de’ Bonis (www.galleriadebonis.com), Galleria d’Arte 2000&NOVECENTO (www.duemilanovecento.it), Bonioni Arte (www.bonioniarte.it), Galleria 8.75 Artecontemporanea (www.csart.it/875), RezArte Contemporanea (www.galleriarezarte.it), dispari&dispari Project (www.dispariedispari.org) e 1.1_ZENONEcontemporanea (www.zenonecontemporanea.it) inaugureranno la prima mostra della stagione autunnale sabato 10 ottobre, a partire dalle ore 16.00.

Bonioni Arte - Paolo Cotani, Tensioni, 2007

Riccardo Freddi
Renato Guttuso, Luxor, 1959
Renato Guttuso, Luxor, 1959
Marco Gastini, Ariam, 1983
 Candida Ferrari, Gocce, 2015
dispari & dispari Project - Thomas Kilpper

A Palazzo Mazzetti, dal 17 ottobre al 29 novembre 2015, “ASTI CONTEMPORANEA. Collezioni private”, esposizione collettiva curata da Maria Federica Chiola con un testo critico di Raffaella A. Caruso

La storia dell’arte italiana, a partire dal secondo dopoguerra, attraverso una settantina di opere provenienti dalle collezioni astigiane.

Promossa da Fondazione Palazzo Mazzetti e Città di Asti, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, con il patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Asti, la mostra sarà inaugurata venerdì 16 ottobre alle ore 18.00. 
 
In esposizione, settantadue opere realizzate da cinquantuno artisti, tra i quali Giuseppe Capogrossi, Carla Accardi, Giulio Turcato, Piero Dorazio, Mimmo Rotella, Afro, Lucio Fontana, Piero Gilardi, Valentino Vago, Getulio Alviani, Giorgio Griffa, Alighiero Boetti e Paolo Cotani.

La Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia (in Corso Garibaldi, 4) presenta, dal 10 ottobre al 15 novembre 2015, “Foglio su foglio”

Si tratta della personale di Candida Ferrari, artista parmigiana che ha fatto della plastica il suo materiale d’elezione.

La mostra sarà inaugurata sabato 10 ottobre, alle ore 17:00, nell’ambito della rassegna “In Contemporanea” che coinvolge diverse gallerie d’arte della città.





lunedì 5 ottobre 2015

Sabato 10 Ottobre 2015 dalle ore 11:00 presso la sede del Maschio Angioino sarà inaugurata la mostra fotografica di Ferdinando Balzamo “Tutto questo mare…”

La mostra resterà aperta fino al 30 Ottobre 2015, dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00 con ingresso gratuito.


La mostra è un racconto in diciotto scatti del mare di Napoli testimone e narratore delle bellezze e delle contraddizioni paesaggistiche e culturali della Città: l’esposizione è composta da scatti fotografici in bianco e nero realizzati a Napoli con l’intento di raccontare il mare, elemento naturale costitutivo della Città.
La Fondazione Valenzi è un’istituzione di rilievo internazionale, attiva nella cultura e nel sociale dal 2009. La Fondazione Valenzi vuole accrescere la consapevolezza del patrimonio culturale, artistico, storico ed ambientale, dello sviluppo sostenibile, dei nuovi diritti civili, sociali e ambientali e delle pari opportunità.

domenica 4 ottobre 2015

Giotto - San Francesco riceve le Stigmate


Opera di Giotto - San Francesco riceve le Stigmate.
L'opera è conservata ad Assisi presso la Basilica superiore

Roma 2015 - Turismo

Se verranno confermati gli attuali tassi di crescita, Roma registrerà 14 milioni di arrivi e 34,2 milioni di presenze che sommati a quelli dell'hinterland arriveranno rispettivamente a ben oltre 17 milioni di arrivi e 40 milioni e 600 mila presenze.

Si segnala che i dati arrivano dall'Ente nazionale bilaterale del turismo.

giovedì 1 ottobre 2015

Fino all'11 ottobre 2015 la Galleria nazionale di arte moderna e contemporanea di Roma, in collaborazione con pptArt e con LUISS Creative Business Center, presenta l'esposizione "Corporate Art"

L'esposizione è volta a valorizzare la relazione tra il mondo del business e la creatività artistica e propone oltre settanta opere di artisti contemporanei italiani ed internazionali.

Lista degli artisti partecipanti: Afro Basaldella, Aidan, Sarah Arnett, Daniele Basso, Riccardo Bernucci, Peter Blake, Stefano Bolcato, Alex Braga, Romero Britto, Leonetto Cappiello, Bruno Ceccobelli, Gianluigi Colin, Eugenio Colmo, Walter Di Giusto, Baldo Diodato, Matilde Domestico, Flavio Favelli, Riccardo Fortuna, Beppe Giacobbe, Emanuele Giannetti, Matteo Giuntini, Renato Guttuso, Beppe Guzzi, David Harber, Mimmo Iacopino, Hara Katisui, Giancarlo Lepore, Lobulo, Marco Lodola, Mario Mafai, Paolo Masi, Peter Max, Alexander McQueen, Poonam Mistny, Maurizio Mochetti, Maurizio Nannucci, Ugo Nespolo, Gianni Novak, Mimmo Paladino, Enrico Paulucci, Concetto Pozzati, Pino Procopio, Sandro Properzi, Marcello Reboani, Giuseppe Riccobaldi, Tom Sachs, Giuseppe Santomaso, Guido Scarabattolo, Antonio Pio Saracino, Skenè, Emilio Tadini, Marco Veronese, Lorenzo Vespignani, Willow, Peter Yuill, Olimpia Zagnoli, Fabrizio Folco Zambelli.