lunedì 31 luglio 2017

Scavi a Hera: trovati resti abitazione datata tra fine III e inizio II sec. a.C.

Si segnala che durante l'ultima campagna di scavo effettuata dall'Università "Federico II" di Napoli, (con il sostegno del Parco Archeologico di Paestum e del Comune di Capaccio Paestum), nel santuario di Hera (alla Foce del Sele, a due passi dall'antica colonia magno-greca di Paestum) sono stati ritrovati i resti di un'abitazione.

I risultati delle attività sono stati presentati oggi lunedì 31 luglio dal direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel e da Bianca Ferrara, ricercatrice di archeologia classica presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università "Federico II".

"Sono state quattro settimane di lavoro che hanno visto impegnati gli studenti e i giovani archeologi laureati della Federico II - ha spiegato Bianca Ferrara, direttrice dello scavo - Il più recente restituisce la planimetria di un'unità abitativa, di forma quasi quadrata, con ambienti disposti intorno a una corte centrale, databile tra la fine del III e l'inizio del II sec. a.C".


Dal “sarchiapone” atranese e altre centocinquantasette ricette della Costa d’Amalfi e del Salernitano alla storia della Canzone Napoletana il 2 Agosto ad Atrani

Ultimo fuoriprogramma all’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo


In collaborazione con il Comune e il Forum dei Giovani di Atrani, mercoledì 2 Agosto in Piazza Umberto I ad Atrani, ore 21:00, vanno infatti in scena “158. Comuni, ricette, filmati. Salerno una provincia da gustare” di Enzo Landolfi edito da Printart, e “Breve storia della canzone napoletana” di Mino Remoli pubblicato da Homo Scrivens. 

I racconti e le ricette contenute in “158. Comuni, ricette, filmati. Salerno una provincia da gustare” sono state preparate nel corso di altrettante trasmissioni televisive curate dal giornalista Enzo Landolfi, e dal suo staff, in altrettanti comuni a nord e a sud di Salerno ed il cui contenuto, inserito in un idoneo supporto mediale, è stato accluso al testo cartaceo per consentire al lettore anche di vedere in tempo reale le varie fasi di preparazione dei piatti tipici. E’ indubbio che sono proprio i centocinquantotto filmati a fare di questo testo un contenitore di tradizioni non solo gastronomiche della provincia di Salerno.


Dai Canti delle Lavandaie a Murolo e Carosone, da Salvatore Di Giacomo e la festa della Piedigrotta fino a Pino Daniele e i contemporanei: il viaggio del cantautore Mino Remoli nella “Breve storia della canzone napoletana”, che parte dalla curiosità e dalla passione per raccontare la favola musicale della città di Partenope. Un ricco itinerario che attraversa mille anni di storia, un lungo cammino con una colonna sonora nota in tutto il mondo, da ‘O Sole mio a Te voglio bene assaie e a ‘O surdato 'nnammurato.

Gli autori sono affidati alle interviste di Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it.

L’XI edizione della Festa del Libro in Mediterraneo, dedicata ai bambini di Amatrice e di Aleppo, si è fregiata quest’anno anche del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea.



Un programma ricco e prestigioso per la Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio 2017

Si segnala che l'evento coinvolge i maggiori esponenti dell'arte contemporanea italiana ed estera tra pittori, critici, direttori, docenti e promotori d'arte. La Biennale si terrà da l 1 al 21 Ottobre 2017 in due sedi nel territorio di Caserta: il Belvedere di San Leucio di Caserta (sito UNESCO) ed il Quartiere Militare Borbonico di Casagiove.

Tema principale sarà la Terra Madre, ma è possibile presentare opere a tema libero. La richiesta di adesione deve essere inviata entro il 15 Settembre 2017.
Le opere ammesse all’esposizione saranno 500 nelle sezioni di pittura, scultura – design – installazioni, fotografia - grafica digitale, video-art e arte ecosostenibile.
La partecipazione è aperta ad artisti affermati ed emergenti e soltanto ai primi 50 artisti, reputati idonei dalla commissione scientifica, sarà data l’occasione di esporre dal vivo due opere presso le due sedi dell'evento.

Premi:
“Premio Andrea Sparaco” al miglior artista;
“Premio Giuseppe Amalfi” alla migiore opera d'arte;
“Trama Logo Biennale” al migliori disegno tra quelli presentati dalle scuole medie di Caserta e Casagiove.

Si segnala che PitturiAmo è partner ufficiale della Biennale e sarà presente con uno spazio espositivo nel quale Dott. Mario Salvo, Maestro internazionale di spatola stratigrafica, critico d'arte e Tutor di PitturiAmo, eseguirà una dimostrazione dal vivo della tecnica pittorica di spatola stratigrafica. Gli artisti iscritti su PitturiAmo presenti durante tale dimostrazione dal vivo riceveranno n. 1 nota critica d’arte da parte del Maestro Mario Salvo.

Tutti i pittori selezionati e iscritti a PitturiAmo.com potranno inserire n.1 Quadro In Evidenza gratuitamente per 120 giorni.
Esponi la tua arte accanto ai grandi artisti contemporanei:
Mark Kostabi, Pier Toffoletti, Xante Battaglia, Luca Dall’Olio, Germaine Muller, Gabriele Marino, Riccardo Dalisi, Antonio Del Donno, Peppe Ferraro, Livio Marino Atellano, Don Battista Marello, Giovanni Tariello, Giancarlo Montuschi, Juan Carlos De Clares, Luz Arkal, Francesco Paolantoni, Diana Thiry, Alfredo Rapetti (Mogol), Jean-Pierre Dauviller, Anke Ibe, Frederick Candon e Mario Salvo, Tutor di PitturiAmo e Maestro Internazionale di spatola stratigrafica.

Primo museo dedicato alle bugie

Aprirà al pubblico il 5 agosto, per il 41/a Campionato italiano della Bugia, che avrà il clou il giorno 6 agosto con la sezione verbale, in cui si elegge il raccontatore più bugiardo d'Italia.

Il museo che aprirà in Toscana è in un ex hotel, ove in nove sale si racconterà la storia della menzogna nel mondo ed in particolare a Le Piastre, frazione del comune di Pistoia e paese che organizza ogni anno il 'Campionato italiano dei bugiardi'.

L'esposizione si sviluppa su 61 pannelli illustrati con scritte, foto e vignette, suddivisi in otto sezioni tematiche.

"I visitatori - spiega il 'magnifico rettore' dell'Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini - troveranno la vera arte di piegare la realtà per renderla più umana ed interessante. Perché essere bugiardi con stile ed ironia non è facile, ma qui si può imparare ad esserlo e senza secondi fini, ma solo per gioco".

domenica 30 luglio 2017

Successo negli Scavi di Pompei per il programma speciale Picasso-Massine

Le tre serate del 27, 28 e 29 luglio promosse dal Parco archeologico di Pompei con Mondadori Electa per celebrare il viaggio compiuto da Picasso nel 1917 insieme a Jean Cocteau per lavorare con i Balletti Russi a Parade ha registrato un grande successo.

In scena, sul palco allestito nel Teatro Grande, il Balletto dell'Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato: i primi ballerini Rebecca Bianchi, Claudio Cocino, Manuel Parruccini, i solisti e il corpo di ballo hanno fatto rivivere i personaggi e la magia dei balletti Parade e Pulcinella. 


Si segnala il progetto all’Arena Archeologica di Fratte, uno dei luoghi della XX edizione dei “Concerti d’Estate di Villa Guariglia in tour” firmati da Antonia Willburger, che domenica 30 luglio, alle ore 21:00, ospiterà il Paolo Palopoli Quartet.

La formazione del chitarrista napoletano, che schiera Marco Fiorenzano al pianoforte, Marco De Tilla al contrabbasso e Domenico Benvenuto alla batteria, ci riporterà in quel clima californiano degli anni ’50, ove cominciò a emergere uno stile che era una diretta emanazione del Cool Jazz; in relazione alla sua provenienza geografica, venne chiamato appunto West Coast Jazz. 
La nuova corrente, rispetto al Cool, presentava una maggiore orecchiabilità e facilità di ascolto, pur mantenendo le caratteristiche essenziali del genere progenitore, musica elegante, delicata e un po’ “salottiera”, che aveva contribuito in larga parte alla diffusione del Jazz anche in Europa. Paolo Palopoli presenterà il suo ultimo lavoro, Sound of New York un disco con ben due formazioni coinvolte nella realizzazione del progetto: i tre celebri musicisti americani Ehud Asherie, David Wong, e Aaron Seber , a cui si è aggiunta l’elegante voce di Valentina Ranalli, e un ensemble tutto napoletano, che vede Francesco Marziani all’hammond e Massimo del Pezzo alla batteria. Compongono l’album quattordici tracce, tra cui tre composizioni originali scritte e ispirate alla grande mela: “Astoria”, “On the Brooklyn Bridge”, “Blues in Harlem” in stile mainstream con sonorità alla Wes Montgomery e alla George Benson, propone delle rivisitazioni di alcune tra le più celebri composizioni di Van Heusen tra cui, solo per citarne alcune, “Polkadots and Moonbeams”, “Like someone in love”, “Darn that dream”, “But beautiful”, “Call me irresponsible”. Trascinati da suoni chiari puliti e perfettamente ordinati. La chitarra di Palopoli domina la scena e riff dopo riff ci accompagnerà in un viaggio attraverso sonorità liriche ed armoniche, molto colorate e profonde, nella quale appaiono evidenti tutte le tecniche proposte dal chitarrista, con una grande ricchezza stilistica.

Cinque Opere sull’Amore di Maria Pellini

Si tratta dell'esposizione dell'artista Maria Pellini in mostra, dal 6 al 27 agosto 2017, all’interno del Centro Convegni del Castello di Sarzano (ex chiesa di San Bartolomeo) a Casina (Reggio Emilia).

Realizzata con il patrocinio della Provincia di Reggio Emilia e del Comune di Casina, la mostra verrà inaugurata domenica 6 agosto, alle ore 18.00.

Si segnala che l’esposizione sarà accompagnata da un ricco calendario di incontri, conferenze e performance teatrali ad ingresso gratuito sul tema dell’amore. In mostra, cinque opere a tecnica mista su tela di grandi dimensioni, realizzate nel 2016 e nel 2017. Un progetto, condiviso con Gianluca Montanari, che intende rappresentare l’universalità dell’amore, oltre i limiti precostituiti.

sabato 29 luglio 2017

Ercolano: crescono i visitatori al Parco Archeologico illuminato

Aumentano i visitatori ai percorsi serali al Parco Archeologico di Ercolano con un trend in costante crescita di venerdì in venerdì.

Con grande soddisfazione da parte della direzione del Parco e del personale degli scavi, nella serata di ieri sera sono stati numerosi i turisti che hanno affollato l’ingresso di Corso Resina e in tanti purtroppo non hanno potuto accedere al sito per l’elevato numero di visitatori. La Direzione comprende il disagio che alcuni turisti hanno incontrato nella serata di ieri ma per la tutela del sito gli accessi non possono superare un certo limite. L’impegno è di permettere la visita al maggior numero di visitatori possibile. Per le prossime aperture serali, che si protrarranno fino al 6 ottobre, il Parco archeologico organizzerà la visita con nuove modalità di accesso per permettere a coloro che sono interessati di poter fruire del sito illuminato.


A breve è inoltre previsto l’ampliamento dell’offerta con le ricostruzioni multimediali proiettate durante il percorso, realizzate in collaborazione con il Mav.

Ricordiamo che:
- i percorsi serali al Parco archeologico di Ercolano si svolgono grazie all’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo che con il Piano di Valorizzazione 2017 ha avviato il progetto delle Aperture serali straordinarie;
- l’accesso al sito archeologico avviene per gruppi di 30 persone, che vengono accompagnate negli Scavi dal personale del Parco, ricevendo informazioni di orientamento, in un percorso della durata di circa un’ora accedendo dall’ingresso di Corso Resina;
- all’area archeologica si entra da Corso Resina con un biglietto dal prezzo speciale di 2 €; l’ultimo ingresso è previsto alle ore 22:00.

Anche il Mav propone la sua offerta di visita all’interno delle sale del Museo allo stesso costo agevolato di 2 €. Per entrambi i siti i percorsi si terranno tutti i venerdì fino al 6 ottobre 2017.

Si segnala che Marco Di Lieto dal 28 Luglio fino al 10 Agosto espone a Minori presso Ailaikit Fes Show Room Factory per la sua primissima personale

Le opere esposte in mostra, come descrive lo scrittore Antonio Trucillo, “hanno uno sguardo anteriore, permangono nel presente e si sporgono sul futuro”.


Marco Di Lieto ha frequentato il Liceo Artistico di Salerno e, successivamente, l’Accademia delle Belle Arti di Napoli, e la sua è “una pittura che brucia”, che sente la necessità e l’urgenza “di spalancare la bocca, di dire a piena voce. Acidi eppure tenui, sulfurei eppure lirici, questi dipinti attirano come un magnete la meraviglia del reale, un reale messo sempre sotto indagine dalla dimensione del sogno e della visione. E’ un’ “action painting” domestica e insieme “arrabbiata” quella che Marco Di Lieto sgocciola volentieri sulle sue superfici. Ha la prerogativa di essere affabile pur nel suo essere accusatorio, nel voler quasi sbranare il circostante”, come sottolinea ancora Trucillo. Opere insomma che dicono di dolore e di pietà, di passione e disperazione, ma sempre con la consapevolezza che, rifacendosi a “L’idiota” di Dostoevskij, la Bellezza, e quindi l’Arte salverà il mondo.






The living cell

Si tratta della nuova produzione pittorica di Federica Rossi in mostra, dal 5 agosto al 24 settembre 2017, nella Manica Lunga del Museo della Città “Luigi Tonini” di Rimini.

Curata da Francesca Baboni e Stefano Taddei, la personale sarà inaugurata sabato 5 agosto alle ore 18.00. L’esposizione è promossa dal Comune di Rimini con il patrocinio della Biennale del Disegno, in collaborazione con la Galleria Annovi di Sassuolo (MO).

Dedicata alla cellula, nel suo divenire vita pulsante in viaggio verso l’eternità, la serie “The living cell”, da cui trae il titolo la mostra stessa, raccoglie una quarantina di opere inedite su tela e su carta che, rispetto alle precedenti ricerche, si differenziano per la significativa sottrazione di materia e per una scelta concettuale tesa a sviscerare pregnanti tematiche sul femminile e sulla maternità.

venerdì 28 luglio 2017

Klimt experience


Un vero e proprio excursus multisensoriale, ideato da Cross Media, che racconta attraverso immagini, suoni, musiche, evocazioni l’universo pittorico, culturale e sociale in cui operò Klimt.

Obiettivo di questo percorso espositivo è quello di proporre al visitatore un nuovo modello di fruizione dell’opera d’arte attraverso le potenzialità sempre più allargate delle nuove tecnologie.

Ideata da Crossmedia Group, con la consulenza scientifica di Sergio Risaliti, il progetto è ospitato al MUDEC fino al 7 gennaio 2018 ed intende anticipare le celebrazioni per il centenario della morte dell’artista, che sarà festeggiato a Vienna nel 2018 dai principali musei della città.


Portici: rotaie Ottocentesche custodite presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Si tratta di un esemplare di rotaie ottocentesche a doppia fuga ancorate su traverse bi-blocco in pietra lavica impegnate sulle prime ferrovie italiane.

Ricordiamo che il TRENO è un mezzo di trasporto pubblico adatto alla circolazione sulle ferrovie. La parola deriva da traino che a sua volta deriva dal latino Trahere, ossia tirare. Il termine si è modificato nel corso del tempo tramite il francese provenzale (train).

Il treno ha rappresentato un punto di svolta per l'evoluzione industriale delle nazioni ottocentesche, arrivando a svolgere per molti anni un ruolo centrale nella struttura politica, economica e sociale delle nazioni e conquistandola subito un posto di primo piano nell'immaginario collettivo.

Ecco alcune foto:





... non mancare all'appuntamento con me, Rosaria Pannico, il prossimo venerdì 4 agosto, alla scoperta, attraverso alcune fotografie scattate in questo mese di agosto 2017, dell'incantevole spazio esterno ai padiglioni del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa e la sua spettacolare vista mare.

mercoledì 26 luglio 2017

Sant'Anna

Oggi 26 luglio si ricorda Sant'Anna considerata dalla tradizione cristiana la moglie di Gioacchino e la madre di Maria Vergine ed è venerata come Santa.

Oggi la vogliamo ricordare così:

martedì 25 luglio 2017

Disegni di Leonardo Sinisgalli ceduti in comodato d'uso alla Fondazione Sinisgalli

Si segnala che ben diciannove disegni di Leonardo Sinisgalli (il poeta nato a Montemurro - Potenza nel 1908 e morto a Roma nel 1981) sono stati ceduti in comodato d'uso dal consiglio regionale della Basilicata alla Fondazione Sinisgalli e saranno esposti nella sua sede, la "Casa delle muse di Sinisgalli".

Basilicata in moto - in italiano e in inglese

Si segnala, a tutti gli amanti delle passeggiate in moto nella natura, la guida "Basilicata in moto" (in italiano e in inglese). 

Il testo accompagna il lettore-avventuriero attraverso ben sei itinerari che vanno da nord a sud della regione - della Melfi di Federico II ai templi della Magna Grecia sullo Ionio - e da est ad ovest, partendo dai Sassi di Matera (Capitale della cultura 2019) per arrivare a Maratea, la "perla del Tirreno".

La guida 'Basilicata in moto' è stata presentata nella serata del 23 luglio a Potenza.

Il futuro di Forte Rivoli

Forte Rivoli, un ex deposito di munizioni nel Comune di Rivoli Verones, diventerà uno spazio pensato per favorire le eccellenze del territorio, con aree museali ed espositive, ma anche un punto di riferimento per associazioni e cittadini.

A tal proposito si segnala essere stato formalizzato il trasferimento del bene che, grazie alla procedura del federalismo demaniale culturale, passa definitivamente dall'Agenzia all'amministrazione comunale per essere valorizzato attraverso il riordino e la messa in sicurezza degli edifici storici e la creazione di un percorso naturalistico.

Percorso controllato per la Fontana di Trevi

Da oggi parte un periodo di prova per un "percorso di transito controllato", voluto dal Campidoglio, con l'ausilio di due associazioni di volontariato per evitare assembramenti "ed eventuali comportamenti incompatibili con la fruizione del monumento".

Si segnala che la sperimentazione durerà 80 giorni e sarà attiva tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 24:00. Terminata la fase di sperimentazione è prevista la possibilità di procedere ad un bando per realizzare un presidio permanente.


lunedì 24 luglio 2017

Federico Seneca e la pubblicità

Si segnala dal 14 luglio al 24 settembre nelle sale della Galleria Carifano a palazzo Corbelli sarà possibile visitare la mostra Segno e forma nella pubblicità, allestita a Fano dedicata alla genialità di Federico Seneca (1891-1976). 

Maestro fanese di grafica, Seneca ha cambiato il volto del linguaggio pubblicitario novecentesco.

Circa 130 pezzi, tra manifesti e locandine, loghi, fotografie e memorabilia racconteranno la storia di un vero talento italiano, un artista-artigiano che, anche relazionandosi con i movimenti artistici della sua epoca (dal Liberty al Futurismo, dal Déco al Cubismo fino alle influenze surrealiste) sovvertì la comunicazione pubblicitaria tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, arrivando al boom economico.

La mostra, organizzata da Fondazione Gruppo Credito Valtellinese insieme alla Città di Fano, che omaggia così il suo illustre concittadino, inizia proprio dalla prima opera realizzata da Seneca: la pubblicità di Fano come stazione balneare realizzata su un bozzetto di ascendenza liberty (disegnato su carta oleata), opera dal disegno raffinato che apre per lui la strada al successo. Ricordiamo poi la Buitoni-Perugina ove Seneca diede il meglio di sé, disegnando l'immortale immagine iconica dei due amanti dei Baci Perugina ed ideando il sistema dei bigliettini dentro i cioccolatini.

venerdì 21 luglio 2017

Portici (NA) : "Pensilina Storica" al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa


Si tratta di una pensilina proveniente dalla stazione di Fiorenzuola d'Arda (una piccola stazione di fine ottocento situata sulla tratta ferroviaria Parma - Piacenza della linea Milano-Bologna).

Si ricorda che questo tipo di pensilina, con colonne in ghisa, è frutto di realizzazioni molto eleganti influenzate molto dal gusto neo-rinascimentale. Nella tettoia della pensilina si possono, infatti, ammirare alcuni elementi tipici di tale stile come ad esempio la mantovana, il capitello corinzio, le colonnine ed i decori floreali.

La tettoia della pensilina, lunga 22 metri ed è larga 7, è sorretta da 4 coppie di colonne di ghisa.
Attualmente sita nella zona esterna del museo, la pensilina affaccia su di uno splendido mare.



... Non mancare all'appuntamento con me, Rosaria Pannico, il prossimo venerdì 28 luglio, alla scoperta delle Rotaie Ottocentesche gelosamente conservate presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa...

giovedì 20 luglio 2017

"Geometrie di memoria" di Rosy Gallace

"Ho vissuto gli anni dell’infanzia e parte della giovinezza a contatto quotidiano con la natura rigogliosa della natia terra calabrese. Mi inebriavo del profumo dei fiori, del canto degli uccelli, del sapore dei frutti lungo i sentieri del ‘mio’ bosco, ideale luogo di meditazione, ascoltatore fidato dei piccoli segreti del cuore e balsamo nei momenti di malinconia. Da quando mi sono trasferita nella Lombardia operosa, rumorosa e frenetica, provo una crescente nostalgia per quelle visioni rasserenanti, per la luce delle albe e dei tramonti, per le nitide trasparenze del cielo. Così oggi sento spesso il bisogno vitale della quiete di allora: per ascoltarmi, per liberare le mie emozioni, per trarre ispirazione dagli sguardi, dai gesti e dalle storie delle persone incontrate nel mio cammino. Per questo motivo nel mio libro troverete ripetutamente le parole ‘luce’ e ‘silenzio’: esse esprimono le sensazioni che meglio mi rappresentano, che hanno accompagnato tanti momenti (mesti o gioiosi) della mia esistenza" (di Rosy Gallace). 
 

Nata in Calabria risiede a Rescaldina (MI). Negli anni ‘60 si trasferisce con la sua famiglia a Legnano (MI) dove studia e lavorato fino al 2004.
Fin da ragazza coltiva la passione di scrivere poesie e racconti. Solo dal 2011 inizia a partecipare ai concorsi letterari ottenendo numerosi e prestigiosi riconoscimenti.
Le sue opere sono inserite in diverse antologie di poesia contemporanea. Attualmente organizza Concorsi Letterari, reading poetici, presentazione di libri. E’ membro di Giuria in vari Concorsi Letterari. Canta nel Coro Santa Cecilia di Rescaldina e insegna lingua Italiana agli stranieri.
Ha partecipato alla rappresentazione dell’Opera “Ombre di tormentosa memoria” scritta e diretta dal poeta, scrittore e regista Fabiano Braccini in memoria delle vittime dei lager Nazisti.
Ha pubblicato 3 raccolte di poesie: “Piccoli Frammenti”, “I giorni che restano” e “Le parole taciute” e“ Geometrie di memoria”.

Ad Atrani reliquie della Santa Maria Maddalena al centro di un convegno oggi il 20 luglio - I festeggiamenti del 22 luglio per Santa Maria Maddalena, protettrice di Atrani, si arricchiscono di un importante ritrovamento per l’intera comunità parrocchiale

Nel 2016, infatti, con lo scopo di restituire al popolo atranese il proprio patrimonio storico, culturale e religioso, con l’assenso dell’Arcivescovo di Amalfi - Cava de’ Tirreni, monsignor Orazio Soricelli, e grazie alla collaborazione di don Nicola Mammato, economista della Curia, è stato riaperto dopo molti anni un armadio blindato all’interno della Chiesa della Collegiata di Atrani, che ha portato alla scoperta di oggetti sacri e di valore, ex-voto devozionali dei fedeli donati negli anni, accuratamente conservati e tramandati fino ai giorni nostri prima da don Angelo Cafuoco, parroco mai dimenticato dai suoi fedeli fino al 1987, e successivamente da don Catello Coppola.

Si segnala, tra i vari oggetti venuti alla luce, anche Sante Reliquie della Patrona, consistenti in filamenti di capelli, alcuni resti ossei e brandelli del camice che saranno riesposte al cospetto della comunità atranese e di tutti i fedeli che festeggeranno il Sacro evento.

Per l’occasione giovedì 20 Luglio il Comitato Festeggiamenti Santa Maria Maddalena, presso la Collegiata di Atrani, alle ore 19:00 organizza un Convegno, con l’intervento di storici, docenti dell’arte, autorità civili ed ecclesiastiche.

Del ritrovamento delle Sante Reliquie parleranno il professor Michele Sabino, ex Preside del Liceo Artistico di Salerno; il professor Giuseppe Gargano, storico e medievalista già presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana; il professor Donato Sarno, Storico del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, e il professor Luigi Buonocore, presidente del Comitato Festeggiamenti e del Museo Storico di Ravello. All’interessante iniziativa, condotta da Giuseppe Pisacane, saranno presenti il primo cittadino di Atrani Luciano De Rosa Laderchi e l’Arcivescovo di Amalfi - Cava de’ Tirreni Mons. Orazio Soricelli.

Il 21 Luglio poi, alle ore 10.00, le Sante Reliquie unitamente alla Statua della Patrona saranno poste sull’altare della Chiesa della Collegiata di Atrani per essere viste da tutti i fedeli, e per dare così inizio ai festeggiamenti.

I venerdì di Ercolano - la suggestione del Parco Archeologico illuminato incanta i visitatori

Si ricorda che proseguono i percorsi serali nella città di Ercolano (NA) che accoglie i propri visitatori con un’offerta variegata che vede Parco Archeologico e Mav uniti  in un percorso che unisce antico e presente.


I percorsi serali si svolgono grazie all’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo che con il Piano di Valorizzazione 2017 ha avviato il progetto delle Aperture serali straordinarie.


Ogni venerdì al Parco Archeologico di Ercolano i visitatori vengono accompagnati negli Scavi dal personale del Parco, ricevendo informazioni di orientamento, in un percorso della durata di circa un’ora accedendo dall’ingresso di Corso Resina.



Le visite partono alle ore 20:00 e, in gruppi di 30 persone, gli ospiti entrano nelle antiche dimore romane che si svelano con una soffusa illuminazione. Si accede al Sacello degli Augustali, alla Casa di Nettuno e Anfitrite, alle Terme femminili, alla Casa Sannitica e alla Casa dei Cervi.





All’area archeologica si entra da Corso Resina fino alle ore 23:00 con un biglietto dal prezzo speciale di 2 €. L’ultimo ingresso è previsto alle ore 22:00.



I percorsi si terranno tutti i venerdì fino al 6 ottobre 2017.

Ad ..incostieraamalfitana.it serata dedicata a “Follie! Follie!” il 21 Luglio nel Giardino Segreto dell’Anima della famiglia Telese-De Marco a Campinola di Tramonti

Penultimo dei due appuntamenti dell’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo. In collaborazione, infatti, con Enza Telese e Antonio De Marco, “custodi” del Giardino Segreto dell’Anima a Tramonti, e il Club dei Folli Costa d’Amalfi, venerdì 21 Luglio, ore 20.30, tra le azalee e gli agrumi dell’oasi verde nel cuore della frazione di Campinola, la seconda edizione di "Follie! Follie!".

Ispirata al “Tutto è follia follia nel mondo…" dalla Violetta della Traviata, la serata a Tramonti ha riferimenti molto più semplici e comuni.

Nel corso della serata, introdotta dall’intervento del poeta locale Alfonso Carotenuto su “La “follia” come sogno ambizioso a Tramonti” e condotta da Alfonso Bottone (direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it), sarà presentata la raccolta di versi “Foglio bianco” del poeta vietrese Enzo Tafuri, edita da Pegasus, e si parlerà di “sana” alimentazione e dieta mediterranea con il biologo amalfitano Giovanni Torre.

L’XI edizione della Festa del Libro in Mediterraneo, dedicata ai bambini di Amatrice e di Aleppo, si fregia quest’anno anche del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea.

Dalì - Esumazione resti

L'equipe incaricata dell'esumazione inizierà i lavori dopo le ore 20:00 nel Teatro-Museo dedicato al grande artista a Figueres, nella Catalogna del Nord.

Si ricorda che l'esumazione dei resti del maestro del surrealismo Salvador Dalì è stata ordinata da un giudice su richiesta di una donna di 60 anni che afferma di essere sua figlia naturale.

Le operazioni, dopo la chiusura del museo al pubblico, dureranno circa 5 ore che inizieranno con la rimozione della lastra di marmo di 1,5 tonnellate che copre la tomba del pittore, morto il 23 gennaio del 1989. I medici legali dovranno poi estrarre dal cadavere per prelevare campioni di unghie, denti e midollo, da cui ricaveranno il dna, che verrà confrontato con quello della presunta figlia.

La donna, originaria di Figueres, sostiene di essere frutto di una relazione clandestina nel 1955 a Cadaques, sulla Costa Brava, fra il pittore e una domestica in una famiglia in vacanze nella zona.

20 luglio 2017 - Ricordando Guglielmo Marconi

Oggi 20 luglio sono passati 80 anni esatti dalla morte di Guglielmo Marconi, uno dei più celebri fisici e inventori italiani e insignito anche del premio Nobel per la fisica nel 1909

A lui dobbiamo la straordinaria invenzione delle comunicazioni senza fili e di tutto ciò che hanno portato, dalla radio alla Tv. Marconi morì a Roma il 20 luglio del 1937: quello stesso giorno, in segno di lutto, le stazioni radio di tutto il mondo interrompono contemporaneamente le trasmissioni per due minuti.

Si ricorda che l’8 dicembre 1895, dopo vari tentativi, riuscì a far funzionare un apparecchio che poteva comunicare e ricevere segnali a distanza con l’alfabeto Morse, superando l’ostacolo naturale di una collina ed il colpo di fucile che il maggiordomo sparò in aria per confermare la riuscita dell'esperimento viene oggi considerato l'atto di battesimo della radio in Italia.

Ricordiamo che gli furono conferite 16 lauree honoris causa, 25 onorificenze di alto rango e 13 cittadinanze onorarie.

mercoledì 19 luglio 2017

PACHAMAMA al Pan


Si segnala per venerdì 21 Luglio alle ore 17:00 presso il PAN in via dei Mille - Napoli  la proiezione gratuita del film documentario di Thomas Torelli "Pachamama" I Diritti di Madre Terra, nato per supportare la campagna di sensibilizzazione svolta da Alberto Ruz Buenfil per la creazione di una Carta dei Diritti di Madre Terra.

Al dibattito saranno presenti in sala, oltre ad Alberto Ruz Buenfil, l'avvocato e studioso esperto della Civiltà Maya Antonio Giacchetti, attivo nella diffusione del Calendario Maya. Seguirà Dibattito.

martedì 18 luglio 2017

Il Premio costadamalfilibri 2017 a Mauro Valentini con “Marta Russo. Il mistero della Sapienza” Mauro Valentini con "Marta Russo. Il mistero della Sapienza" (Sovera) vince il Premio costadamalfilibri 2017, maiolica della tradizione ceramista vietrese realizzata da Nicola Campanile

Il 9 maggio 1997 Marta Russo, una studentessa dell’Università La Sapienza di Roma mentre passeggia a fianco di una sua amica viene colpita da un proiettile che la ferisce mortalmente alla nuca.

Il libro di Mauro Valentini ripercorre l’incredibile vicenda umana e giudiziaria che ha portato alla condanna di Scattone e Ferraro, indicati come i colpevoli di quell’omicidio, svelando molti particolari inediti di quello che rimane, nonostante la sentenza passata in giudicato, un vero enigma.

“Felicissimo per questo riconoscimento così ambito, con 52 novità letterarie in gara. Dedico questa vittoria soprattutto a Marta e al suo senso di giustizia”, le prime parole del vincitore alla consegna del premio dalle mani di Roberto Della Monica e Angela Speranza, rispettivamente primo cittadino e assessore al turismo del Comune di Cetara.

Al vincitore anche un Ticket Vantage-Buono Vacanza per una settimana di soggiorno nei Residence-Villaggi “PrimaClub”, messo a disposizione dall’Associazione UniverCity in collaborazione con PrimaClub, consegnato da Bruno Infante e Imma De Agostinis.

Al secondo posto Claudia Saba con "Era mio padre" (Laura Capone), che riceve il riconoscimento dalle mani di Emiliano Amato, presidente dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”. Un’autobiografia quella della Saba, che racconta ai lettori la sua storia, che è quella di tante altre donne vittime di violenza. Un libro che ripercorre gli abusi subiti da bambina dall’autrice nella speranza di essere di aiuto a chi ha vissuto esperienze di dolore simili e, soprattutto, per testimoniare in prima persona che da una situazione di violenza domestica si può uscire, riscoprendosi anche più forti.

Ex aequo al terzo posto Adriana Assini con "Giulia Tofana. Gli amori, i veleni" (Scrittura &Scritture), premiata da Diana De Bartolomeis, vicepresidente dello Yachting Club Salerno, e Stefano Valente con "Il Barone dell'Alba" (Graphofeel), che ha ricevuto il riconoscimento da Mariagrazia Salpietro, presidente dell’Associazione “Joseph Beuys e oltre” di Cava de’ Tirreni.
La cerimonia di premiazione nell’affollatissima Piazza San Francesco di Cetara, a conclusione dell’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, dedicata ai bambini di Amatrice e di Aleppo, si fregia quest’anno anche del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Commissione Europea.

Il 20 luglio parte “Praiano racconti & maree” con i libri d’humour di Lucio Rufolo. Dieci appuntamenti fino al Premio inPace 2017 ad Amnesty International

All’insegna dell’umorismo l’apertura della I° edizione di Praiano racconti & maree…, rassegna “non solo” letteraria, promossa dall’Associazione culturale Costadamalfiper…, organizzatrice di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo; con il patrocinio del Comune di Praiano.

Sarà una vera e propria “Maratona dell’Allegria - dall’Homo Padanus all’Homo Trafficans” l’appuntamento di Giovedì 20 Luglio, ore 20:30, al Centro Culturale “Andrea Pane” (Biblioteca comunale) di Praiano, con lo scrittore Lucio Rufolo.

Da “Per i piccinìn cuore affettat. (I figli so’ piezz’ ‘e core)” a “De Bello Traffico”, da “Ho scritto T’avor sulla sabbia” all’“Antologia di Sp@m River. E-mail d’amore inviate e mai lette”, editi da Homo Scrivens, un vero e proprio viaggio nell’umorismo “a crepapelle” dello scrittore d’humour nato a Contursi Terme, nel salernitano, ma medico specialista in pneumologia all’Ospedale Cardarelli di Napoli.Coetaneo di Richard Gere, non ne ha però condiviso i successi erotico-sentimentali, come sottolinea lui stesso. Di umorismo e dei suoi libri ne parlerà con l’autore Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it

Gli appuntamenti di Praiano racconti & maree proseguiranno  il 26 Luglio con Christian De Iuliis e il divertentissimo “Vamos a la playa (fenomenologia del Righeira contemporaneo)”, anch’esso pubblicato da Homo Scrivens; l’8 Agosto con Vito Pinto e il suo “Viaggio inverso. Letterati, artisti e divi sulla Costa d’Amalfi” (Graus). Da settembre a novembre poi due appuntamenti al mese, con l’Associazione Atellana di Maiori nell’adattamento teatrale del libro “De vulgari cazzimma” di Pino Imperatore; la “gastronomia” di Enzo Landolfi in “158. Comuni, ricette, filmati: Salerno una Provincia da gustare” (Printart); la musica di Mino Remoli e della sua “Breve storia della canzone napoletana” (Homo Scrivens); la ricerca storica locale de “Praiano nel 1752” di Fabio Paolucci, dell’Arturo Bascetta Edizioni; “Giallo...noir”, un “salotto” con 3 autori di letteratura “gialla” e “noir” appunto; “Corti d’Autore”, con la proiezione di corti o web serie vincitori delle edizioni di “Libro in…corto” ad ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo; “Nutrizione e Dieta Mediterranea”, un incontro sull’uso corretto dell’alimentazione.

“Chiuderemo questo percorso culturale, per cui devo ringraziare il sostegno del Comune di Praiano, ed in particolar modo dell’assessore alla cultura Anna Maria Caso, ” - sottolinea Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it - “nel periodo pre natalizio con la III° edizione di “Premio inPace” e la consegna del prestigioso riconoscimento ad Amnesty International Italia”.

Musei in crescita nel primo semestre del 2017

Sono stati 23.213.288 gli ingressi in musei, monumenti e aree archeologiche statali e 88.708.038 euro gli introiti, con un aumento rispettivamente del 7,3% (cioè 2 milioni in più di visitatori) e del 17,2% rispetto al medesimo periodo del 2016.

A rilevare questi dati l'Ufficio Statistica del Mibact.


"Sarà un'altra annata da record", commenta il ministro Dario Franceschini.

Al primo posto tra le regioni figura il Lazio, con 10.131.268 visitatori (+2,23%) e 36.220.370 euro di incassi (+14,7%);
la Campania consolida la seconda posizione conquistata nel 2015 con 4.375.734 ingressi (+15,4%) e introiti per 19.689.195 euro (+17,6%);
terza è la Toscana con 3.443.800 biglietti (+11,7%) e 16.520.112 euro di incassi (+17,1%).

Aquila: estate di spettacoli tra cantieri e palazzi restaurati - Fino all'11 agosto nel cuore dell'Aquila ancora in ricostruzione dopo il terremoto del 2009, vanno in scena "I cantieri dell'Immaginario".

Si tratta di trenta giorni di musica, teatro, danza, mostre, appuntamenti per bambini, laboratori e tanti ospiti. Tutti spettacoli tra cantieri attivi o magnifiche facciate restaurate e restituite a cittadini e turisti.

La rassegna ha debuttato giovedì 13 luglio presso l’Auditorium del Parco il primo di quattro incontri sulla figura di Gadda, con l’intervento di Josè Maria Sciutto. Gli altri tre incontri con Primo di Nicola (20 luglio), Ugo Pagliai (27 luglio) e Silvia Giampaola (3 agosto) precedono lo spettacolo “L’Ingegner Gadda alla scoperta dell’Aquila”, il 5 e il 6 agosto all’Auditorium del Parco.

Ricordiamo che la kermesse è giunta alla VI° edizione ed è ideata del Comune dell'Aquila in collaborazione con Società Aquilana dei Concerti Barattelli, I solisti Aquilani, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Gruppo e-Motion, Teatro Brucaliffo, Associazione culturale Teatrabile, Associazione Musica per la Pace, Quarto di Santa Giusta- Muspaq, Kiasma Abruzzo e la partecipazione del Conservatorio “A. Casella”.

Il cartellone prevede 54 eventi, tutti ad ingresso gratuito, con 42 spettacoli teatrali, 5 incontri con giornalisti, artisti e autori, 2 mostre e 14 prime assolute, oltre 500 artisti e 30 giorni di programmazione, in 21 sedi già utilizzate nelle precedenti edizioni (Auditorium del Parco, Ridotto del Teatro Comunale, Munda, Monastero S. Amico, Palazzetto dei Nobili, Fontana 99 Cannelle, Piazza S. Pietro, Parco del Castello), altre nuove (Palazzo Cappa, Auditorium Shigeru Ban, Santuario Madonna d’Appari, Chiesa di S. Giuseppe, Basilica S. Bernardino, Palazzo Ex Unicredit, Chiostro Convento S. Chiara, Palazzo Pica Alfieri, Scalinata S. Bernardino, Piazza S. Giusta, Parco Collemaggio, Piazza Duomo, Palazzo Carli Benedetti).

L’intero programma è disponibile sul sito www.icantieridellimmaginario.it e sul sito del Comune dell’Aquila.

I_Ride


sabato 15 luglio 2017

Riapre la Torre degli Asinelli di Bologna

Dopo i lavori di rinforzo della scala interna e la riqualificazione della terrazza sulla sua sommità, uno dei simboli della città torna ad accogliere i visitatori con nuove modalità, riapre a Bologna la Torre degli Asinelli.

La novità dopo la riapertura è che sono state introdotte le fasce orarie, con accessi ogni 45 minuti: selezionando l'orario al momento dell'acquisto, i visitatori potranno accedere senza fare code in Piazza di Porta Ravegnana. Si segnala inoltre che l'acquisto potrà essere fatto online sul nuovo sito duetorribologna.com e senza necessità di stampare il biglietto, oppure, presso l'ufficio informazioni Bologna Welcome sito in Piazza Maggiore.

"Andiamo avanti per far conoscere al mondo la torre degli Asinelli e per farla riscoprire ai bolognesi - ha detto il sindaco, Virginio Merola, presente alla riapertura con Gilberto Dalla Valle (ingegnere responsabile dei lavori sulla torre) - questo nuovo sistema permetterà di prenotare l'accesso alla torre e tutto sarà possibile farlo tramite smartphone e computer. E' una risposta che diamo all'aumento del turismo in città che ha in questi giorni raggiunto un tasso di occupazione dei nostri alberghi di più del 60%".

Il prossimo passo sarà quello dell'apertura di un punto informativo per il turismo ai piedi delle due torri.

"Le due torri sono in perfetta salute - ha detto il sindaco - ci sono 64 strumenti diversi che ogni giorno monitorano la saldezza della più alta torre pendente d'Italia".

Roma - Stop ai Centurioni

Si segnala che per garantire ai turisti ed alla cittadinanza fruibilità e vivibilità dei beni culturali, assicurando decoro e sicurezza, è stata firmata dalla sindaca di Roma la nuova ordinanza che vieta i cosiddetti centurioni.

Il provvedimento, valido fino al 31 ottobre 2017, riguarda tutto il Centro Storico di Roma e per i trasgressori si applicherà una sanzione amministrativa pecuniaria di 400 euro.

L'ordinanza, spiegano dal Campidoglio: "prevede il divieto di qualsiasi attività incentrata sulla disponibilità a essere ritratto come soggetto in abbigliamento storico (per esempio centurioni), in fotografie o filmati (anche senza richiesta di corrispettivo in denaro) ad esclusione di riprese filmate e/o fotografiche autorizzate dall'amministrazione capitolina".

Ricordiamo che l'ordinanza in questione richiama quanto stabilito dal decreto legge n.14 del 20 febbraio 2017, convertito nella legge numero 48 del 18 aprile 2017, in base a quale, il sindaco, quale rappresentante della comunità locale, può adottare specifici provvedimenti finalizzati a superare situazioni di grave incuria o degrado del territorio, dell'ambiente e del patrimonio culturale o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana.

Il provvedimento, valido fino al 31 ottobre 2017, riguarda tutto il territorio incluso nel perimetro riconosciuto come sito dell'Unesco: l'elenco delle strade è riportato sul sito di Roma Capitale.

venerdì 14 luglio 2017

Locomotiva Bayard

Una delle locomotive a vapore costruite come prima dotazione della ferrovia Napoli-Portici: prima locomotiva italiana 


Si segnala che il nome "Bayard" fu attribuito in onore dell'ingegner Armand Joseph Bayard de la Vingtrie, a cui il re Ferdinando II aveva affidato, insieme ad altri soci, la concessione della costruzione della linea ferroviaria da Napoli a Nocera Inferiore, di cui il primo tronco fu quello fino a Granatello di Portici.

Ecco alcune foto scattate dalla giornalista Rosaria Pannico:









... non mancare all'appuntamento con me, Rosaria Pannico, il prossimo venerdì 21 luglio alla scoperta della "Pensilina Storica" del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa ...

Ai tempi dell'impero romano i bambini crescevano più rapidamente che al giorno d'oggi

Uno studio, pubblicato sulla rivista Plos One e condotto dai biologi dell'università Sapienza di Roma in collaborazione con il Museo delle Civiltà di Roma, l'Università di Tolosa III e l'University College di Londra rivela che ai tempi dell'impero romano i bambini crescevano più rapidamente che al giorno d'oggi.

Lo studio si basa sull'analisi di 18 denti da latte appartenenti ad altrettanti neonati sepolti nel II secolo dopo Cristo nella necropoli di Velia, vicino Salerno.

"I denti sono importanti archivi che racchiudono la storia di un individuo - spiega la prima autrice dello studio, Alessia Nava - I denti da latte, in particolare, si formano già a partire dal terzo mese di gestazione e per questo possono fornire importanti informazioni sullo sviluppo intrauterino, un momento cruciale della vita che ha inevitabili ricadute sulla salute anche in età adulta".

"I denti si formano per apposizione di strati successivi di smalto, che generano anelli di accrescimento simili a quelli dei tronchi degli alberi. Sezionandoli longitudinalmente - sottolinea Alessia Nava - possiamo leggere la loro sequenza, ricavando una cronologia dettagliata al singolo giorno. Possiamo scoprire se la gravidanza è stata disturbata da eventi stressanti, se il bimbo è nato prematuro e perfino se è morto subito dopo la nascita".

I dati ottenuti dalle analisi hanno permesso di sviluppare un modello statistico che permette di calcolare in modo semplificato i tassi medi di crescita dei denti da latte e di stimare la percentuale di nati prematuri nelle popolazioni archeologiche. Confrontando i tassi di crescita media giornaliera con quelli osservabili nei bambini di epoche moderne. Dallo studio emerge, a sorpresa, che nei bimbi dell'antica Roma lo sviluppo era più variabile ma mediamente più alto.

Venticinquesimo anniversario della strage di via D'Amelio

A ricordare il venticinquesimo anniversario della strage di via D'Amelio, una messa, un murales, un concerto e la mostra "Falcone e Borsellino" realizzata dall'ANSA in collaborazione con il Consiglio dei Ministri.

Mercoledì 19 luglio Sestu ospita "Noi non dimentichiamo". Si tratta di una manifestazione organizzata dal Comune, Polizia di Stato, Libera Sardegna (associazione contro le mafie), Centro di Servizio per il volontariato di Sardegna Solidale e Musicanova Contest.

La giornata commemorativa si aprirà alle ore 9:30 con una messa in suffragio di Emanuela Loi (uccisa con altri quattro agenti della scorta nell'attentato a Paolo Borsellino) presso la chiesa di San Giorgio Martire celebrata dall'Arcivescovo di Cagliari Arrigo Miglio. Alle ore 10:30, in presenza dei familiari ed autorità civili e militari, la sindaca Paola Secci deporrà una corona di fiori sulla tomba dell'agente.

Alle ore 11:30 appuntamento sarà in via Emanuela Loi, dove artisti della street art realizzeranno un murales raffigurante la giovane.

Si segnala che la mattina si concluderà con l'inaugurazione alle ore 12:00, nei locali di Casa Ofelia in via Parrocchia 88, della mostra realizzata dall'ANSA e dedicata a Falcone e Borsellino. 
Attualmente la mostra è visitabile sull'isola dell'Asinara, dove da ormai cinque anni viene esposta nel bunker in cui fu tenuto Totò Riina utilizzato oggi come museo in memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie, ma da domani sarà allestita presso la casa Ofelia di Sestu e sarà visibile gratuitamente per due giorni.

Per la prima volta, poi, Sestu organizza un concerto.

La 'Collezione Segreta' di Nuti

Si tratta di un insieme di dipinti esposto dal 13 luglio fino al 4 agosto e poi ancora dal 28 agosto al 15 settembre, allo spazio "Lato" di piazza San Marco, nel centro storico di Prato.

Sono ben venti opere inedite dipinte in varie fasi della sua carriera, anche successive al tremendo incidente domestico del 2006. Si ricordi che l'ex attore e regista si avvicinò alla pittura negli anni Novanta. E' infatti proprio il 1990 quando Francesco Nuti, attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico, si avvicina alla pittura. Siamo a Ostenda, in Belgio, quando l'attrice Isabella Ferrari gli fa dono di una scatola di acquerelli. Così, un po' per noia, senza alcun disegno preparatorio, comincia a tracciare forme astratte su pezzi di carta. Nello stesso anno scopre la tempera acrilica e con questa materia inizia una lotta con la superficie della tela. La sua pittura si fa sempre più corposa e impulsiva, più si sente inquieto e più dipinge, incolla, strappa. Nuti dipinge per sé, senza esporre fino al 2006. Nel 2011 a Prato, presso Opificio JM di John Malkovich, viene realizzata la sua prima mostra personale.

Soggetto dei suoi dipinti negli anni divenne ossessivo: quasi tutte figure umane caratterizzate da un lungo naso da Pinocchio.

Sentieri di Versi

The members of the Jury (coordinated by Dott. Massimo Vito Massa – Writer and President of the Association “L’Oceano nell’Anima” and U.N.A.C.I.), whose judgment is unquestionable, are:

1. Dott. Giacomo Balzano – Writer and Psychoanalyst;
2. Prof. Silvana Calaprice - University Professor and National Vice-President of UNICEF;
3. Dott.ssa Francesca De Giosa – National Vice-President of Italian Catholic Teachers Association;
4. Dott. Luca Lombardi – Member of the Governing Council of Italian Academy of Numismatic Studies and Owner of the Publishing House “Biblionumis”;
5. Dott.ssa Maria Pina Santoro – Writer and Director Psychiatrist Mental Health Center ASL/BA;
6. Dott.ssa Marina Stancarone - Lyterary Critic;
7. Dott. Gilberto Vergoni – Writer and Director Neurosurgeon at the ASL/CESENA.

11) SPONSORSHIPS
Sponsored by UNICEF – Provincial Section of Bari, Regione Puglia, University of Bari “Aldo Moro”, Aviation Association – Section of Bari, Italian Catholic Teachers Association – Section of Bari, Frates – Blood Donors, Publishing House “Biblionumis”, "Africa Solidarietà Onlus" Association, Cultural Association “Euterpe” and Cultural Association “L’Oceano nell’Anima”.
Any other sponsor will be notified later.

12) NOTES
Participation in the International Award of Poetry “Sentieri DiVersi” – Second Edition – implies full knowledge and unconditional acceptance of this regulation and the authorization to process personal data, under the Law 675/96.

13) ANTHOLOGY
Dott. Luca Lombardi’s prestigious PUBLISHING HOUSE “BIBLIONUMIS”, in collaboration with the Jury of the International Award of Poetry “Sentieri DiVersi”, will select the best works for an Antology OPAC registered (National Library Catalog).

THE ANTOLOGY WILL BE PART OF A BOOK SERIES WITHIN A PROJECT, collecting the themes of the Prize. Subsequently, the authors will be involved in a presentation of their works. Sending the participation mail is to all effects a consent form for the publishing on the eventual Anthology; the copyrights rest to the Author. There is no obligation to purchase.
Partecipation implies tacit authorization to publish compositions and any photos on all means of diffusion without further formalities. The attestation of participation will be sent by mail.

14) INFORMATIONS

All informations about the Contest will be published on the facebook page. For more information you can write to sentieridiversi2017@libero.it.

The President
Dott.ssa Maria Musicco

giovedì 13 luglio 2017

E' morto a 97 anni lo storico inglese Denis Mack Smith

E' stato un grande esperto di storia italiana ed autore di saggi bestseller come 'Storia d'Italia dal 1861 al 1997' (Laterza).

Denis Mack Smith è nato a Londra il 3 marzo 1920, laureato a Cambridge e collaboratore di Benedetto Croce è stato membro della British Academy, Mack Smith.

Si segnala che ha vissuto a lungo in Italia studiando i grandi protagonisti della storia del Bel Paese come Garibaldi, Mazzini, Cavour (Il Risorgimento italiano, Laterza, Cavour e Garibaldi per Rizzoli, opera duramente criticata dallo storico Rosario Romeo).

Il Dio fluviale, una delle sculture più fragili di Michelangelo, restaurata dopo oltre cinquant'anni di riposo in un deposito, torna a vedere la luce

L'opera riemerge in tutto il suo splendore dopo un lungo restauro durato oltre tre anni. Il lavoro di recupero, condotto dalla restauratrice Rosanna Moradei sotto la guida attenta dell'Opificio delle pietre dure, è stato possibile grazie al contributo di circa 32mila euro della fondazione No profit Friends of Florence. 



Custodito nei sotterranei di casa Buonarroti a Firenze, ma di proprietà dell'Accademia delle Arti e del Disegno del capoluogo toscano sarà tra i protagonisti di una grande mostra sul Rinascimento di Palazzo Strozzi e quindi tornerà esposto in via permanente all'Accademia delle Arti e del Disegno.

Expò Art Polis Napoli


Sylvain Bellenger vince il Premio Speciale GreenCare 2017

Il direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger ha vinto il Premio Speciale GreenCare 2017.

La cerimonia di premiazione è fissata per giovedì 13 luglio alle ore 18:00 presso la Sala Salvatore D’Amato dell’Unione Industriali Napoli - piazza dei Martiri 58.

Il Premio GreenCare, ideato, realizzato e curato da Benedetta de Falco, giunto alla sua seconda edizione, assegna un riconoscimento ai meritevoli curatori del verde urbano nell’area metropolitana di Napoli per promuovere un senso civico più “green”. L'anno scorso è stato assegnato al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la più ampia fruizione dei giardini di Villa Rosebery e quest'anno è stato assegnato al direttore Bellenger per “il nuovo approccio alla cura ed alla valorizzazione del Real Bosco di Capodimonte”. I vincitori riceveranno la lancia-foglia, disegnata dal Compasso d’oro Riccardo Dalisi e realizzata dall’officina artigiana di migranti africani “L’Avventura di latta”. Testimonial d’eccezione: Maurizio de Giovanni e Gea Martire.

La giuria del Premio Green Care è composta da: Alberta Campitelli, Vice presidente Associazione Parchi e Giardini d’Italia (Roma); Ornella Capezzuto, Presidente WWF Napoli; Maria Rosaria de Divitiis, Presidente FAI Campania; Riccardo Motti, Direttore Orto Botanico di Portici, Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II; Patrizia Spinelli Napoletano, Presidente Garden Club Napoli; Mariella Utili, Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio - MIBACT; Judith Wade, Presidente Grandi Giardini Italiani (Como); Alessandra Vinciguerra, Presidente Fondazione William Walton e Direttrice Giardini La Mortella (Ischia); Simonetta Zanon, Fondazione Benetton Studi e Ricerche (Treviso).

Il Premio si realizza con il sostegno di Ferrarelle Spa, L’Oro di Capri, Mati Sud, Russo di Casandrino Spa ed in collaborazione con Arti Grafiche Boccia Spa, Cupiello, Sit & Service Soc. Coop. Gode dei patrocini di Associazione Parchi e Giardini d’Italia, FAI - Presidenza Campania, Fondazione Benetton Studi Ricerche, Fondazione William Walton e La Mortella, Grandi Giardini Italiani, Miur - Ufficio Scolastico Regionale per la Campania - Direzione Generale, Unione Industriali Napoli.

Le donne e l'informazione - Giornalismo in rosa

Si segnala che sabato 15 luglio, ore 19:45, sulla terrazza della Torre Vicereale di Cetara ci sarà una tavola rotonda “Giornalismo in rosa: le donne e l’informazione”. Promossa dall’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone” è moderata dal presidente del sodalizio Emiliano Amato, direttore responsabile de Il Vescovado, con gli interventi di Josephine Alessio di RAINews 24 e di Francesca De Simone di LiraTv.

Alla “Lady News della notte”, come è stata ribattezzata la Alessio, che inizia a lavorare quando tutti gli altri ancora dormono, alle 5:15 a.m. per la conduzione della prima edizione del telegiornale dell’alba a reti unificate su Rai Uno e Rai Tre, sarà consegnata dall’XI edizione di ..incostieraamalfitana.it il Premio ABE Regione Campania “Informazione oggi” 2017.



Una “penna in argento” è il simbolo di questo premio, promosso da Arturo Bascetta Editore e giunto alla V edizione.



Il direttore organizzativo della Festa del Libro in Mediterraneo, Alfonso Bottone, consegnerà anche le “Menzioni Speciali” del Premio costadamalfilibri a Elio Serino per “Il segreto di Estrella” edito da Homo Scrivens, a Federica Flocco per “Mia” pubblicato da Alessandro Polidoro, a Francesco Memoli per “Playlist. Se ci fosse la musica” edito da Mondoscrittura, a Mario de Simone per “Tarantella Nera” pubblicato da Ad Est dell’Equatore.



Si ricorda poi che nella seratadel giorno seguente, domenica 16 luglio, sarà proclamato, nella piazza San Francesco di Cetara, il vincitore dell’edizione 2017 del Premio costadamalfilibri. A contendersi il prestigioso riconoscimento, maiolica della tradizione ceramista vietrese realizzata da Nicola Campanile, “Era mio padre” di Claudia Saba, edito da Laura Capone; “Giulia Tofana. Gli amori, i veleni” di Adriana Assini, pubblicato da Scrittura & Scritture; “Il Barone dell’Alba” di Stefano Valente, edito da Graphofeel; “Marta Russo. Il Mistero della Sapienza” di Mauro Valentini, pubblicato da Sovera.




Ai finalisti che non saliranno sul gradino più alto del podio i premi dell’Associazione Giornalisti Cava-Costa d’Amalfi “Lucio Barone”, dell’Associazione “Joseph Beuys e oltre”, dello Yachting Club Salerno. Premi Speciali della Giuria, ceramiche realizzate dall’artista Ida Mainenti, ex aequo a “Il buio dentro” di Antonio Lanzetta, edito da La Corte, e a “Intrigo ad Ischia” di Piera Carlomagno, pubblicato da Centauria. A “Faximile. 101 riscritture di opere letterarie” di Autori vari, edito da Homo Scrivens, il Premio Speciale Associazione “Costadamalfiper…” XI edizione ..incostieraamalfitana.it.

mercoledì 12 luglio 2017

L'estate tra le righe - rassegna letteraria-vacanziera

Inizia oggi la prima rassegna letteraria vacanziera pensata e promossa da Homo Scrivens che prevede 4 appuntamenti durante tutto il mese di luglio. 


Ecco il programma
Mercoledì 12 luglio: Un’estate con Sentimento
Venerdì 14 luglio: Un’estate nel Mistero
Lunedì 17 luglio: Un’estate a Napoli
Giovedì 20 luglio: Un’estate Shocking
ore 19:00 presso via Santa Maria della Libera n.42 - Napoli.
Si segnala l'ingresso Gratuito e Sconti su tutti i libri.

lunedì 10 luglio 2017

Matera - Corso di laurea in Architettura

Si segnala che ancora fino al prossimo 25 luglio sarà possibile effettuare le iscrizioni per il test di ammissione al corso laurea magistrale a ciclo unico in Architettura dell'Università della Basilicata per l'anno accademico 2017-18.


Si ricorda che il corso di laurea è a numero chiuso e le domande vanno presentate entro le ore 15 sul portale "UniversItaly", andranno poi perfezionate sul sito web dell'Ateneo lucano.

I posti disponibili sono complessivamente 80 (più due destinati a studenti non comunitari non residenti in Italia).

Matera e Malta unite dalla mostra "Mediterraneo in chiaroscuro"

Matera capitale europea della cultura 2019 e La Valletta (Malta) capitale europea per il 2018 saranno unite dalla mostra "Mediterraneo in chiaroscuro"

Si tratta di un'esposizione che raccoglie opere degli artisti del Seicento esposte nei musei maltesi ed in quelli italiani.

L'evento, sostenuto dalla Fondazione "Matera-Basilicata 2019", sarà inaugurato domani sera a Palazzo Lanfranchi e durerà fino al mese di novembre.