mercoledì 28 febbraio 2018

A Giuseppe Mascolo il Premio Rodaviva Cultura 2018 per le sezioni “Letteratura” e “Teatro” il 1 marzo al Bar libreria Rodaviva di Cava de’ Tirreni

L’“anima” sarà la vera protagonista del nuovo appuntamento della seconda edizione di “..incostieramalfitana.it di Giovedì al Rodaviva”, il 1 Marzo al Bar libreria Rodaviva di Cava de’ Tirreni, con inizio alle ore 19.00.

Un viaggio dell’anima e nell’anima della Costa d’Amalfi è “Oltre il sublime” di Giuseppe Mascolo, edito da Formare. Un diario di viaggio, un ritratto d’autore, un impatto d’amore. Di “sfumature”, di narrazione appassionata, di ritratti “autentici” di appartenenza che a volte è più semplice trasmettere con poesia in prosa, come l’autore è abituato a fare, ma attraverso la narrazione, il percorso, i personaggi reali e immaginati, il vissuto e l’emozione si fanno più toccanti e tutto diventa originale. Anche il “teatro dell’anima”, tratteggiando il profilo umano e psicologico di attori, di artisti come Giorgio Albertazzi, Gabriele Lavia, Irene Papas, Woody Allen, Tato Russo, Giuliana De Sio, Monica Guerritore e molti altri, in “Teatro e profili” sempre di Giuseppe Mascolo, pubblicato anch’esso da Formare. Ma anche il teatro e il suo rapporto vitale con la società, che recupera l’interesse e la motivazione oltre che del pubblico tradizionale anche quello delle giovani generazioni.

L’autore si intratterrà con Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it, con l’intervento di ospiti del mondo dello spettacolo e della cultura.

Giuseppe Mascolo è nato ad Angri; ideatore e direttore artistico di rassegne culturali, eventi e premi, come il “Naples in the world”, ha svolto un’intensa attività al Teatro Bellini di Napoli, ricoprendo l’incarico di Direttore Generale, ed in seguito di Direttore delle Attività Culturali e delle Relazioni esterne. Esperto conoscitore dei comuni della Costiera Amalfitana, è stato Assessore al Turismo ad Amalfi e Minori, oltre ad aver curato i rapporti con le istituzioni del Festival di Ravello. Ha ricoperto anche l’incarico di Assessore al Comune di Angri. A lui sarà assegnato il primo dei riconoscimenti.
del Premio Rodaviva Cultura 2018 per le sezioni “Letteratura” e “Teatro”.

“La nostra terra è ricca di fermenti culturali,” - sottolinea Sandra Ruggiero del Bar libreria Rodaviva - “grazie a personalità che, spesso da dietro le quinte, dedicano ogni sforzo per divulgare tanta ricchezza. A loro, in collaborazione con ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, abbiamo voluto dedicare questo Premio”.

BRAD HOWE


MAESTRE al MA è la personale dell'artista Silvana Leonardi

Mercoledì 7 marzo 2018 dalle ore 17 si inaugura presso Movimento Aperto la personale dell'artista romana Silvana Leonardi, intitolata MAESTRE, introdotta da un testo Giorgio Agnisola che interverrà insieme a Silvana Leonardi ,di cui è prevista una lectureperformance. Resterà aperta fino al 31 marzo, lunedì e martedì ore 17-19, venerdì ore 10.30-12.30 e su appuntamento.

In mostra un ciclo di ventuno dipinti su carta (olio e mixedmedia) di varie dimensioni:sono i volti di scrittrici, poetesse, artiste, scienziate che hanno saputo sfidare i pregiudizi e conquistarsi un ruolo di primo piano :Sono appunto le MAESTRE, donne come:Anna Maria Ortese, Emily Dickinson,Virginia Woolf,Louise Bourgeois, George Sand , Grazia deledda e ...tante ancora.

Silvana Leonardi, pittrice e scultrice romana è membro di ArteFuoriCentro ed ha iniziato anche un'attività di promozione culturale nel suo studio in Trastevere, ZU SPAT?

Americhe di Ivano Bolondi al Castello Medievale

Si preannuncia un’intensa giornata all’insegna della fotografia quella in programma a Montecchio Emilia (RE) sabato 3 marzo.

Si svolgeranno, infatti, le inaugurazioni della mostra “Americhe” di Ivano Bolondi al Castello Medievale, con una presentazione di Massimo Mussini, e di due esposizioni collaterali all’Ex Macello Comunale: “Lab Photo Residence presenta Americhe”, a cura di Fabian Albertini e “Le foto a teatro”, a cura di Laura Sassi.




martedì 27 febbraio 2018

Personale di Paolo Treni

La Fortezza Firmafede di Sarzana (Sp) ospita, dal 10 al 21 marzo 2018, la prima mostra pubblica di Paolo Treni, giovane artista lombardo vincitore del “Premio Montale Fuori di Casa 2017” per la Sezione Montal/Arte

Realizzata con il patrocinio del Comune di Sarzana e il supporto tecnico della Società Cooperativa Earth, l’esposizione sarà inaugurata sabato 10 marzo alle ore 17.00, alla presenza di Nicola Caprioni (Assessore alla Cultura del Comune di Sarzana), Ivan Quaroni (curatore) ed Adriana Beverini (Presidente Premio Montale Fuori di Casa).

«Raramente ricordo i sogni che faccio, dichiara Paolo Treni. Forse per questo ho sempre voluto creare opere che fossero fatte di materia onirica». Il titolo della mostra – “Simulacra” – fa dunque riferimento alla dottrina epicurea esposta da Lucrezio nel IV libro del “De rerum natura” secondo la quale da tutte le cose si staccherebbero veli sottili che, venendo a contatto con i sensi, determinerebbero sia le percezioni che i sogni.

In esposizione, una decina di opere di medie e grandi dimensioni, molte delle quali inedite, realizzate prevalentemente nel 2016-17 con laser, smalti, pigmenti e vernici applicati in stratificazioni successive su supporto in plexiglas.

Il percorso della mostra è completato, inoltre, da nove “Farfalle di Dinard”, papillon gioiello in cornice d’artista, creati in omaggio alla celebre prosa di Eugenio Montale.

 
Paolo Treni Cph4, 2016. laser smalti e vernici su plexiglas -100x75cm. Ph Gilberti Petrò.

Paolo Treni Deep-Blue, 2016. Laser smalti e vernici su plexiglas 90x70cm. Ph Gilberti Petrò.

Paolo Treni Nubes-Turbinis, 2017. Laser, smalti e vernici su plexiglas -151x80cm- installation-view. Ph-Gilberti Petrò.


La casa nella neve - Henri Le Sidaner

La casa nella neve -1913.
Henri Le Sidaner, pittore francese (1862 – 1939).

lunedì 26 febbraio 2018

Lunedì in versi: Mangerò più tardi la mia rabbia di Niko Mucci

Mangerò più tardi la mia rabbia


Strapperò i capelli alla mia rabbia
seppellendola d'inverno sulla sabbia
spunterà nel tempo caldo un fiore nero
colto con mano trepida ed intero
ne mangerò il gambo verde e la corolla
e tornerò rabbioso fra la folla...

Di Niko Mucci (tutti i diritti riservati).

 
Niko Mucci attore, regista, musicista, quasi poeta. Nasce, in Piemonte da genitori abruzzesi e pugliesi, ma trascorre quasi tutta la vita a Portici, si dichiara pertanto "meridionale", in quanto fra l’altro emigrante al Nord, prima ancora di nascere. Inizia a lavorare nello spettacolo, come musicista: suona diversi strumenti (alcuni rari) non sapendo suonare la musica altrui, compone, prima da cantautore, poi nella storica formazione che dà origine alla Smorfia di De Caro-Troisi –Arena. Si interessa in modo scientifico alla musica popolare con un gruppo "La Compagnia de li cunti" con cui si esibisce in tutta Italia e all’estero. La passione teatrale, lo porta a collaborare a vario titolo, con registi come R. De Simone, R :Carpentieri, F. Però, A. Pugliese da ognuno dei quali impara la grammatica teatrale e l’importanza di formare una propria poetica. Da alcuni anni è tornato a frequentare la poesia, antica passione di gioventù, cui dedica parte considerevole del suo tempo e della sua creatività.

''falsa primavera '' di Giovanni Frangi - Al Blu di Prussia


Al Blu di Prussia, festeggia i dieci anni di attività culturale con la mostra ''falsa primavera '' dell'artista milanese Giovanni Frangi.

In esposizione, un corpus di opere della sua più recente produzione; da tempo affascinato dal mondo naturale, Frangi immerge lo spettatore nella natura per indagare sulla difficile relazione che esiste tra natura e città. I due ambienti non sono più antagonisti, ma l'uno diventa sviluppo, prosecuzione e proiezione dell'altro.

OPENING:
mercoledì 7 marzo dalle 18.00 alle 21.00
mostra
dal 7 marzo al 22 giugno 2018
dal martedì al venerdì 10.30/13.00 - 16.00/20.00
sabato 10.30/13.00 

Uno stivale sotto la neve... l'Italia

In questo 26 febbraio 2018 da nord a sud l'Italia si sveglia avvolta da un grande freddo che regala immagini di paesaggi innevati quasi su tutta penisola: 













venerdì 23 febbraio 2018

Il Capocella di Vincenzo Russo (collana Dieci)

La casa editrice Homo Scrivens è lieta di invitarvi alla presentazione del libro sabato 3 marzo, alle ore 11:00, presso la Libreria Raffaello Vomero – Books & Cooffee, Via Michele Kerbaker, 35 - Napoli. 

Insieme all’autore, intervengono:
Carmela Esposito, presidente dell’associazione “Gioco di squadra ONLUS”,
Chiara Tortorelli, scrittrice,
Celeste Napolitano, editor.
Modera l’editore Aldo Putignano.

Il libro
Claudio, costretto a delinquere dopo un’adolescenza difficile e un impossibile inserimento nel mondo del lavoro, finisce al carcere di Poggioreale. Lì incontra Teodoro, un capo cella, cioè il detenuto con più “anzianità detentiva” ed è rinchiuso con lui in una stanza di 24 mq. Dove le istituzioni hanno fallito, non garantendo quei fondamentali diritti della Costituzione quali studio e lavoro, riesce l’amicizia, che permetterà a entrambi di riscattarsi. Ispirato a una storia vera, un romanzo che esplora dall’interno dinamiche e relazioni degli istituti penitenziari.

L’autore
Vincenzo Russo, scrittore e animatore culturale impegnato nel sociale, è stato più volte premiato per la sua attività. Con Homo Scrivens ha pubblicato Che bello lavorare (2012), Una vita fa (2014) e la raccolta di poesie Distrazioni di massa (2017).

Sarà esposta una tela del M° Riccardo Minervino, creata ad hoc ed ispirata al testo dell’autore.

I° PREMIO LETTERARIO “POESIA E’ VITA”

La partecipazione è estesa a tutti gli autori che intendono concorrere con poesie inedite e edite. I premi saranno assegnati alle opere che si distinguono per la qualità letteraria e/o per la tematica di impegno sociale, morale e/o educativo trattata. 



REGOLAMENTO

Art. 1) Sezioni previste

Sez. A)
Poesia inedita e edita, in lingua italiana a tema libero: massimo
2 poesie non superiori ciascuna ai 60 versi,2 copie anonime e 1 firmata, da inviare
insieme alla scheda di adesione e alla fotocopia dell’avvenuto versamento on-line in
formato word o pdf all’email del concorso: premiopoesiaevita@gmail.com

Sez. B)
Poesia inedita e edita in vernacolo,possono partecipare tutti i dialetti d’Italia a tema
libero,massimo 2 poesie non superiori ciascuna ai 60 versi, 2 copie anonime e 1
firmata, con la relativa traduzione in italiano, da inviare insieme alla scheda di
adesione e alla fotocopia dell’avvenuto versamento on-line in formato word o pdf
all’email del concorso: premiopoesiaevita@gmail.com

Sez.C)
Poesia inedita e edita, in lingua italiana a tema obbligato “VITA….CONSIDERAZIONI E
RIFLESSIONI” massimo 2 poesie non superiori ciascuna ai 60 versi,2 copie anonime e
1 firmata, da inviare insieme alla scheda di adesione e alla fotocopia dell’avvenuto
versamento on-line in formato word o pdf all’email del concorso: premiopoesiaevita@gmail.com

Art. 2) Scadenza di presentazione
Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 02/05/2018 via email
all’indirizzo del concorso: premiopoesiaevita@gmail.com
oppure tramite raccomandata al seguente indirizzo: GIOCONDA OLIANO VIA
PANORAMICA,PARCO BOUGANVILLE 84 80040 TERZIGNO(NA) nel caso dell’invio,
tramite raccomandata, delle opere è stabilita e comprovata dal timbro a data
dell'ufficio postale accettante, gli elaborati giunti oltre il temine previsto dal
presente regolamento non saranno prese in considerazione. Si precisa che per
eventuali chiarimenti e/o informazioni è possibile scrivere a:
premiopoesiaevita@gmail.com o telefonare al numero di cell. 3393344572

Art. 3) Quota di partecipazione
La quota di partecipazione per ciascuna sezione quale contributo per le spese di
organizzazione e segreteria, è di € 10e per sezione. Le quote possono essere versate
secondo le seguenti modalità:

1. contanti, all’interno di una busta gialla
2. versamento su Carta POSTE PAY n.n.4023 6006 5299 0559 intestata a ANDREA FABIANI CF FBNNDR70E18D086O

Art. 4) Contenuto del plico

La busta dovrà contenere:
a)le opere letterarie in tre copie di cui una firmata e all’allegata scheda di adesione.
E’ gradita, ma non obbligatorio anche una sintetica biografia artistica
b) scheda di adesione, con dichiarazione che le poesie sono opera del proprio
ingegno e libere da qualsiasi vincolo oltre all’autorizzazione al trattamento dei dati
personali ai sensi dell'art.13 del D.Lgs. nr. 196/03
c) la quota di partecipazione di euro 10,00 in contanti o la fotocopia del
versamento effettuato. L'assenza della quota di partecipazione o della scheda
di adesione debitamente compilata in tutte le sue parti, comporta l'esclusione
automatica dal concorso delle opere inviate.

Art. 5) Liberatoria
Con la partecipazione al concorso, gli autori consentono la divulgazione
delle proprie opere da parte dell’organizzazione del concorso nelle persone di
Gioconda Oliano e Stefania Russo senza avere nulla a pretendere. Tutti i diritti
restano comunque di proprietà degli autori. Le opere inviate per il concorso non
saranno restituite.

Art. 6) Giuria
La Giuria altamente qualificata è composta da esponenti della cultura, del sociale,
delle istituzioni che provvederà alla valutazione delle opere, i cui giudizi saranno
insindacabili e inappellabili. I nominativi dei componenti della Giuria
saranno resi noti solo durante la cerimonia di premiazione. La proclamazione
ufficiale data, luogo e orario della premiazione sarà comunicato successivamente, la
giuria provvederà ad informare preventivamente a mezzo telefono cellulare, fax o
e-mail i finalisti e i finalisti devono essere presenti alla cerimonia di premiazione o
altresì farsi delegare da qualcuno a ritirare i premi oppure nella mancata ipotesi la
spedizione dei premi al proprio domicilio sarà a spese del destinatario spediti con
tracciabilità. La Giuria non è tenuta a rendere pubblici i titoli delle opere escluse
dalla premiazione finale.

Art.7) Esiti
Notizie periodiche, risultati sulle opere e sugli gli Autori premiati, verranno
pubblicati sulla pagina Facebook ufficiale del concorso:https://www.facebook.com/premiopoesiaevita/

Art.8 Premi
Tutti i finalisti verranno premiati con opere artistiche,targhe,trofei
attestati di merito. La Giuria si riserva, altresì, di premiare gli Autori che si sono
distinti per la pregevolezza delle loro opere.A tutti i partecipanti previa richiesta sarà
rilasciato attestato di partecipazione

Art. 10) Informativa sulla Privacy
Le utenze e gli indirizzi e-mail comunicati alla Segreteria verranno utilizzate
solo per comunicazioni legate al Concorso Internazionale di Poesia. I dati personali
saranno trattati nel rispetto del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196
“CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI”
L'Organizzazione del Concorso, non risponde di eventuali operazioni di
plagio compiute da uno o più partecipanti o di qualsiasi conseguenza
dovuta ad informazioni mendaci circa le generalità comunicate. La
partecipazione al Concorso comporta la piena accettazione del presente
bando/regolamento, per tutte le clausole che lo compongono. L'inosservanza
di una qualsiasi delle norme nello stesso prescritte costituisce motivo di
esclusione dal premio.
Al fine di agevolare i lavori della Giuria, gli Autori sono pregati di inviare le
opere in anticipo rispetto al termine sopra indicato. Ogni eventuale variazione al
presente regolamento, verrà comunicata in tempi utili.

mercoledì 21 febbraio 2018

MANN: Verso l'aldilà, la cultura tradizionale del longobardo

Il costume funerario: il rituale funerario delle prime generazioni de Longobardi in Italia prevedeva l'inumazione vestita e la deposizione di offerte .

Il seppellimento del cane e del cavallo è ben noto già in Moravia, bassa Austria ed Ungheria. A volte nella stessa fossa dell'inumato, a volte separato, il cavallo è spesso acefalo e non spesso se ne rintraccia la connessione con un personaggio benestante oppure a sostenere il prestigio. Nel caso in esame potrebbe trattarsi di una pratica collettiva con rimando a credenze pagane legate alla funzione di accompagnamento nell'aldilà di questi animali che sono anche attributi delle divinità germaniche.





II°edizione Festival MANN muse al museo

Guarire dai disordini dell’alimentazione perdendo peso NaturalMente.

 Se ne parla venerdì 23 febbraio a Salerno e sabato 24 febbraio a Cava de’ Tirreni

Il peso, il cibo, il corpo, le diete sono temi dibattuti e controversi sui quali abbiamo elaborato concetti e luoghi comuni discutibili che si sono poi trasformati in idee alla moda e certezze inviolabili.

Le diete dimagranti in particolare vengono contrabbandate come un'arte del controllo e della capacità personale, un modo per stilizzare la propria libertà, un'apologia della padronanza del sé. In realtà tutte le diete funzionano e falliscono allo stesso tempo. Perché?
Raffaele Ruocco, medico-chirurgo specialista in Scienza dell'Alimentazione, Igiene e Medicina Preventiva, prova a dare risposta a questo incomprensibile paradosso attraverso un viaggio di esplorazione e conoscenza della mente, del nostro organismo e del cibo che lo nutre, ponendosi come una guida nel caos dei tanti modelli dietetici quasi tutti privi di solide basi scientifiche.

Il fondatore della prima struttura residenziale pubblica nazionale per la cura dei disordini dell'alimentazione e del peso ne parla con Alfonso Bottone, direttore organizzativo della XII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, e con Marianna Lucibello, biologa nutrizionista, Venerdì 23 Febbraio presso lo Yachting Club di Salerno, alle ore 19.00, e Sabato 24 Febbraio alla Libreria Mondadori di Cava de’ Tirreni, alle ore 18.30.

Nelle due serate saranno presentati dal dottor Raffaele Ruocco appunto “La Nuova DietEtica. Perdere peso NaturalMente”, con il contributo della biologa nutrizionista Alessandra Piccolino, e “Il “Peso” del Cibo. Guarire dai disordini dell’alimentazione con il metodo psico-nutrizionale dei 7 passi”, pubblicati entrambi da Franco Angeli.

Perdere peso richiede molto più che seguire un piano alimentare, è un percorso di cambiamento personale e culturale. Un'esperienza che apre ad una nuova sensibilità, un nuovo ritmo e un'armonica cultura dell'esistenza, senza la necessità di ricorrere a restrizioni e ossessioni alimentari che rovinano il nostro rapporto con il cibo e con il corpo.

Dalla “Breve storia della Canzone napoletana” a “Playlist. Se ci fosse la musica” a “Le Notti del Libro…a Vietri sul Mare” Giovedì 22 Febbraio

Appuntamento con la “Musica” alla prima edizione di “Le Notti del Libro…a Vietri sul Mare”.
Giovedì 22 Febbraio, infatti, presso l’Aula Consiliare del Comune di Vietri sul Mare, alle ore 18.30, la XII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, in collaborazione con La Congrega Letteraria, ed il patrocinio del Comune costiero, presenta la “Breve storia della Canzone Napoletana” di Mino Remoli, edito da Homo Scrivens, e “Playlist. Se ci fosse la musica” di Francesco Memoli, pubblicato da Mondoscrittura.

Dai Canti delle Lavandaie a Murolo e Carosone, da Salvatore Di Giacomo e la festa della Piedigrotta fino a Pino Daniele e i contemporanei: il viaggio del cantautore Mino Remoli nella “Breve storia della canzone napoletana”, che parte dalla curiosità e dalla passione per raccontare la favola musicale della città di Partenope. Un ricco itinerario che attraversa mille anni di storia, un lungo cammino con una colonna sonora nota in tutto il mondo, da ‘O Sole mio a Te voglio bene assaie e a ‘O surdato 'nnammurato.

... e se per ogni occasione giusta della vita ci fosse la musica giusta? Se lo chiede Giulio, protagonista di “Playlist. Se ci fosse la musica” del musicista Francesco Memoli. In un susseguirsi di incontri surreali, visioni musicali, sms notturni, vessazioni sul lavoro e amori fugaci, nasce la colonna sonora di un'avventura.

Con gli autori si intratterrà Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it.

martedì 20 febbraio 2018

Associazione Sapaghettitaliani: I SABATO DELL'ASSOCIAZIONE


NASCITA DI UNA NAZIONE


“ANIME IN ASCOLTO” per la prima tappa della quarta edizione di “VIBRAZIONI” Festival d’arte contemporanea, cultura, benessere e solidarietà a sostegno delle iniziative umanitarie Unicef Campania

Il prossimo 3 marzo, alle ore 10,00, nella città i Maiori in Costa d’Amalfi (SA), il Palazzo Mezzacapo o Palazzo delle Arti, prestigioso e nobile edificio settecentesco, sito in Corso Reginna n. 71 apre le sue porte alla prima tappa della edizione 2018 di “VIBRAZIONI” Festival itinerante d’arte contemporanea, cultura, benessere e solidarietà a sostegno delle iniziative umanitarie Unicef Campania. 


L’’iniziativa no-profit, ideata e curata dal 2015 da Antonella Notturno - Avvocato, ma anche pittrice, fotografa, esperta in Suonoterapia Vibrazionale con Gong e Campane Tibetane e Cultura Orientale, da sempre impegnata con le sue molteplici attività nella relazione di aiuto e sostegno ai soggetti più deboli - quest’anno giunge alla sua quarta edizione e si svolgerà nel corso di tutto l’anno 2018, in collaborazione con l’Ass. ARIANNA centro d’arte e cultura e l’Ass. Giuristi del Golfo del Foro Napoletano, in diverse sedi e località della Campania di gran prestigio storico e turistico.

Il progetto ormai noto, consta di rassegne di arte contemporanea che fungono da cornice e contenitore di altri eventi socio - culturali. Tra le novità di questa quarta edizione vi saranno: le tavole rotonde e convegni, che affiancheranno ogni rassegna di arte ed in cui due avvocati, uno psicologo, un poeta o scrittore ed un pittore, si confronteranno su tematiche attinenti la tutela dei diritti umani ed in particolare dei soggetti più deboli, nonchè “ LE PIGOTTE VIBRANTI”, un laboratorio per la realizzazione delle famose bambole di pezza dell'UNICEF. Bambole uniche, irripetibili e speciali, dipinte dagli artisti che aderiranno al Festival per salvare la vita a tanti bambini.
Tutti i proventi, detratte le spese saranno devolute a sostegno della campagna di raccolta fondi per i bambini promossa dall’Unicef – Campania.

Per la sua valenza socio-culturale, l’evento, allo stato, si pregia del patrocinio morale del Comitato Regionale Campania UNICEF; Assessorato all’ Istruzione e alle Politiche sociali della Regione Campania; Comune di Napoli; Comune e proloco di Maiori (SA), Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli; Ass. Giuristi del Golfo Foro Napoletano.
Nella sua prima tappa, il Festival presenta la mostra di arte bipersonale “Anime in ascolto”, che propone una selezione di dipinti dell’artista coreano Jongo Park e della napoletana Antonella Notturno.

La rassegna - che non a caso esordisce a marzo, mese notoriamente dedicato alla donna - è incentrata sulla esplorazione dell’universo femminile tra due culture diverse: Oriente ed Occidente che si confrontano e, volendo la stessa essere anche un messaggio contro il femminicidio e la violenza di genere, si coniuga con la tavola rotonda: “ Il coraggio di essere donna tra oriente ed occidente” Riflessioni sul Femminicidio e la tutela degli orfani per reati domestici, nella quale, avvocati, psicologi ed artisti si interfacceranno sulle tematiche citate da diverse prospettive e con “ Voci e suoni per la pace” un concerto di Gong, campane tibetane ed altri strumenti ancestrali accompagnati da voci a cappella.

Di seguito il programma in dettaglio:
01 marzo 2018, apertura della mostra d’arte ANIME IN ASCOLTO, Dipinti di Jongo Park, e Antonella Notturno, che sarà visitabile gratuitamente, negli orari di apertura del Palazzo Mezzacapo, fino al giorno 18 marzo.
Sabato 03 marzo 2018, ore 10,00, vi sarà il Vernissage con intervento dei critici d’arte Antonella Nigro e Chiara Rita Amato ed a seguire la tavola rotonda “ Il coraggio di essere donna tra oriente ed occidente” Riflessioni sul Femminicidio e la tutela degli orfani per reati domestici”.

Interverranno: Antonio Capone Sindaco di Maiori, Lidia Camera Assessore al Turismo Maiori, Avv. Chiara Gambardella, Assessore ai lavori pubblici Maiori, Dott. Margherita Dini Ciacci - Unicef Campania, Avv. Maurizio Bianco Presidente del Consiglio dell’ Ordine degli Avvocati di Napoli, Avv. Sabrina Sifo Consigliere COA Napoli, Avv. Olimpia Bolognini Pres. Ass. Giuristi del Golfo - Foro Napoletano, Dott. Virgina Ciaravolo Criminologa e Psico-terapeuta, Avv. Giovanna Iommelli Foro di Napoli, Prof. Imma Maddaloni poetessa e pittrice.

Presidente Ass. ARIANNA Centro d’arte e cultura, Avv. Antonella Notturno Foro di Napoli, pittrice, fotografa ed International Gong & Singing Bolws Master. L’ingresso alla tavola rotonda è gratuito ed aperto a tutti, essa è inoltre accreditata dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, che riconosce n. 2 crediti formativi agli avvocati partecipanti.
Domenica 11 marzo 2018 ore 11,00, si terrà “ VOCI E SUONI PER LA PACE” .
Concerto di Gong, campane tibetane ed altri strumenti ancestrali accompagnati da voci a cappella, a cura di Antonella Notturno - International Gong, Singing Bolws & Tuning Fork Master con la “The way of gong band”. Biglietti e prenotazioni al n. 3490962592 .
I proventi della manifestazione saranno devoluti alla raccolta fondi per le iniziative umanitarie UNICEF CAMPANIA.



La personale di Bruno Ferrari, tra “Realtà e sogno”

Pagine scritte, oggetti abbandonati e continua ricerca di equilibrio: la Libreria Strand di Reggio Emilia ospita, dal 3 al 31 marzo 2018, la mostra personale di Bruno Ferrari, tra “Realtà e sogno”, caratterizzata da uno sguardo teso al contemporaneo, ma capace di ampie aperture oniriche.

Accompagnata da un testo di Virginia Cipressi, l’esposizione sarà inaugurata sabato 3 marzo alle ore 17.00. In mostra, una cinquantina di opere ad olio su tavola, molte delle quali inedite, realizzate negli ultimi dieci anni.

Caratterizzata da una tecnica minuziosa e da una fedele riproduzione del dato reale, la ricerca dell’artista reggiano prende atto dell’esasperato “consumo” di cose e persone che denota la società contemporanea, proponendo una via d’uscita attraverso il ritorno alla natura (presente nei raffinati equilibrismi di aironi, aquile e specie rare) e la salvaguardia della cultura, elemento fondante ed identitario delle nostre comunità, ma anche viatico per infiniti voli pindarici. «Civiltà, storia e cultura sopravvivono in bilico – dichiara Bruno Ferrari – e tutto ciò non deve naufragare». 

Bruno Ferrari La forza della parola scritta 2015 olio su tavola cm 100x100.
Bruno Ferrari Made in Italy 2008 olio su tavola cm.115x115

Bruno Ferrari Trasloco 2006 olio su tavola cm 100x100

Il primo Focus group destinato alle guide turistiche


Continua al Parco Archeologico di Ercolano il processo di coinvolgimento delle Guide Turistiche della Regione Campania, e dopo l’inaugurazione dell’allestimento della bottega del Plumbarius ed i workshop dell’artista Catrin Huber, in collaborazione con l’Herculaneum Conservation Project, mercoledì 21 febbraio si terrà il primo Focus group a loro destinato. 

Il Focus group è una tecnica di rilevazione per la ricerca sociale basata sulla discussione tra un piccolo gruppo di persone, invitate da uno o più moderatori a parlare tra loro, in profondità, dell'argomento oggetto di indagine. Il Focus group del Parco di Ercolano ha lo scopo di monitorare e registrare, attraverso la voce delle guide turistiche, opinioni, suggerimenti, critiche e aspettative dei gruppi di visitatori del sito, su modalità di fruizione, attività di valorizzazione e coinvolgimento e possibili progettualità future. 

Saranno 12 i partecipanti a questo primo appuntamento, al quale ne seguiranno altri durante l’arco del 2018, scelti secondo criteri di eterogeneità e prevedendo la rotazione dei componenti per i prossimi incontri, che toccheranno tematiche differenti.

Al fine di uniformare il livello di approfondimento delle conoscenze sull’area archeologica, prima del focus group i partecipanti faranno una visita guidata al sito con esperti archeologi. Il focus group successivo, verrà interamente filmato dall’Herculaneum Conservation Project, conduttore dell’indagine, per l’ulteriore osservazione dei partecipanti alle sollecitazioni suggerite dal moderatore.

Così dichiara il Direttore del Parco Francesco Sirano “Sono orgoglioso del dialogo che abbiamo aperto con le guide, vorrei assegnare a questi professionisti un ruolo importante e sempre aggiornato nella trasmissione dei valori culturali di Ercolano”.

lunedì 19 febbraio 2018

Lunedì in versi - L’impossibile e l’improbabile di Niko Mucci

L’impossibile e l’improbabile

Oltre quello che possiamo
c'è il desiderio,e l'amo
dell'impossibile lontana meta
che l'improbabile copre di seta.
 
Di Niko Mucci (tutti i diritti riservati).

Niko Mucci attore, regista, musicista, quasi poeta. Nasce, in Piemonte da genitori abruzzesi e pugliesi, ma trascorre quasi tutta la vita a Portici, si dichiara pertanto "meridionale", in quanto fra l’altro emigrante al Nord, prima ancora di nascere. Inizia a lavorare nello spettacolo, come musicista: suona diversi strumenti (alcuni rari) non sapendo suonare la musica altrui, compone, prima da cantautore, poi nella storica formazione che dà origine alla Smorfia di De Caro-Troisi –Arena. Si interessa in modo scientifico alla musica popolare con un gruppo "La Compagnia de li cunti" con cui si esibisce in tutta Italia e all’estero. La passione teatrale, lo porta a collaborare a vario titolo, con registi come R. De Simone, R :Carpentieri, F. Però, A. Pugliese da ognuno dei quali impara la grammatica teatrale e l’importanza di formare una propria poetica. Da alcuni anni è tornato a frequentare la poesia, antica passione di gioventù, cui dedica parte considerevole del suo tempo e della sua creatività.

L’AMORE È LILT

NAPOLI, VILLA DOMI - 21 FEBBRAIO 

Tra gli ospiti della serata Alessia Fabiani (Testimonial dell'evento), Elena Foresta (della Laborart, la giovane attrice che abbiamo visto nel film di D'Alatri "In punta di piedi") Nelson (già premiato come autore dei testi della colonna sonora del film “Ammore e Malavita”) e Marzio Honorato.

Sarà Alessia Fabiani, ex letterina, oggi apprezzata attrice di teatro e mamma amorevole di due splendidi gemelli Kim e Keira, la testimonial della nuova edizione de “L’Amore è"“, il charity gala promosso da Maridì Communication, atto a sostenere il Progetto “Ludoteca” dell’Istituto Pascale di Napoli, destinato all’accoglienza ed all’intrattenimento dei bambini, figli di amici e parenti dei pazienti ricoverati. Reduce dal successo ottenuto in teatro quale protagonista di “Ti presento mio fratello” una commedia tutta napoletana accanto a Stefano Sarcinelli e Peppe Quintale con la regia di Peppe Miale, la Fabiani è puntualmente sensibile alle istanze dei più bisognosi, soprattutto dei bambini più disagiati. Accanto a lei, Nelson, già premiato come autore dei testi della colonna sonora del film “Ammore e Malavita”, attualmente in nomination al David di Donatello come Migliore Canzone Originale per il brano “Bang, Bang”, l’attore, produttore Marzio Honorato e l’”enfant prodige” Elena Foresta della scuola “Laborart” di Gragnano (NA) co-protagonista nel film per la Tv “In punta di piedi” del maestro Alessandro D’Alatri. Ad aprire la serata, in omaggio all’”Amore”, il fashion show del maestro Bruno Caruso che presenterà una capsule delle sue esclusive creazioni “Haute Couture” e della “Bride Collection”, seguito dal defilè del maestro pellicciaio Umberto Antonelli che proporrà un’anteprima della prossima collezione Autunno/Inverno 2018/19 dei suoi capi pregiati dalle nuance brillanti ed i tagli originali. Molto atteso il debutto in passerella di “Citarelli” shoes, un’azienda leader da oltre 20 anni nel mondo delle calzature ed accessori in pelle che vanterà una testimonial d’eccezione, Federica Citarelli, giovanissima e rampante aspirante fotomodella, per lasciare poi la scena ad una fashion food surprice curata da una “regista per una sera”: la dottoressa Matilde De Tommasis farmacista da più generazioni che, affiancata dal biologo nutrizionista Vincenzo De Honestis, illustrerà agli ospiti tutti i segreti alimentari per una forma fisica perfetta ed una corretta “prevenzione”. Ampio spazio alla cura del benessere psico-fisico dell’individuo con gli innovativi strumenti idonei ad arginare l’handicap della sordità, quali le protesi acustiche miniaturizzate digitali realizzate e proposte da Otofarma SPA nella persona dell’AD Giovanna Incarnato Bartolomucci, le ultime tecniche più efficaci e sempre meno invasive della chirurgia plastica del “Mago del bisturi” Ivan La Rusca ed i “Pacchetti Beauty & Health” offerti dal Centro Estetico “Claia” , situato in pieno centro Vomero . In scena anche il Food & Beverage con gli attesissimi show cooking dei maestri pasticcieri Gerardo Di Dato e Carmine Carrelli, gli “Sfizi di pizza” confezionati al momento della storica azienda “Da Pasqualino” al Borgo Loreto, nel cuore di Napoli antica rappresentata da Lella Gallifuoco, Campionessa mondiale di pizza fritta in tandem con la sorella Linda, “Artist pizzaiola” che per l’occasione si esibirà nella esecuzione di una pizza ispirata al tema dell’amore e, dulcis in fundo, un suggestivo viaggio nella degustazione della nuova linea Cialde del Caffè Kamo articolata in quattro selezionatissime miscele, Kamo Tulima, Kamo Tambora, Kamo Fuego, ispirate alla denominazione di noti vulcani del mondo accanto alla miscela Kamo Deca che esula dalla logica dei vulcani. Da menzionare, tra i partner dell’evento anche la Banca Stabiese, “Banca Etica per eccellenza” sempre vicina alle iniziative ed ai progetti a sfondo sociale, soprattutto della LILT NAPOLI.

venerdì 16 febbraio 2018

IAD di Anna Pozzuoli presso il Teatro Summarte - ecco le foto...

Dal 16 Febbraio al 30 Marzo presso il Teatro Summarte in via Roma n. 15, Somma Vesuviana sarà possibile visitare la nuova personale di Anna Pozzuoli.  http://www.rosarydelsudartnews.com/2018/02/iad-di-anna-pozzuoli.html