domenica 5 luglio 2020

Dall’8 luglio riapre al pubblico la biglietteria del Parco, torna intanto campania>artecard

Le visite aumentano giorno per giorno e la biglietteria del Parco Archeologico di Ercolano riapre anche in presenza. Dall’8 luglio i visitatori, oltre a poter acquistare on line i biglietti - procedura vivamente consigliata per assicurarsi di visitare il sito all’ora desiderata e collaborare attivamente ad evitare assembramenti - potranno farlo anche in presenza. Troveranno il personale della biglietteria felice di potere recuperare quella vicinanza umana sale dell’accoglienza nei luoghi della cultura, vicinanza mancata tantissimo a tutti durante il Lock down.

L’apertura della biglietteria rispetterà l’orario
  • 10:30-19:30 (ultimo ingresso ore 18:00) con giorno di chiusura settimanale il martedì.
Rimangono in vigore le tariffe agevolate post covid per accogliere i visitatori:
  • biglietto singolo 10 €;
  • giovani tra i 18 e 25 anni non compiuti biglietto 2€;
  • gratuità e riduzioni come da normativa;
  • L’acquisto on line dei biglietti, al sito www.ticketone.it comporta il costo di prevendita di 1.50€.
Dall’8 luglio verranno inoltre ampliate le restrizioni di contingentamento per ogni fascia oraria, e l’accesso sarà permesso a 25 persone ogni 15 minuti, compresi bambini e ragazzi.


Torna intanto in vendita campania>artecard, il pass storico del turismo culturale promosso dalla Regione Campania che si propone oggi in una versione più smart e più ecologica. La card, gestita da Scabec, società pubblico-privata a partecipazione regionale, promuove l’accesso ai beni culturali della Campania, con un pass smaterializzato e una nuova piattaforma digitale. La nuova campania>artecard sarà acquistabile anche direttamente in alcuni punti vendita che sono consultabili sul sito www.campaniartecard.it
Per il Parco di Ercolano, i possessori di Artecard, potranno accedere all’area nella fascia oraria in cui non sarà stato raggiunto il limite massimo o attendere di entrare trattenendosi per un acquisto presso il bookshop del Parco, regolarmente aperto o, scaricando la nuovissima App dell’audioguida, ascoltando l’introduzione alla visita.

“Pian piano ci avviamo verso una nuova normalità – dichiara il Direttore Sirano – fatta di intelligente convivenza con il rischio di contagio e di organizzazione flessibile in base alla situazione di contesto . Un contesto che sta reagendo a tutti i livelli con spirito positivo e di rinnovata intesa. La preziosa collaborazione con la Regione Campania è un tassello importante in questa direzione. Riprendono le strade interrotte e riattivato il circuito Artecard che favorisce la circolazione e la fruizione dei beni culturali campani con la card a prezzo competitivo, anche il Parco di Ercolano è favorito dalla promozione a livello regionale. Pur restando l’acquisto online la modalità da noi consigliata per venire al Parco, il primo mese di riapertura ci ha insegnato che questo processo deve prevedere forme di gradualità: pertanto riapre al pubblico la biglietteria in presenza a servizio della fascia di visitatori che vivono con disagio l’acquisto di biglietti on line e che tanto ci rincresceva di non poter accogliere fino a ieri. Andiamo bene avanti, i visitatori crescono giorno dopo giorno, il territorio intorno al Parco mostra evidenti segni di ripresa delle attività interconnesse all’accoglienza e questo ci riempie di fiducia e di senso di responsabilità verso la comunità del Parco”.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

l 6 Luglio a Maiori i Premi Scrittore in…banco e “La parola ai Miti” della UNITRE. Il 7 luglio ad Atrani omaggio a Elvira Notari e “A cena con l’Assassino…in riva al mare”

Due nuovi appuntamenti per la XIV edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo. Lunedì 6 luglio, alle ore 20.00 nella Chiesa del Convento di San Domenico a Maiori, con il supporto dell’Associazione I Presìdi del Libro della cittadina costiera, dell’Associazione “Amici di San Domenico” e della Printart Edizioni, saranno consegnati ai vincitori del Concorso letterario nazionale Scrittore in...banco le Antologie contenenti i loro racconti sul tema delle “diversità”. Il presidente di giuria Margherita Anastasio premierà così Camilla D’Ambrosio del Liceo Scientifico “Severi” di Salerno, Debora Giocoli del Liceo Scientifico “Sensale” di Nocera Inferiore, Rosalia Giliberti dell’Istituto “Mario Pagano” di Napoli. Nel corso della serata per la Selezione del Premio costadamalfilibri sezione “Antologie”, sarà presentato “La parola ai Miti” del Laboratorio di Scrittura UNITRE, curato da Gennaro Maria Guaccio e Annabella Marcello, edito da LFA Publisher. L'idea innovativa di proporre i Miti dell'antica Grecia, rapportandoli alle vicende contemporanee, ha conseguito molto successo tra gli allievi del Laboratorio di Scrittura di UNITRE, che hanno prodotto una serie di elaborati in prosa e poesia. I Miti di Medea, Antigone, Cassandra e Demetra hanno stimolato la fantasia dei partecipanti, i cui risultati sono chiaramente visibili in questa Antologia che raccoglie i loro lavori. Un risultato soddisfacente e inaspettato con la produzione di vere piccole opere.
Martedì 7 Luglio due momenti in Largo Orlando Buonocore ad Atrani. Con il cinema di Elvira Coda Notari alle 20.00. Licio Esposito, Paolo Speranza e Mariangela Fornaro, attraverso “La Film di Elvira”, edito da Cactus Film e Cinemasud, racconteranno Elvira Coda Notari, la prima regista donna del cinema italiano, nata a Napoli nel 1875 e morta a Cava de’ Tirreni nel 1946, anche attraverso la proiezione di frammenti di film dell’epoca. Accompagnati dalla narrazione musicale della Napoli di Elvira con Rino Ruocco, Roberta Manzo, Giuseppe Palladino. Alle 21 invece si rinnova l’appuntamento con “A cena con l’Assassino…in riva al mare” presso il ristorante Le Arcate. Attraverso gli indizi del radiogiallo, messo in scena dalle attrici Brunella Caputo e Sabrina Prisco, i partecipanti, tra una portata e l’altra, dovranno dare un volto e un nome ad un omicida. In collaborazione con l’Azienda Agricola Cuonc Cuonc di Minori, la prenotazione è obbligatoria (348/7798939)


Le serate saranno condotte da Alfonso Bottone, direttore organizzativo ..incostieraamalfitana.it.
Su Radio Divina FM intanto, ogni Lunedì e Giovedì alle 18.05, proseguono gli appuntamenti de “I Salotti Letterari di..incostieraamalfitana.it” con gli autori in concorso per il Premio costadamalfilibri.

Maggiori informazioni sul sito www.incostieraamalfitana.it
COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

SANT’ANTONIO MARIA ZACCARIA SACERDOTE - PRATICA

Ricorrenza: 5 LUGLIO

Sull'esempio di S. Antonio M. Zaccaria, impariamo a fuggire le compagnie pericolose.

sabato 4 luglio 2020

Scrittura per contagio al tempo del coronavirus

“Scrittura per contagio al tempo del coronavirus” Opera Indomita a cura di Pietro Damiano e Maria Cristiana Grimaldi. 


Si tratta dell’antologia di racconti e riflessioni sulla pandemia da coronavirus che portano la testimonianza di paure, speranze e considerazioni sull’emergenza sanitaria che ha segnato tutto il mondo. Centonovanta pagine che non lasciano indifferenti.

Settantasette autori si sono passati il contagio della scrittura, formando una sorte di rete da cui è possibile tracciare le sensazioni, le fragilità e al contempo la forza dell’animo umano: per attivare il “contagio della scrittura” è stato necessario essere invitati da qualcuno che a sua volta era stato invitato a partecipare e così fino a formare una catena più o meno lunga di “contagiati.

L’idea ha funzionato, un po’ per esorcizzare il momento, un po’ per raccontarlo ed ecco la Scrittura per contagio. Gli autori spaziano dal nord al sud Italia, con due presenze internazionali da Gibilterra e dalla Russia.

Tra loro anche un contagiato asintomatico che ha raccontato la sua esperienza.

Opera Indomita è un progetto senza scopo di lucro. Il prezzo del libro copre i soli costi di stampa. La finalità è quella di dare un’opportunità agli autori di farsi leggere da un pubblico più vasto. Il progetto è aperto a tutti.

È disponibile dal primo luglio 2020, in esclusiva su AMAZON al seguente link: https://amzn.to/38mNUK0.

Gli autori: Adelina Mauro, Alessandra Leonardi, Alessandro Direnzo, Alfredo Bruni, Anna Maria Vallario, Anna Viscardi, Annalaura Michetti, Annalisa Giussani, Antonietta Sorrentino, Antonio D’Ambrosio, Antonio Vollono, Assunta De Nicola, Bianca Cardito, Bianca Trupiano, Brunella Cappiello, Carla Abilitato, Carla Gison, Carlo Lanna, Carmen Cangi, Carmen Marotta, Carol Napolitano, Chiara Della Pietra, Chiara Misurelli, Daniela Ferraro Pozzer, Diana Errico, Diana Giuseppina Menna, Elena Scialtiel, Eleonora Marrone, Elide Apice, Elisabetta Garofalo, Fabiana Grassi, Fabio Costantini, Federica Auricchio, Francesca Santucci, Francesco Bertelli, Franco Simeri, Geltrude Vollaro, Gennaro Monaco, Giacomo Asaro, Gianluca De Fenza, Giano Vander, Giorgia Pasquariello, Giulia Faccioli, Giuseppe Pugliese, Gloria Fiorentini, Grazia Caso, Guido Moschini, Ida De Luca, Ilaria Grasso, Ilva Primavera, Janna Carru, Laura Berardi, Laura Ravone, Lina Kremleva, Luciana Ricciardi, Luisella Dal Pra, Marco Trotta, Maria Cristiana Grimaldi, Maria Langella, Mario Flauto, Maura Messina, Michela Buonagura, Michele Rinauro, Michele Vaccaro, Miriam Navarra, Nadia Finotto, Natale Peluso, Pannia Gabriela, Pietro Damiano, Rosaria Pannico, Rosaria Tarotto, Rosarita Raiola, Rossana De Filippo, Sonia Serravalli, Vincenza Sannino, Vincenzo Nunziata, Vittoria Iorio.

SANT’ELISABETTA REGINA - PRATICA

Ricorrenza: 4 LUGLIO

Impariamo a praticare la preghiera assidua, l'umiltà e la pazienza.

venerdì 3 luglio 2020

SAN TOMMASO APOSTOLO - PRATICA

Ricorrenza: 3 LUGLIO
San Tommaso è patrono degli Architetti, dei Geometri, degli Agrimensori e dell'India.
 


"Facciamo un profondo atto di fede nella divinità di Gesù Cristo."

giovedì 2 luglio 2020

Il 3 Luglio a Minori le “Regine” di Paolo Sciortino e la danza di Moviment in Musica. Il 4 luglio ad Atrani la Serata di Gala del Premio Internazionale alla Parola

Prosegue la XIV edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo con un doppio appuntamento. Libri, e non solo, protagonisti della serata di Venerdì 3 luglio, in Largo Solaio dei Pastai a Minori, ore 20.00. Si comincia con le “Regine” del giornalista e scrittore Paolo Sciortino. Il libro, edito da Piemme, racconta le vicende delle arciduchesse Carolina e Maria Antonietta, figlie dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria. Non sono solo due regine ma due espressioni, per quanto contrapposte, di un mondo in cambiamento. Carolina, la studiosa, la statista, convinta che il ruolo di regnante sia un servizio della collettività, un privilegio da pagare con la fatica. La tragica morte di Maria Antonietta, però, cambierà ogni cosa e mostrerà la fragilità di una filosofia astratta che si scontra con i bisogni e la rabbia del popolo. Due sorelle, due regine, il mondo ai loro piedi e i desideri fatti realtà, ma anche due donne, con i dolori, i pianti, le rinunce che a chi fa parte del Paradiso non è concesso mostrare, né tantomeno provare. A Paolo Sciortino nell’occasione sarà consegnato il Premio “Cartesar Carlo De Iuliis”.

Nell’ambito della serata un nuovo Premio MarediCosta sarà consegnato a “Moviment in Musica” Centro Costiero di Formazione Professionale della Danza, diretto da Marika Fattorusso, per la realizzazione, in pieno lockdown, del video dedicato alla Giornata Mondiale della Danza.

A condurre la serata Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it. 

Sabato 4 luglio, ore 20.00, la piazza “salotto” Umberto I di Atrani sarà palcoscenico della Serata di Gala del Premio Internazionale alla Parola. I vincitori delle edizioni di Firenze 2018 e Matera 2019 diventano protagonisti di performances nelle varie Arti per cui sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento: dalla ballerina Francesca Rocco all’Associazione Poeti ACIPeA, dall’artista Pier Francesco Mastroberti allo scrittore Alfonso Bottone, alle “parole della musica” di Vincenzo Pagliara e Carmen Fabiani. Dal testo di teatro sociale “Edizioni ordinarie” della scrittrice e poetessa Rosaria Zizzo, co-organizzatrice con Paola Occhi del Premio Internazionale alla Parola,
Gerardo Iula e Francesca Rocco ricorderanno Giancarlo Siani e Peppino Impastato.
In attesa dell’edizione 2020 il Premio Internazionale alla Parola suggellerà, nel corso della Serata di Gala, il gemellaggio con la Festa del Libro in Mediterraneo.
Su Radio Divina FM intanto, ogni Lunedì e Giovedì alle 18.05, proseguono gli appuntamenti de “I Salotti Letterari di..incostieraamalfitana.it” con gli autori in concorso per il Premio costadamalfilibri.

Maggiori informazioni sul sito www.incostieraamalfitana.it
COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

"Non siete soli", parte il servizio di assistenza estiva agli over 65 e persone con fragilità

Zinno: "Al fianco dei più deboli, nessuno escluso"



San Giorgio a Cremano, 2 luglio 2020 - Si chiama "NON SIETE SOLI" ed è il progetto di assistenza leggera agli anziani, ai diversamente abili e alle persone fragili o immunodepresse messo in campo dall'amministrazione, guidata dal Sindaco Giorgio Zinno, per aiutare i cittadini in difficoltà per tutto il periodo estivo. Il servizio sarà svolto dai volontari del Gruppo di Protezione Civile di San Giorgio a Cremano, da lunedì 6 luglio e fino al 6 settembre, tutti i giorni, compresa la domenica. 

L'assistenza prevede acquisto e consegna a domicilio di spesa alimentare e beni di prima necessità, ritiro ricette e consegna medicinali, disbrigo commissioni varie, informazioni e consigli utili per affrontare la calura estiva e qualora fosse necessario, anche ascolto per contrastare la solitudine. E' rivolto principalmente ai residenti sul territorio di San Giorgio a Cremano, over 65, diversamente abili, persone con problemi cardiaci e immunodepressi. 

Una rete di assistenza che il Primo Cittadino ha voluto istituire, quasi come prosecuzione del grande lavoro svolto dalla Protezione Civile durante il periodo di emergenza Covid, dando supporto materiale e umano a tante famiglie e cittadini in difficoltà.

"Il periodo estivo solitamente può rivelarsi difficile per gli anziani e per le persone più fragili - dichiara infatti il Sindaco Zinno - e anche grazie all'impegno dei nostri volontari possiamo realizzare un sistema di assistenza affinchè nessuno debba trovarsi in condizione di solitudine. L'obiettivo è offrire servizi al cittadino, partendo dalle loro esigenze, ricordandoci sempre che le persone fragili hanno maggiori necessità e contano sul sostegno dell'amministrazione".

D'accordo il vicesindaco Michele Carbone: "Investiamo molto nelle Politiche Sociali perchè siamo convinti che una buona amministrazione abbia il dovere di sostenere e assistere le persone più deboli. Solo così potremo dire di essere una grande e unita comunità, proprio come abbiamo dimostrato nel periodo dell'emergenza".

Il servizio "NON SIETE SOLI" sarà attivo tutti i giorni della settimana nei seguenti orari:
- dal lunedì al sabato, dalle ore 8.00 alle ore 20.00
- la domenica, dalle ore 8.00 alle ore 14.00
Per richiedere l'assistenza dei volontari basterà telefonare ai seguenti numeri della Protezione Civile di San Giorgio a Cremano: 081 5654735 e 081 5654742

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

ARIA LECTURES - FIRENZE, PALAZZO STROZZI



 Arriva all'ultimo appuntamento il ciclo di incontri online in collaborazione con Fondazione CR Firenze. Martedì 7 luglio alle ore 18.00 Franco Miglietta, ricercatore del CNR a Firenze, parlerà di foreste, i polmoni del nostro pianeta, e dei loro "servizi ecosistemici" che permettono di salvaguardare la nostra sopravvivenza. L’intervento potrà essere seguito in diretta streaming attraverso la pagina Facebook di Palazzo Strozzi.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Madonna dell Grazie - Supplica

Ricorrenza 2 luglio
 

O Celeste Tesoriera di tutte le grazie, Madre di Dio e Madre mia Maria, poiché sei la Figlia Primogenita dell'Eterno Padre e tieni in mano la Sua onnipotenza, muoviti a pietà dell'anima mia e concedimi la grazia di cui fervidamente Ti supplico.

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen

O Misericordiosa Dispensatrice delle grazie divine, Maria Santissima, Tu che sei la Madre dell'Eterno Verbo Incarnato, il quale Ti ha coronato della Sua immensa sapienza, considera la grandezza del mio dolore e concedimi la grazia di cui ho tanto bisogno.

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen

O Amorosissima Dispensatrice delle grazie divine, Immacolata Sposa dell'Eterno Spirito Santo, Maria Santissima, Tu che da Lui hai ricevuto un cuore che si muove a pietà delle umane sventure e non può resistere senza consolare chi soffre, muoviti a pietà dell'anima mia e concedimi la grazia che io aspetto con piena fiducia della Tua immensa bontà.

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori,adesso e nell’ora della nostra morte.Amen

Sì sì, o Madre mia, Tesoriera di tutte le grazie, Rifugio dei poveri peccatori, Consolatrice degli afflitti, Speranza di chi dispera e Aiuto potentissimo dei cristiani, io ripongo in Te ogni mia fiducia e sono sicuro che mi otterrai da Gesù la grazia che tanto desidero, qualora sia per il bene dell'anima mia.

Salve, Regina, Madre di Misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A Te ricorriamo, noi esuli figli di Eva; a Te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi Tuoi misericordiosi, e mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del Tuo Seno. O Clemente, o Pia, o dolce Vergine Maria.

Thalassa al MANN

by Rosaria Pannico


Cari amici di rosarydelsudArt news oggi vi propongo un breve video tratto dalla mostra dal titolo “Thalassa: la mostra sulle meraviglie sommerse dal Mediterraneo” ospitata al MANN (Museo Archeologico di Napoli) e visitabile ancora fino al 31 agosto. 

mercoledì 1 luglio 2020

MANN - Thalassa, presentata la raccolta di saggi sulla mostra e lanciato il trailer del documentario

In diretta Facebook, dal MANN, per raccontare i tesori sommersi dal Mediterraneo
L'esposizione visitabile sino al prossimo 31 agosto

1° luglio. Cosa accomuna un'impegnativa raccolta di saggi (trecento pagine e oltre quattrocento illustrazioni) ed un suggestivo trailer di un documentario?


Di certo il viaggio di scoperta della mostra "Thalassa, meraviglie sommerse dal Mediterraneo", in proroga al Museo Archeologico Nazionale di Napoli sino al prossimo 31 agosto: questa mattina, al MANN, Paolo Giulierini (Direttore del Museo), Salvatore Agizza e Luigi Fozzati (curatori dell'esposizione), Cherubino Gambardella e Simona Ottieri (responsabili dell'allestimento), Antonio Longo (direttore del documentario dedicato all'exhibit) hanno ripercorso, in diretta Facebook, le caratteristiche di un progetto scientifico che non si ferma al momento espositivo, ma scommette su diversi strumenti della comunicazione per narrare il Mare nostrum.
 

Agli esperti, naturalmente, è destinata la silloge scientifica, edita da Electa a completamento del ciclo di pubblicazioni già lanciate con la guida breve; tante le tematiche affrontate nel corposo volume: dall’archeologia subacquea alla geologia marina, dai musei del mare alla storia della navigazione, dai commerci alla pirateria, dalla vita di bordo all'esistenza ai margini del Mediterraneo, dalla storia alla mitologia. E se la mostra ha scommesso sulle nuove generazioni con l'originale racconto illustrato "Thalassa, tra mare e stelle" (ideazione: Servizi Educativi del MANN), è il documentario, di cui è stato presentato il trailer ( https://www.dropbox.com/s/zsat37ltot4p9kk/Thalassa%20trailer%20V04.mp4?dl=0 è il link per scaricare il video), un nuovo spazio di approfondimento sulle avventure, storiche e moderne, dell'archeologia subacquea.


Diretto da Antonio Longo e scritto dallo stesso Longo a quattro mani con Salvatore Agizza, il documentario "Thalassa, il racconto" (uscita prevista nel 2020) è un'occasione per ripercorrere le emozioni degli scavi subacquei nel Mediterraneo, anche grazie alle nuove frontiere di ricerca in acque profonde.
Se i filmati delle Teche Rai ricostruiscono l'esperienza dei pionieri novecenteschi dell'archeologia subacquea, è il ricordo di Sebastiano Tusa, promotore della mostra scomparso tragicamente nel marzo 2019, a narrare quanto la ricerca abbia bisogno di grandi maestri per segnare nuovi traguardi.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Fontane di via De Lauzieres - San Giorgio a Cremano

Cari amici di rosarydelsudArt news oggi vi propongo alcune foto scattate alle fontane di via De Lauzieres - San Giorgio a Cremano (Napoli) recentemente restaurate:





"Monte Circeo Torre Paola" per la Rubrica "Passeggiate trekking e fotografia" di Vincenzo Amirante

Questa settimana ci spostiamo fuori regione, precisamente San Felice Circeo, nelle località di Torre Paola. All'interno del parco nazionale del Circeo, Sabaudia (LT).

Difficoltà percorso: EE Escursionisti Esperti

Distanza: km circa 6

Durata: 3 ore circa.
Si consiglia di portare acqua, non presente lungo il percorso, colazione a sacco.
 
Il Picco di Circe (541 metri s.l.m.) è la cima più alta del Promontorio del Circeo. Si può raggiungere con tre diversi sentieri, ognuno con caratteristiche diverse.


La partenza del nostro percorso é da Torre Paola, proprio sotto la torre omonima, posta sul Promontorio del Circeo, al confine con la lunga spiaggia di Sabaudia. Venne eretta tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento. Lì è anche possibile parcheggiare.


Si entra nel bosco percorrendo il sentiero sterrato (S.751), camminando lungo le pendici del monte. Dopo pochi minuti, si nota un sentiero che sale a destra, (S.751) e che arriva fino al Picco di Circe. 

La salita è ripida, bisogna arrampicarsi sulle rocce facendo attenzione a sfruttare i grossi massi che offrono un appiglio stabile e sicuro. 
 

L'ultima parte del sentiero é molto esposto, è solo per Escursionisti Esperti, perché si cammina su uno stretto lembo di terra a strapiombo sui due lati. Si prosegue poi facendo un ultimo sforzo, per arrivare al picco, che secondo me è il punto più impegnativo e faticoso. Arrivati alla cresta, è possibile camminare su di essa. Si arriva su un piccolo altopiano e, ad essere sinceri, quando ci sono andato, la presenza di innumerevoli gruppi di escursionisti e il fatto che era l'ora di pranzo mi hanno dato l'impressione di una scampagnata pasquale, anche per l'allegria e la condivisione del cibo e bevande.


Il panorama è unico, lascia senza fiato. Il mare circonda il promontorio su tre lati; da una parte si vedono le Isole Pontine, dall'altra parte si vede il Golfo di Gaeta, e quando il cielo è sereno il golfo di Napoli e sul lato opposto, c’è la spiaggia di Sabaudia (la spiaggia di Torre Paola). 
 

Si scende per lo stesso percorso, arrivati al punto di partenza, a seconda della stagione ci si può rilassare sulla spiaggia, oppure andare direttamente a fare il bagno e ammirare la vetta dal mare.
 

Secondo la tradizione, Ulisse sarebbe entrato nella Cala dei Pescatori, sul lago di Paola, per poi rimanere vittima, delle malie della Maga Circe, il cui profilo sarebbe oggi ancora visibile nella sagoma della montagna, e anche gli escursionisti restano ammaliati da questo luogo magico.


E’ inoltre indispensabile l’uso di scarpe da trekking di buona qualità, bastoncini, abbigliamento adeguato, anche con ricambi e uno zaino per avere le mani libere e soprattutto non bisogna soffrire di vertigini.














Ringrazio gli amici dell'associazione Somma Trekking spesso presenti nelle mie foto, il presidente Ciro Ambrosio, e la ragazza in copertina Michela Cerriello.



Grazie e ci vediamo mercoledì prossimo.

Ciao da Vincenzo!

Per contattare Vincenzo:Vince_ami@hotmail.it



Lettera aperta: quel cambio di paradigma per salvare la Gaiola

A Napoli esiste un Luogo della cultura unico al mondo. Unico al mondo per essere probabilmente la perfetta sintesi tra la storia della natura, la storia dell'uomo e quella dei vulcani che da sempre forgiano le nostre terre. Si chiama Parco Sommerso di Gaiola, un patrimonio di tutti, da amare e da proteggere.

La storia ci dice che, proprio per la bellezza e amenità dei luoghi nel I Sec. a.C. il ricco Cavaliere romano Publio Vedio Pollione volle costruire qui la sua villa d'otium che chiamò Pausilypon, "luogo dove cessano gli affanni". Alla sua morte divenne dimora imperiale, ed oggi le testimonianze di questo antico sfarzo sono sparse ovunque, sopra e sotto la superficie del mare. Risalendo la collina dalle profondità marine, infatti, si passa dai resti di strutture portuali, peschiere, e aree termali fino a giungere sulle sommità dove sorgono l'Odeion ed il Teatro oggi racchiusi nel Parco Archeologico ambientale del Pausilypon. In epoca più recente l'area divenne tappa obbligata dei viaggiatori del Grand tour e poi a partire dalla fine dell'ottocento proprietà di facoltosi personaggi come Paul Getty, Maurice Sandoz, Gianni Agnelli, fino a quando nel 1989 la villa sull'Isola fu messa all'asta giudiziaria e passò in mano pubblica. In poco meno di 20 anni l'area purtroppo andò incontro ad un progressivo degrado che ne trasfigurò la sua stessa identità. Nel 2002 l'istituzione del Parco Sommerso di Gaiola ed il paziente lavoro di recupero dal basso di un gruppo di ricercatori hanno tenacemente ridato dignità e bellezza al sito. Quel gruppo di ricercatori, il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus, è un esempio virtuoso di questa Città, che il Ministero dell'Ambiente e quello dei Beni culturali, di concerto, hanno riconosciuto quale Ente gestore del Parco, e oggi come allora continua a remare sempre nella stessa direzione, quella della salvaguardia di un bene comune inestimabile. E' importante ricordare che il Parco Sommerso di Gaiola è oggi sia una Riserva marina dello Stato, (Decreto Interministeriale 7 agosto 2002) che un ‘Luogo della cultura’ (art. 101 del Decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”) e in queste sue due anime risiede la sua unicità, di patrimonio naturalistico e culturale.

Come è noto l'emergenza Covid ha avuto un effetto deflagrante sull'intero Paese e sul settore dei beni culturali che pian piano stanno trovando la strada della riapertura seppur tra le tante difficoltà e un complesso quadro normativo da seguire per tutelare la salute dei cittadini e riaprire al mondo le porte del nostro patrimonio. Tra questi il Parco Sommerso della Gaiola si trova a percorrere una strada più erta rispetto a molti altri luoghi della cultura, proprio per la sua particolarità e fragilità. Mentre si accolgono con entusiasmo le riaperture di vari siti culturali, chiusi per i medesimi motivi, e si prepara per il 5 luglio l'auspicata ripresa delle visite al limitrofo Parco del Pausilypon, il rischio è che il Parco Sommerso di Gaiola venga considerato meramente per questioni relative agli aspetti legati alla balneazione tralasciando l'immenso valore storico, culturale e naturalistico del sito stesso.

Sosteniamo quindi il CSI Gaiola onlus nella quotidiana e caparbia lotta di salvaguardia di questo straordinario tesoro della nostra Città, e invitiamo le Amministrazioni locali e i cittadini con i loro comportamenti consapevoli , ad affiancare il Soggetto gestore affinchè la riapertura al pubblico del Parco Sommerso di Gaiola, dopo questo duro e provante periodo di crisi per tutto il Paese, sia accompagnata da un nuovo paradigma di fruizione del sito, che metta al primo posto la tutela del nostro patrimonio culturale e ambientale nel rispetto dei luoghi e dei visitatori. 

Lavoriamo insieme per difendere e valorizzare un luogo unico al mondo.


Firmatari:

Paolo Giulierini - Direttore Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Fabio Pagano - Direttore Parco Archeologico Campi Flegrei

Giuliano Volpe - Professore di archeologia Università di Bari e Presidente della Federazione delle Consulte universitarie di archeologia

Daniela Savy - Docente di Diritto Europeo dei Beni Culturali, Università degli Studi di Napoli Federico II

Giovanni Fulvio Russo - Professore ordinario di Ecologia nell'Università Parthenope e Presidente della Società Italiana di Biologia Marina

Carla Langella - Docente di Design presso Università degli Studi di Napoli Federico II

Francesco Bifulco - Docente di Economia delle Imprese Culturali, Università degli Studi di Napoli Federico II

Stefano Consiglio – Docente di Organizzazione aziendale, Direttore Dipartimento Scienze sociali, Università degli Studi di Napoli Federico II

Antonino Miccio - Direttore Area Marina Protetta Regno di Nettuno

Maria Rosaria De Divitiis - Presidente FAI Campania

Giorgio Ventre – Docente di Sistemi delle elaborazioni delle informazioni – Direttore Dipartimento di Ingegneria elettrica e tecnologie dell’informazione, Direttore della Apple Academy, Università degli Studi di Napoli Federico II

Laura Valente - Presidente Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee Museo Madre

Matteo Lorito – Docente di Patologia vegetale – Direttore Dipartimento di Agraria, Università degli Studi di Napoli Federico II

Stefano Mazzoleni – Docente di Botanica ambientale applicata, Università degli Studi di Napoli Federico II e Direttore centro MUSA, Reggia di Portici

Riccardo Motti – Docente di Botanica forestale, Università degli Studi di Napoli Federico II e Direttore dell’Orto Botanico di Portici.

Enrico Gallocchio - Funzionario Responsabile Parco Sommerso di Baia

Piergiulio Cappelletti – Docente di Georisorse minerarie e applicazioni mineralogico-petrografiche per l’ambiente e i beni culturali, Università degli Studi di Napoli Federico II e Direttore del Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche dell'Università Federico II

Benedetto De Vivo - Già Professore Ordinario Federico II e Adjunct prof Virginia Tech USA

Mariangela Contursi - Direttore generale Campania New Steel

Rosalba Giugni - Presidente Marevivo

Maria Cristina Gambi - Primo Ricercatore presso Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli

Roberto Sandulli - Prof ordinario di zoologia e biologia marina, Università Parthenope di Napoli

Franco Cutugno - Docente di glottologia e linguistica, Università degli Studi di Napoli Federico II

Paolo Jorio - Direttore Museo del Tesoro di San Gennaro e del Museo Civico Gaetano Filangieri

Francesca Amirante - Presidente Associazione Progetto Museo

Gianluca Minin - Presidente Galleria Borbonica

Ornella Capezzuto - Presidente WWF Napoli

Maurizio Fraissinet - Presidente ASOIM (Associazione Studi Ornitologici Italia Meridionale)

Vincenzo Porzio - Coop. La Paranza, Catacombe di S. Gennaro

Giovanna Moresco - Vice presidente Ass. Getta la rete

Sonia Mignano - Purgatorio ad Arco

Luca Borriello - Direttore INWARD Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana - Parco dei Murales; presidente Rotary Community Corp Napoli Est - villa romana di Caius Olius Ampliatus, Ponticelli

Stefano Fusco – Associazione Vergini Sanità

Christian Leperino- artista e presidente Smmave centro per l'arte contemporanea

Mimmo Matania - Presidente Napulitanata

Ugo de Flaviis - Presidente fondazione san Giuseppe dei Nudi

Massimo Faella - Presidente Associazione Respiriamo Arte

Lorenza Iuliano - Fondazione San Giuseppe dei Nudi

Rosalba Impronta – Fondazione Made in Cloister

Alessandra de Francesco - Fondazione Made in Cloister

Carlo Leggieri - Celanapoli

Pippo Pirozzi - Associazione Vergini Sanità

Mariano Tosti Comunicazione MUSA Reggia di Portici

Luca Simeone – Presidente Napoli Pedala

Raffaele Iovine – Associazione Pietrasanta Polo Culturale ONLUS

Francesco Uliano Scelza – Parco Archeologico di Paestum e Velia

Simona Di Gregorio – Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio della Basilicata

Flegra Bentivenga – Bioparco di Roma, già direttrice dell’Acquario di Napoli Anton Dohrn

Barbara Mussi - Presidente Oceanomare Delphis

Marco Giglio - Presidente Gruppo Archeologico Napoletano

Gabriele de Filippo - Presidente Istituto Gestione della Fauna onlus

Osvaldo Cammarota - Presidente ARCI Pesca Campania

Roberto Gabriele - Presidente Associazione Vivara onlus

Fabrizio Canonico - Direttore Riserva naturale dello Stato Oasi degli Astroni

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Villa Tropeano - intervista a Luigi Verolino

by Rosaria Pannico


Cari amici di rosarydelsudArt news eccoci al nostro quarto appuntamento con Villa Tropeano e la sua storia, questa volta vi propongo un'intervista allo storico Luigi Verolino che molto gentilmente ha accettato di incontrare me e l'amico poeta Pasquale Esposito nei pressi dell'antica Villa, in Ponticelli (Napoli).
 



Grazie per l'attenzione e vi aspetto il prossimo mercoledì 8 luglio con un altro appuntamento con Villa Tropeano di Ponticelli. 

martedì 30 giugno 2020

Gli Etruschi e il MANN

Cari amici di rosarydelsudArt news vi propongo alcune foto della mostra Gli Etruschi e il MANN che è attualmente visitabile presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.