venerdì 31 gennaio 2020

L'INFINITO AMARE di SANDRO SPALLINO

L'INFINITO AMARE

Ho un cappello d'incantesimi
circonfuso di topazi,pulsa
la redingote sciami perlati
colti nelle aiuole fiorite delle Pleiadi,
mondo di farfalle in aria.
Vado con monete d'oro ciondolanti
da un gilè e lettere di versi
che mi volano sul capo,
mi piace quando i soffi gelidi invernali
ammucchiano erba secca
sui muri scalcinati.

Andromeda e Cassiopea mie spose
con mani inanellate
spandono limpido pulviscolo nei cieli,
sentieri cui passeggio
con scarpe verniciate degne dei Poeti.
Io figlio di una Stella a te giungo,
intenso screziare dal passato fino
a te con mite inchino
il tuo cuore chiedo,bevo per amare
il tuo abbondante miele
dalle torri dei tuoi gonfi seni
dolci grappoli di folle uva,
colline immense cui erede fiondai
avido raggio di fuoco al meriggio
che divampa sui granai.

Ho visto il sole in te,un luccicare
di occhi che la bocca spinge alle
tue labbra,sei tutta cristallo, amore,
e il cuore mio trasformi in fiero
palpito sfrenato al suono
raro dell'ontano.

Ottobre si spacca e io
non ho più le foglie che
mi adornarono, macchiato
di manzo giro attorno
un evanescente formicaio, mercurio.
Sono la stessa polvere delle mie
ossa e tu mi hai visto
trasfigurato su una cometa,
cerchio su un’acqua gelida,
luna su un pozzo,
luce giovane, il tempo e il mese, cera.

Nessun bacio ti sarà dato
come quello che io ti darò,
nessuna di quelle eroine
resurrezione per le rose sfinite di ieri,
porto le mie dita alla
verginità dei tuoi piedi,sublime e terribile,
ai convolvoli petalosi
sacro ventre per succhiarlo,
non saremo mai la cenere, ma
l’amore di queste labbra che
all’ultimo estremo bacio frangono,
mai vetro che si sgretola, stelo
sanguinante spezzato dalla neve.

Più di quest’ultimo addio
che somiglia ad un solo
albero in mezzo la distesa
solitaria della terra,
chinero' la testa in giù
da sopra il Ponte delle
due vite e vedrò quello
che ho visto, l’Uno oltre il
Diaframma sottile.

SANDRO SPALLINO
Tutti i diritti riservati


Tratto dal libro
LE LABBRA DELL’ANIMA

Nessun commento:

Posta un commento