venerdì 14 febbraio 2020

INVERNO D'AMORE di SANDRO SPALLINO

INVERNO D'AMORE

Sulle tue labbra di crespo corallo il
mio bacio di vernice bollente si adagia,
stampa un'impronta eterna che non
scioglierebbe l'acquaragia.
Stringimi e sprofondiamo oltre i giardini
dell'anima, ove vento non turba l'estate
infuocata di smanie che arroventano la
sabbia. La stagione nostra migra lontano,
come gabbiani su altra spiaggia,spare ogni
ricordo luminoso nel sentore di burrasca,
giura che mai passerai ad altre braccia.

Sfiorando con le dita la siepe che il vento
inclina, mite l'altopiano galleggia e traluce
su un onda marina ,ho raccolto una
scheggia di verita' tra le illuminate rive
piovono sui cigli erbosi a frotte coccinelle
amiche. L'anima muta s'accorda e spira
come l'aga ingiallita, sott'acqua riflette il tuo
cuore l'icona amorosa che sovente respira,
il tuo bacio s'infinita nei cieli delle mie iridi
e giace per tempo, io andro' polvere nel vento
portando viole, e tu correrai fiera sul crinale
del sole.

Ho baciato i flutti delle rose sepolte nel tuo cuore
grumo di luce chiara .Ti ho donato i segreti
che imbrattano la mia intimita’ in una stanza
sgraziata, tacita poggiasti la voce sul vetro
della mia anima e colombe scatenate
fuggirono in un murmure d'aria scarlatta.
Udimmo un eco di campane traversare
Fronde di memorie solitarie.Ti ho troppo
perdutamente amata.
Portami alle tue profonde iridi di vita
Di anni trascorsi a valanghe con la pelle
smarrita, nuda tenendo il solo cappello,
abbracciata ad Ottobre che sa di carrozze
disperse e soffi briganti, portami nei tuoi
giorni incerti e nei temporali che stringi
nel deliquio di segni indecifrabili sulla tua
mano, nelle scritte focose di lacrime come
fiaccole sotto un faro.

Portami il tempo non è piu’ un oltraggio che
t’invade il capo. Saro’quell’impermeabile appeso
che la pioggia non ha traforato, o forse dopo
averti detto che ti amo scompariremo oltre
l’azzurro felice In un ultimo intensissimo bacio.

SANDRO SPALLINO
Tutti i diritti riservati
 
Tratto dal libro
LE LABBRA DELL’ANIMA


Nessun commento:

Posta un commento