venerdì 6 marzo 2020

UN GRIDO di SANDRO SPALLINO

UN GRIDO

...dove sei incarnazione della luna,
emozione della forza di un mare
alle porte naufraghe del mio petto,
sospiro dell’inverno sulle foglie
lacrimose dei miei occhi incendiati,
neve bianca sul mio cuore
che ha il tuo nome inciso coll’acciaio,
diluvio nel cielo incrinato della mia
torre, delle mie sabbie, e della mia
anima mortale, morire e facile
accanto alla sorgente vitale
di ogni tua parola,
vibrazione dell’assoluto
ventre di ogni atomo.
Dove sei Elisabetta,granata d'amore esplosa nel mio cuore,
labbra di un Dio,
fuggente che mi baciarono
ad agosto mentre si spezzava l’aria.

SANDRO SPALLINO
Tutti i diritti riservati


Tratto dal libro
LE LABBRA DELL’ANIMA

Nessun commento:

Posta un commento