lunedì 18 novembre 2019

Anche i preti piangono

TREATRO DELLE SUORE DEGLI ANGELI POLLENA
SABATO 30 NOVEMBRE ORE 20:30 E DOMENICA 1 DICEMBRE ORE 19:30 


RASSEGNA POESIA IN GALLERIA "POEMIFICIO"

Libreria evaluna piazza vincenzo bellini 72 napoli
Sabato 23 Novembre h.19.00
presenta
RASSEGNA POESIA IN GALLERIA
"POEMIFICIO" reading di
Paolo Gentiluomo
Costanzo Ioni
Carmine Lubrano
Alberto Nocerino

presenta: Ferdinando Tricarico 


Dedicazione delle basiliche dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

Ricorrenza: 18 novembre
Memoria facoltativa
 
Oggi i cristiani celebrano la consacrazione delle loro chiese.
Tra questi luoghi sacri che gli Apostoli di Cristo resero celebri e che i cristiani venerano, il primo fu sempre la Confessione o tomba di S. Pietro.
Si dice che l'illustre Principe degli Apostoli fosse sepolto, subito dopo la morte, nel luogo stesso del martirio, sul colle Vaticano. S. Paolo, decapitato alle Acque Salvie, venne deposto lungo la via Ostiense, fuori le mura di Roma e precisamente ove ora sorge l'attuale e grandiosa basilica in suo onore. 
 
MARTIROLOGIO ROMANO
Dedicazione delle basiliche dei santi Pietro e Paolo, Apostoli, delle quali la prima, edificata dall'imperatore Costantino sul colle Vaticano al di sopra del sepolcro di san Pietro, consunta dal tempo e ricostruita in forma più ampia, in questo giorno fu nuovamente consacrata; l'altra, sulla via Ostiense, costruita dagli imperatori Teodosio e Valentiniano e poi distrutta da un terribile incendio e completamente ricostruita, fu dedicata il 10 dicembre. Nella loro comune commemorazione viene simbolicamente espressa la fraternità degli Apostoli e l'unità della Chiesa.
 
PREGHIERA
Ti preghiamo, Dio onnipotente, che in questi luoghi da noi dedicati al tuo nome, tu porga orecchio misericordioso a quanti ti invocano.

domenica 17 novembre 2019

Santuario della Madonna del Carmine di Sorrento (NAPOLI)

By Rosaria Pannico

Cari amici di rosarydelsudArt news, in questa domenica di novembre vi propongo questa bellissima Chiesa di Sorrento (a Napoli). Precisamente si tratta del Santuario della Madonna del Carmine (chiesa monumentale situata nel centro storico di Sorrento e edificata nel III secolo) che io stessa ho visitato e che vi propongo in queste foto e questo brevissimo video:











Sant' Elisabetta d'Ungheria

Ricorrenza: 17 novembre
Protettrice di: fornai, infermieri, ordine francescano secolare, società caritatevoli



PRATICA
Facciamo sempre la carità ai poveri.
PREGHIERA
Illumina, Dio misericordioso, i cuori dei tuoi fedeli, e per le preghiere gloriose della beata Elisabetta fa' che noi disprezziamo le prosperità del mondo e godiamo sempre delle consolazioni celesti.
MARTIROLOGIO ROMANO
Memoria di santa Elisabetta di Ungheria, che, ancora fanciulla, fu data in sposa a Ludovico, conte di Turingia, al quale diede tre figli; rimasta vedova, dopo aver sostenuto con fortezza d'animo gravi tribolazioni, dedita già da tempo alla meditazione delle realtà celesti, si ritirò a Marburg in Germania in un ospedale da lei fondato, abbracciando la povertà e adoperandosi nella cura degli infermi e dei poveri fino all'ultimo respiro esalato all'età di venticinque anni.

BIBBIA: Dalla seconda lettera di san Paolo ai Tessalonicesi

BIBBIA (2TS ,7-12)

LA BIBBIA: Dal libro del pofeta Malachìa

Bibbia (Ml3.19-20)