venerdì 8 luglio 2016

La fenomenologia del “Righeira” moderno in “Vamos a la playa”, saggio semiserio di Chistian De Iuliis il 9 Luglio a Minori negli “Incontri d’Autore”

La 10a edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo prevede due anteprime nella sezione “Incontri d’Autore”.

La prima Sabato 9 Luglio, ore 20.30, sul Lido balneare “Ambrogio’s” a Minori appuntamento con “Vamos a la playa. Fenomenologia del “Righeira” moderno” di Christian De Iuliis, edito da Homo Scrivens.

L’architetto minorese alla seconda esperienza letteraria, dopo “L’Architemario. Volevo fare l’astronauta” (Overview, 2014), con un ritratto ironicamente amaro del lavoro della figura professionale dell’architetto appunto, ci riprova con “Vamos a la playa”, un saggio semiserio di antropologia culturale che ci conduce, con dissacrante comicità, alla scoperta dell’ “Homo Righeira” presente in ciascuno di noi: una sorta di ominide onnivoro, sommariamente inquadrato come sottospecie dell’Homo Sapiens. Comparso a partire dagli anni Ottanta, ancora oggi si rivela, soprattutto nella stagione estiva, indiscusso protagonista di un escursionismo nomade, singolare e chiassoso, che neanche la globalizzazione è riuscita a omologare e sconfiggere. Il libro si avvale delle inappuntabili illustrazioni di Giancarlo Covino.

La presentazione del libro è affidata ad Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieramalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo.

Per informazioni www.incostieraamalfitana.it
COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

sabato 2 luglio 2016

Flomagie

Mostra personale pittorica e fotografica di Antonella Notturno

Dal 23 luglio al 27 agosto 2016, nelle splendide colline di Furore (SA), in uno dei Borghi più belli di Italia, dichiarato Patrimonio Mondiale Unesco, presso Bacco Hotel in via Lama n. 9, in una vertigine di panorami mozzafiato, sarà ospitata la mostra personale di ANTONELLA NOTTURNO.

La inaugurazione, fissata per il 23 luglio alle ore 18,30, prevede la introduzione di Raffaele Ferraioli – Sindaco di Furore (SA), e la partecipazione della prof. Chiara Rita Amato – Critica di Arte.

Nella sua esposizione, l’artista propone un importante gruppo di opere: quindici dipinti su tela, alcuni anche di grande formato, che, a voler riportare le parole della prof.ssa Amato, “conducono il visitatore in una dimensione surreale, parallela alla realta'. I colori alludono a segreti espressi dai simboli, che si modellano attraverso l'uso di linee sinuose, arabeschi e decori.”; ed una ventina di fotografie nelle quali, continua il critico d’arte: “ La naturale armonia dei ritmi della natura viene indagata con attenzione, il contatto con la luce solare e gli effetti prodotti sulle forme, sono riportati in maniera fedele e chiara.

Il motivo dell’arte di Antonella Notturno è un esercizio di contatto col sé per esternare la propria armonia interiore, l’energia vitale; la volontà dello sviluppo delle possibilità creative per raggiungere la libertà d’espressione e la gioia che ad essa si lega.”
Dedicare, dunque, un'intera esposizione all' armonia della natura, dai colori delicati e nello stesso tempo intensi e pieni di luce, è l'elegante antidoto che l'artista propone ad una società prepotente, in cui prevale aggressività tra gli individui e la distruzione dell'ecosistema. (dott. Rosaria Pannico – scrittrice, giornalista e critico d’arte la mostra, realizzata con il patrocinio del Comune di Furore (SA), è visitabile gratuitamente tutti i giorni.
Antonella Notturno, nasce a Napoli, il 9 luglio 1964. Autodidatta, sin da piccina ama disegnare ed esprimersi con i colori. Svolge la professione di Avvocato, ma la sua sensibilità la porta ad avvicinarsi alla filosofia orientale che, pian piano, diventa parte integrante della sua vita quotidiana. E’ una ricercatrice spirituale libera, dipinge, fotografa, insegna e pratica yoga, reiki e meditazione con i suoni di Gong e Campane Tibetane, a Quarto (NA), dove vive ed in tutta la Campania. E’ convinta che anche dipingere sia una meditazione oltre che una forma di espressione della propria personalità e che i colori arrivino dove non può la parola, rivelando ciò che per tante misteriose ragioni non si osa rivelare.
E’ stata nominata artista UNICEF perché dedica la sua arte al sostegno di iniziative umanitarie.

Per info, contatti e appuntamenti:
Facebook: Notturno art; e-mail: antonellanotturno64@gmail.com
COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA