sabato 16 febbraio 2019

SANTA GIULIANA DA NICOMEDIA

PROTETTRICE DEGLI AMMALATI E DELLE PARTORIENTI
Ricorrenza: 16 febbraio



Santa Giuliana aveva accettato di andare sposa ad Eulogio, prefetto pagano della sua città, Nicomedia in Bitinia. Dopo le nozze, però, si rifiutò fermamente all'amplesso dello sposo idolatra (in quell'epoca le fanciulle erano maritate giovanissime e spesso non era neppure richiesto il loro consenso. Il matrimonio cioè era combinato dai parenti, ai quali era difficile rifiutare un partito influente, come era in questo caso il prefetto di Nicomedia. Giuliana, Santa ubbidiente, accettò lo sposo imposto).


Fu poi Santa amorosa, di amore sovrumano, quando mise il suo corpo come premio alla conversione dello sposo pagano. Ma lo sposo, superficiale innamorato, temeva troppo la potenza dell'Imperatore. Rifiutò di convertirsi; anzi, spaventato dall'idea di una moglie cristiana, si valse della sua autorità di prefetto e comandò che fosse torturata, perché apostatasse, cioè rinnegasse la sua fede.


Giuliana fu così finalmente Santa eroica, nei tormenti sostenuti per la fede ed eroica nel suo disperato tentativo amoroso di aprire alla luce l'anima dello sposo terreno.

IL POST PIU' LETTO: 

Nessun commento:

Posta un commento