domenica 28 aprile 2019

TERRA DI UN NUOVO MONDO al finissage della personale di Rita Mele

Martedì 30 aprile 2019, alle ore 17.00 presso Movimento Aperto, via Duomo 290/C , Napoli, Finissage della personale di Rita Mele, introdotta dal testo di Loredana Rea, QUANDO LA PITTURA E’ SOSPESA TRA LEGGEREZZA E INCANTO.
Nella serata Rosaria Pannico presenterà il suo romanzo breve: TERRA DI UN NUOVO MONDO, dal quale leggerà alcune pagine.


E’ un romanzo fantascientifico che vuole essere, oltre che un piacevole libro di lettura, un contributo per la salvaguardia di un bene comune UNICO, il Pianeta terra.
Successivamente si tenterà un primo ampliamento della tematica sollevata sia dal romanzo della Pannico che dalla recente mostra LA CARTA DELLA TERRA, ideata e curata da Peppe Pappa, tenutasi con successo al PAN nello scorso marzo. Si intende così riflettere su come gli artisti possono contribuire, col loro specifico, coi loro strumenti, alla difesa dell'arte-vita sul pianeta Terra, l’unico di cui disponiamo, finora.


Scrive a tal proposito Eduardo Alamaro, che ha proposto di verificare se ci sono le condizioni per costituire un primo punto-laboratorio permanete "Carta della Terra MA": “Molti segnali fanno ritenere che la tematica "Ambiente" sia Carta vincente, se si studia, se si capisce qualcosa di quanto bolle in pentola. La questione è capire da Napoli cosa si può fare di non già fatto. Per non essere sempre ripetitori del già fatto altrove. Cosa possono fare gli artisti e gli artefici se rinunciano all'IO assoluto e abbracciano (per quanto loro possibile) il necessario NOI: Cosa non facile dalle nostre arti e parti. Ma la Terra si salva insieme e con strumenti nuovi. O non si salva. Partecipazione a forza”

Così prosegue: “Chi viaggia sul settanta anni (e oltre, come qualcuno di Noi) ha oggettive difficoltà tecnologiche sul tema della dematerializzazione dell'arte che pare si prospetti come il tema del futuro già in atto. Ma la Terra, la prima rivoluzione agricola dell'uomo sociale, rimarrà sempre come nutrimento e base. Una polarità quindi, un dialogo tra Terra e cielo, tra materiale e immateriale. E nel dialogo c'è sempre la "dia": dal dia-volo al dia-metro.”

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Nessun commento:

Posta un commento