martedì 13 agosto 2019

Santa Filomena di Roma

Principessa, vergine e martire
Ricorrenza: 11 agosto



Secondo una leggenda l'imperatore Diocleziano voleva sposare la giovane Filomena ma lei si rifiutò e così lui la sottopose ad atroci torture: venne flagellata, ma un angelo le guarì le ferite. Cercarono di annegarla, ma l'ancora si ruppe e Filomena si salvò. Tentarono di colpirla con le frecce ma furono miracolosamente deviate, alla fine fu decapitata.

Come in tutte le leggende si nasconde una verità ed infatti nel 1802 si scoprirono delle ossa di un'adolescente tra i tredici e i quindici anni nel cimitero di Priscilla e su tre tegole di terracotta scoperte vicino alla tomba fu trovata l'incisione che recitava "Pax tecum Filomena", la raffigurazione di due ancore, tre frecce e un ramo di palma.
La scoperta fu accolta come una valida prova dell'esistenza di una martire e vergine di nome Filomena.

Il sacerdote Francesco de Lucia portò le reliquie a Mugnano nella chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie e furono molti miracoli attribuiti al reliquiario di santa Filomena e così fu canonizzata.

Nessun commento:

Posta un commento