sabato 30 novembre 2019

Bentornato a Casa San Ludovico

Cari amici di rosarydelsudArt news con grande piacere vi comunico il ritorno di San Ludovico da Casoria presso l'Ospizio Marino Posillipo. Ricordiamo infatti che San Ludovico è stato ospite per un breve periodo di tempo presso la meravigliosa Basilica di Santa Chiara a Napoli (http://www.rosarydelsudartnews.com/2019/11/san-ludovico-da-casoria.html).








Fuga dal museo”: al MANN la mostra fotografica di Dario Assisi e Riccardo Maria Cipolla

by Rosaria Pannico
 
Si segnala che dal 2 dicembre 2019 al 24 febbraio 2020 sarà possibile visitare la mostra al MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli) dal titolo “Fuga dal museo”.

Sorriso e leggerezza: sono queste le parole chiave della mostra che Dario Assisi e Riccardo Maria Cipolla presenteranno al pubblico, nella Sala del Toro Farnese, il dicembre 2019 alle ore 17:00. 

Si tratta di quaranta fotomontaggi per immaginare quale sarebbe la “vita” delle sculture dall’Archeologico (anche le opere d’arte, grazie al potere della fantasia, si muovono), “scappando” dalle sale del Museo verso le strade, le piazze e gli angoli più caratteristici di Napoli.

Dopo il successo dell’esposizione “Fantasmi a Pompei”, in cui le figure dei mosaici e degli affreschi del MANN erano trasposte, sempre grazie al fotomontaggio, negli scavi dell’antica città vesuviana, il nuovo percorso creativo seguito da Assisi e Cipolla sarà un vero e proprio atto d’amore per la città di Napoli.

Castel dell’Ovo, il lungomare, Piazza del Plebiscito, il Petraio, i vicoli del centro storico, le pensiline dei bus ed i vagoni della metropolitana, diventeranno lo sfondo per un nuovo cortocircuito temporale e visivo: tra ieri ed oggi, tra il candore dei marmi, la lucentezza dei bronzi e la vivacità dell’orizzonte metropolitano, potrà capitare di incontrare la scultura dell’Afrodite accovacciata in vico Lungo Gelso, ammirare la potenza dinamica del Toro Farnese in armonico dialogo con un cielo burrascoso, scontrarsi con il Doriforo nella stazione della linea 1 al Museo.

In particolare l'immagine guida della mostra “Fuga dal museo” sarà l’ Afrodite di Capua: la famosa scultura della Collezione Farnese si affaccerà per stendere i panni, trovando armonia e leggerezza del gesto nella dimensione quotidiana di un’usuale mattina del terzo millennio.

Realtà Aumentata al MAV (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano - Napoli)

by Rosaria Pannico 


Cari amici di rosarydelsudArt news presso il MAV (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano provincia di Napoli) per proporvi questo breve video che vi illustra la nuova realtà aumentata che è possibile trovare presso questo museo virtuale.

Il Parco di Ercolano per la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità il 3 dicembre 2019

Torna il 3 dicembre prossimo la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità e il Parco Archeologico di Ercolano ospita un gruppo di soci dell'Ente Nazionale Sordi offrendo loro una visita guidata speciale in lingua LIS, grazie alla collaborazione della società Coopculture. 


Si tratta della prima attività in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi di Napoli, nell’ambito della convenzione stipulata con lo stesso, in cui l’Associazione ENS di Napoli metterà a disposizione un proprio associato che tradurrà in LIS le spiegazioni della guida turistica, fornita, invece, da Coopculture, gestore dei servizi didattici del Parco. Alla visita parteciperà anche Elvira Sepe, il Presidente della Sezione ENS di Napoli, con la quale i funzionari del Parco stanno già programmando il calendario delle attività formative, da realizzare a partire dal mese di gennaio 2020, rivolte da un lato ai traduttori LIS, e dall’altro, al personale di vigilanza e accoglienza del Parco.

Il Mibact anche per il 2019 sostiene l’iniziativa promuovendo manifestazioni ed eventi che siano a favore della cultura dell’accoglienza al patrimonio, confermando con lo slogan ‘Un giorno all’anno tutto l’anno’ l’impegno volto ad assicurare a tutti il diritto alla partecipazione e all’accesso ai luoghi e ai contenuti culturali.
Al Parco di Ercolano la visita si colloca nelle iniziative che mirano tra l'altro ad arricchire l'offerta in termini di accessibilità.
“Siamo felici di avviare fattivamente la collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi all'interno di un evento condiviso a livello nazionale dai diversi Istituti del MIBACT, – dichiara il direttore Sirano – la celebrazione della giornata per il Parco rappresenta un’ulteriore occasione di apertura verso il nostro pubblico, offrendo a tutti la possibilità di fruizione del bene”.

Torna inoltre domenica 1 dicembre, l’appuntamento #Domenicalmuseo con ingresso gratuito a siti archeologici e monumenti in tutta Italia, che accoglieranno liberamente cittadini e turisti per una giornata dedicata alla scoperta del patrimonio culturale nazionale. Al Parco di Ercolano sarà possibile accedere gratuitamente anche a SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano, mostra permanente nell’Antiquarium del sito.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Sant' Andrea Apostolo

Ricorrenza: 30 novembre
Protettore di: cantanti, marinai, pescatori 


Andrea il pescatore, nacque a Bethsaida di Galilea, era il fratello di Simon Pietro, colui che ricevette per primo l’invito di Gesù.

Era tra coloro che ascoltavano Giovanni il Battista, quando passò di lì Gesù e insieme ad un amico lo seguirono e si fermarono con Lui tutto il giorno. In seguito, Andrea corse a raccontare al fratello di aver trovato il Messia e ve lo condusse.

PRATICA
Compiamo con esattezza, giorno per giorno, i doveri del nostro stato. 

PREGHIERA
“Supplichiamo istantemente la tua maestà, o Signore, affinché, come il tuo beato apostolo Andrea fu predicatore e pastore della tua Chiesa, così sia per noi perpetuo intercessore presso di te.” 

MARTIROLOGIO ROMANO
Festa di sant'Andrea, Apostolo: nato a Betsaida, fratello di Simon Pietro e pescatore insieme a lui, fu il primo tra i discepoli di Giovanni Battista ad essere chiamato dal Signore Gesù presso il Giordano, lo seguì e condusse da lui anche suo fratello. Dopo la Pentecoste si dice abbia predicato il Vangelo nella regione dell'Acaia in Grecia e subíto la crocifissione a Patrasso. La Chiesa di Costantinopoli lo venera come suo insigne patrono.

venerdì 29 novembre 2019

CINEMA FOTOGRAFIA SORRENTO

Sabato 30 novembre ore 17:00


Al Blu di Prussia - Il giornalista che si fece notizia

Sabato 30 novembre ore 11:00


"Tutti i volti di Alighiero Noschese"

A 40 anni dalla sua morte, San Giorgio a Cremano rende omaggio al grande imitatore

Il 3 dicembre eventi e mostre in Villa Bruno. Con una video installazione, Noschese ritorna virtualmente tra coloro che lo hanno amato

"Era l'amico rassicurante e gioioso degli italiani". Fu definito così Alighiero Noschese, dai tanti giornalisti che lo celebrarono dopo il suo funerale e la sepoltura a San Giorgio a Cremano nel 1979. Da Enzo Biagi a Giovanni Minoli, ma anche colleghi attori, professori universitari ed estimatori lo hanno sempre considerato un "imitatore inimitabile", espressione di un'Italia in bianco e nero che conservava il gusto dell'ironia.
Nel 40esimo anniversario  della sua morte, il prossimo 3 dicembre, San Giorgio a Cremano lo ricorda con eventi, installazioni e mostre, rivolti agli studenti e ai cittadini che si svolgeranno in Villa Bruno per l'intera giornata. Un'iniziativa voluta dal sindaco Giorgio Zinno, attraverso l'assessore alla Cultura, Pietro De Martino.
Alle ore 9.30 saranno deposti fiori sulla sua tomba, nella cappella di famiglia, all'interno del cimitero cittadino.  A presiedere la cerimonia pubblica il Primo Cittadino, rappresentanti istituzionali e tutti coloro che vorranno rendere omaggio al grande attore.  Alle 11.00 poi, nelle Fonderie Righetti in Villa Bruno, gli studenti delle scuole cittadine prenderanno parte al convegno-spettacolo sulla vita, la carriera e i personaggi del grande imitatore. A "raccontarlo" Giuseppina Scognamiglio, docente di Drammaturgia dell'Università Federico II e Andrea Jelardi, autore del volume: "Noschese, l'uomo dai mille volti". Durante l'incontro si esibirà anche Vincenzo De Lucia, noto imitatore che ha partecipato all'ultima edizione del Premio Troisi.  Alle 18. 00 l'evento sarà replicato, sempre in Villa Bruno e sarà aperto ai cittadini e agli estimatori di Noschese. Saranno presenti anche Salvatore Gramaglia ed Erica Todino.
Inoltre per l'intera giornata sarà possibile visitare, nei locali dell'Ex Libreria Vesuvio, una mostra con gli oggetti appartenuti all'attore. E non è tutto. Nell'ambito della mostra, sarà allestita una particolare video installazione di Luisa Auriemma, grazie alla quale Noschese ritorna virtualmente tra coloro che lo hanno amato, mettendo in evidenza il suo lato televisivo e puntando su un elemento che caratterizzava parte dei suoi show: il telefono. Solo attraverso il telefono, infatti, è possibile immergersi nel sonoro delle sue più importanti imitazioni da Gorni Kramer, Mago Zurlì, Omar Sharif e Nino Manfredi. Nel video anche immagini girate sulla sua tomba, nel cimitero di San Giorgio a Cremano, in cui si vede un appassionato che pone una maschera carnevalesca come simbolo della sua opera artistica. E ancora, interviste a uomini e donne di spettacolo, a studiosi e perfino a personalità politiche, in cui si ricorda la figura di Noschese.
"Il ricordo di Alighiero Noschese, a 40 anni dalla sua morte è ancora vivo, così come il suo valore di artista - spiega il sindaco Giorgio Zinno. San Giorgio a Cremano, città che lui ha amato e dove è sepolto, vuole rendergli omaggio insieme ai tanti cittadini che lo ricordano con affetto, ma anche con i giovani studenti che - crediamo - debbano conoscere la sua arte, la sua carriera e la sua personalità di uomo mite e rassicurante".
"Sentiamo come un dovere quello di celebrare la memoria di Alighiero Noschese, così come stiamo facendo per gli altri cittadini e uomini illustri legati alla nostra città - aggiunge De Martino. Tutti rappresentano la nostra identità e la nostra storia che va assolutamente tramandata alle giovani generazioni, affinché venga valorizzato il senso di appartenenza e amore per la nostra comunità".


COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

XXVI MOSTRA DI ARTE PRESEPIALE - anch'io... PRESEPIO

Cari amici di rosarydelsudartnews ho il piacere di proporvi anche per questo Natale la ormai longeva mostra di arte presepiale che appassiona tutti i sangiorgesi e non solo ...


IL PRESEPIO EMOZIONALE di FRATE INDOVINO

La Basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio e i Frati Minori Cappuccini dell’Umbria, con il patrocinio del Vicariato di Roma, invitano tutti, domenica, 1° dicembre 2019, alle ore 16.30, presso la Basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio, Piazza San Marco, 52 - complesso di Palazzo Venezia - a Roma per l’inaugurazione.


I Frati Cappuccini dell’Umbria hanno pensato di ideare uno a grandezza naturale, quale strumento di devozione ed evangelizzazione: si tratta di un presepio tridimensionale, che riproduce un villaggio medievale (con botteghe artigiane, case in cui le massaie sono intente al loro lavoro, pastori).

È un villaggio in cui ti puoi muovere liberamente per i suoi vicoli, visitare le botteghe e arrivare alla capanna.

La “Natività” è realizzata con legno di recupero e cartone ondulato, stampato con colori a base di acqua, secondo i principi di eco-sostenibilità.

Il “Presepio emozionale” di Frate Indovino presso la Basilica romana di San Marco Evangelista potrete visitarlo tutti i giorni dal 1° dicembre 2019 al 6 gennaio 2020.

San Saturnino di Tolosa Vescovo e martire

Ricorrenza: 29 novembre 


PRATICA
Fuggiamo il rispetto umano e professiamo apertamente la nostra fede. 

PREGHIERA
"O Dio, che ci concedi di celebrare la festa del tuo beato martire Saturnino, ottienici di essere soccorsi grazie alla sua intercessione". 

MARTIROLOGIO ROMANO
A Tolosa, san Saturnino Vescovo, il quale, al tempo di Dècio, fu rinchiuso dai pagani nel Campidoglio di quella città e precipitato dalla sommità della rocca del Campidoglio per le varie scarpate, e così, col capo contuso, col cervello scosso e con tutto il corpo lacerato, rese la sua bell'anima a Cristo.

ULTIMA RIVIERA di SANDRO SPALLINO

ULTIMA RIVIERA 

Non vedremo più i tamerici
issati a foggia d'imbuti bruni,nembo o
vortice assonna i lidi dal mare
irrompe in spume,fulminate ghiande
s'incurvano a una fiammata di luce.
Torneremo alla tempesta che
sparpaglia un'acqua a un sole che
barbaglia, ricorderemo ch'era
l'ambra il presagio, il cane
impazzito che abbaia.

Il tonfo che odi non é il frutto
stramazzato sulla terra, ma boato
di una vita che nel ventre scosso
attende e trema, quando voragine
e scirocco t'incolla il ciuffo
sudato sulle tempia,nel moto dispari,
allo scoccare di bonacce t'innalzi
e sei piu' bella.

Ecco nella raffica che suona a
stento sulla lastra del cielo,
briaca d'apparenze senti lo strepito,
anima ode in un velo la ciurma
di sciamani sussurrare dal vespro.
Chi siamo noi, un riaffluire di voci,
appena udite,brulichio tra foci estenua
e poi vanisce, incanto che sbatte appena
in un sorriso magro che resiste.

Qui dove mare e luce tempra la pietra
brezza risana l'affanno che in noi scava,
la tua mano forgia castelli di sabbia,
promette festa al domani che schiara,
s'alza nascosta da rocce saline
e scompare una sirena, immersa
in un cobalto d'acqua, guardiamo
con dubbiezza la visione
stamparsi sulla faccia.

Divampa in noi la fanciullezza, stride
il felice ricordo, di quando esplodeva
sul fondo del giardino il fiordaliso del mondo.
É lesto mattino. Volano gli anni come ore
scivolati sulle sabbie malferme, piu in la'
battendo sciabordano sull'ascosa pelle
che a un brivido rimette.
La cinciallegra da un fuscello tenera
al cuore c'invita ,scorre vita che
viviamo come arriva,esula e confina,
ll tuo sguardo in un bacio oltre azzurro
trapassa e s'infinita.


 SANDRO SPALLINO 
Tutti i diritti riservati



Tratto dal libro 
LE LABBRA DELL’ANIMA

giovedì 28 novembre 2019

SAN GIORGIO A CREMANO: LA STAGIONE DELLE DONNE E DEL TEATRO

Weekend di spettacoli alla Fonderia Righetti di Villa Bruno a S. Giorgio a Cremano



- Venerdì 29 Novembre ore 20.30 "Ma l'amore no" di e con Roberta Misticone 

- Sabato 30 Novembre ore 20.30 "Il fulmine nella Terra, Irpinia 1980" con Orazio Cerino di Mirko Di Martino

- Domenica 1 Dicembre ore 19.00 "Polveri Condominiali" con Gina Perna, regia di Tonino Di Ronza 

INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento posti disponibili.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

E' per domani alle 18 l'appuntamento con l'opening della mostra MICHELANGELO PENSO. DIMENSIONI INFINITE

Con la personale dedicata all’artista veneziano, il Centro Arte Moderna e Contemporanea riprende, con un progetto inedito, una sua fondamentale mission: accogliere, segnalare e studiare le principali espressioni artistiche del presente.



Nell’occasione questo obiettivo è perseguito attivando una collaborazione con l’Università degli Studi di Genova – nello specifico con il DIRAAS, Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo e con l’AdAC, Archivio d’Arte Contemporanea – che ha proposto Michelangelo Penso come rappresentante delle esperienze artistiche condotte negli anni Novanta, nell’ambito di un corso monografico dedicato all’ultima decade del secolo scorso. La sua ricerca sarà inoltre indagata attraverso un workshop rivolto agli studenti dell’ateneo genovese che si terrà presso la sede del CAMeC nel corso della mostra.
 
Curata da Leo Lecci, docente di Storia dell’arte contemporanea all’Università di Genova, l’esposizione sarà inaugurata venerdì 29 novembre alle ore 18.00. Saranno presenti l’artista, il curatore e i rappresentanti delle Istituzioni.
 
Michelangelo Penso (Venezia, 1964), che da diversi anni lavora a livello internazionale indagando le possibili connessioni tra ricerca scientifica e artistica, alla Spezia presenta un progetto espositivo concepito e realizzato appositamente per il museo e i suoi spazi.

Nelle sale del primo piano del CAMeC saranno infatti allestite tre grandi installazioni accompagnate da diverse opere a parete che ne attestano la lunga ed elaborata genesi; installazioni pensate per dare forma plastica e visibile a dimensioni infinite, ossia a quei mondi poco conosciuti, esplorati quasi esclusivamente nell’ambito della ricerca scientifica: l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo.

Cronòtopo, concepita all’inizio del 2019 e qui presentata in un nuovo allestimento, è un’istallazione a pavimento che configura, attraverso un algoritmo, l’assetto dei pianeti del sistema solare, riproducendo le frequenze da essi generate. Pelagibacter (2019) e Roseobacter (2019) sono installazioni site e contest specific, create cioè appositamente per gli spazi del CAMeC e ispirate allo studio scientifico dei batteri marini: grandi strutture, costituite da cinghie industriali sospese nello spazio del museo creano forme, in scala 20.000.000:1, ispirate a microrganismi scoperti la fine del XX e l’inizio del XXI secolo, fondamentali per stabilizzare la temperatura del nostro pianeta.

Michelangelo Penso si è diplomato all’Accademia di Belle Arti di Venezia, sotto la guida di uno dei più importanti maestri del Novecento, Emilio Vedova, alla cui opera grafica il CAMeC ha dedicato una recente esposizione. Questa nuova mostra rappresenta così un ideale ponte tra passato e presente (l’allievo che espone negli stessi spazi del maestro), ma anche tra presente e futuro, considerando quanto il lavoro di Penso sia strettamente legato all’impatto che le scoperte scientifiche hanno e avranno sulla nostra esistenza, oggi e domani.

Michelangelo Penso sviluppa un nuovo concetto di scultura, usando materiali di origine industriale e lavorando in uno spazio compreso tra arte e scienza. Dal 1981 le sue installazioni sono state esposte in molti spazi privati e istituzionali, tra cui il MACRO di Roma (2019), la Reggia di Caserta (2018) e i Musei Civici di Bassano (2018). Tra le principali mostre si segnalano, inoltre, Exposition au Palais de Tokyo (Parigi, 2016), Nutrimentum (Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, Verona, 2015), Circuito genetico RSBP (Palazzo Fortuny, Venezia, Italia, 2011), Nuit Blanche - Dazibao d’images, installazione per l’Università Pierre et Marie Curie (Francia, 2004), XLV Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia, Punti cardinali dell’arte (Venezia, 1993).

L’esposizione sarà visitabile fino al 22 marzo 2020, da martedì a domenica dalle 11.00 alle 18.00 (chiuso il lunedì, Natale, Capodanno). Ingresso intero euro 5, ridotto euro 4, ridotto speciale euro 3,50. 

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Sabato 30 novembre, in diretta alle 14:00 su Rai3, arriva ad Agropoli al "Villaggio di Babbo Natale", il simpatico Rino Genovese del Tg Itinerante.

 Il Villaggio è una delle straordinarie attrazioni del periodo natalizio facenti parte di un programma di attività più ampio - "Il Natale delle Meraviglie", che gode del finanziamento Poc 2014-2020 - linea strategica 2.4 "Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura", che l'amministrazione agropolese è riuscita ad aggiudicarsi. Il "Villaggio di Babbo Natale" è stato allestito con grande cura e dovizia di particolari nel Castello Angioino Aragonese di Agropoli che è diventato un vero e proprio "Castello Incantato" in attesa del Tg Itinerante - che farà tappa qui per dare il via ai festeggiamenti natalizi con la Casa di Babbo Natale più grande d’Italia. Venerdì 29 novembre ci sarà l'anteprima della presentazione dell'evento in Buongiorno Regione alle 7.30, nel Tg Campania. Il Villaggio è organizzato a cura dell'Associazione culturale Ercula.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

LA CRISI E' COLPA DEI POVERI di Esposito Pasquale

LA CRISI E' COLPA DEI POVERI

Non accade nulla nel mondo che

non sia contro i poveri , gli affamati.

Accade invece che siamo tutti struzzi.

Accade che adesso ci sono più suicidi ,

più disoccupati, noi ne sappiamo niente?

C'e' un muro di gomma impenetrabile,

è nelle nostre menti, tutti a pensare:

a nu palmo del mio sedere fotte chi può.


Sei povero in canna come se nella canna ci fossero

i poveri, che aumentano e sono ovunque. Si

colpevolizzano i pensionati,ne sono troppi e vivano a lungo.

E come se la povertà l'avessero prodotta loro .

Tutto viene scaricato sulla povera gente

non sulle banche, sulla finanza mondiale,

sulle 85 persone che detengono ricchezza,

pari a quella di un miliardo di persone.

Che facciamo continuiamo ad essere struzzi?


Esposito Pasquale
Tutti i diritti riservati 


mercoledì 27 novembre 2019

PANORAMA dell'Arte Contemporanea in Italia 2019 - Radici e Nomadismi

Sabato 7 dicembre 2019 ore 16:30 - 19:00


San Giacomo della Marca Religioso e sacerdote

Ricorrenza: 28 novembre
Beatificato da Urbano VIII nel 1624 e canonizzato nel 1726 da Benedetto XIII.


PRATICA
Nell'obbedienza, che è fonte di tante virtù, troveremo una facile via per il Paradiso.

PREGHIERA
"O Signore, che ti sei degnato di illustrare la tua Chiesa con i meriti e la predicazione di S. Giacomo, confessore della tua fede, concedi a noi di seguirne gli esempi e di conseguire l'eterno premio". 

MARTIROLOGIO ROMANO
A Napoli, in Campania, la deposizione di san Giàcomo della Marca, Sacerdote dell'Ordine dei Minori e Confessore, illustre per l'austerità della vita, per la predicazione apostolica e per molte legazioni compiute a vantaggio della Cristianità. Dal Sommo Pontefice Benedétto decimoterzo fu ascritto nel catalogo dei Santi.

LA PRIMA FOTOGRAFIA a NAPOLI 180 anni fa | a cura di Luca Sorbo

GIOVEDI 28 NOVEMBRE 2019 ore 18.00 | Grand Hotel Oriente via Diaz Napoli
 

Si segnala giovedì 28 novembre 1839 alle 10.30 Gaetano Fazzini realizzò una prima dimostrazione pubblica del procedimento al dagherrotipo che era stato annunciato il 7 gennaio dello stesso anno e reso pubblico il 19 agosto, fu il terzo dagherrotipo realizzato il Italia ed il primo in cui è raffigurata una persona

GIOVEDI 28 NOVEMBRE 2019, 180 ANNI DOPO, ci incontriamo per ricordare gli eventi che portarono alla nascita del dagherrotipo e la sua recezione in Italia, ricorderemo anche alcune straordinarie personalità di quegli anni come Macedonio Melloni, direttore dell'Osservatorio Vesuviano, ed autore della prima relazione sull'invenzione del dagherrotipo in Italia ed, ovviamente, Gaetano Fazzini

sullo sfondo la città di Napoli che in quel periodo era di gran lunga la principale città italiana, la quarta d'Europa e l'unica che aveva regolari contatti con la cultura internazionale




ingresso libero - meglio prenotare a contact@flegreaphoto.it
COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

All’anemico nemico di Lucilla Ragni

Mercoledì 4 dicembre 2019, alle ore 18:00 a Roma, presso lo Studio Arte Fuori Centro, via Ercole Bombelli 22, si inaugura la mostra di Lucilla Ragni “All’anemico nemico” a cura di Bianca Pedace.
L’esposizione rimarrà aperta fino al 20 dicembre, secondo il seguente orario: dal martedì al venerdì dalle 17:00 alle 20: 00, altri orari su appuntamento.


In questo quarto e ultimo appuntamento di Spazio Aperto 2019, Lucilla Ragni esporrà una recentissima serie di opere appositamente realizzate.

Una scritta su un muro dell'ex-Mattatoio di Perugia - luogo emblematico poi divenuto sede della facoltà di Giurisprudenza - è rimasta impressa nella memoria dell'artista, innescando una intensa riflessione creativa.

Allo scolorare della memoria Lucilla Ragni ha dedicato un lungo percorso, che oggi la porta a focalizzare l'attenzione sulle tracce di antiche civiltà e ad eleggere a tema il luogo, fisico e metaforico, chiamato Mediterraneo. 


COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA



Rinviata a lunedì 16 dicembre la presentazione della digitalizzazione dell'opera Teatro di Raffaele Viviani

E' stata rinviata a lunedì 16 dicembre, alle ore 10:00, al Teatro di Ateneo (Campus di Fisciano – Edificio A2), la presentazione della digitalizzazione dell'opera Teatro di Raffaele Viviani, realizzata presso i laboratori A.L.P.H.A.N.V.S. e Filosofia e linguaggi dell'immagine dell'Università degli Studi di Salerno, nell'ambito del progetto Cantieri Viviani, finanziato dalla Regione Campania e organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, per improrogabili impegni istituzionali del governatore della Campania, Vincenzo De Luca.  Prima dell'inizio dei lavori verrà proiettato il breve filmato "Digitalizzazione. Riflessioni dal mondo accademico internazionale". La professoressa Antonia Lezza (Progetto cantieri Viviani / Unisa) introdurrà e coordinerà i saluti istituzionali di Vincenzo Loia (Rettore dell'Università degli Studi di Salerno), Alessandro Barbano (Presidente della Fondazione Campania dei Festival), Giulio Baffi (Progetto Cantieri Viviani), Gaetano Cimmino (Sindaco di Castellammare di Stabia), Luca Cerchiai (Direttore del Dipartimento di Scienze del patrimonio culturale – DISPAC), Vincenzo De Luca (Governatore della Regione Campania) e gli interventi di Maria Rosaria Califano (Coordinatore Centro Bibliotecario di Ateneo / Unisa); Maria Giuseppina De Luca (Responsabile scientifico del Laboratorio Filosofia e linguaggi dell'immagine); Giovanni Di Domenico (Università degli Studi di Salerno); Pasquale Scialò (Progetto Cantieri Viviani / Unisob); Maria Senatore e Maria Senatore Polisetti (Università degli Studi di Salerno).

La collezione digitale delle opere (dall'edizione in sei volumi Raffaele Viviani, Teatro, a cura di Guido Davico Bonino, Antonia Lezza, Pasquale Scialò, Napoli, Guida Editori, 1987-1991, 5 voll.; vol. VI a cura di Antonia Lezza e Pasquale Scialò, Introduzione di Goffredo Fofi, Napoli, Guida Editori, 1994, è pubblicata ad accesso aperto e gestita da EleA, l'archivio open access dell'Università degli Studi di Salerno.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

LE GIOIE DI CARMEN

Si tratta di bellissime lavorazioni artigianali in argento925 o acciaio a seconda del gioiello che è rigorosamente made in Italy.

Per ogni gioiello è possibile quindi anche la personalizzazione che rende così unici ed io cari amici di rosarydelsudArt news vi propongo alcune foto di questi capolavori:  








 

"NON HO MAI SMESSO DI SOGNARE" di Maria Clotilde Cundari e "TERRA DI UN NUOVO MONDO" di Rosaria Pannico

Cari amici di rosarydelsudArt news vi segnalo quest'evento mercoledì 4 dicembre ore 16:30
presso il Centro Sociale CulturaleManzoni

in via Salvator Rosa a San Giorgio a Cremano (Napoli)


Verranno lette le poesie tratte dal libro dal titolo "NON HO MAI SMESSO DI SOGNARE" della poetessa  Maria Clotilde Cundari e le pagine del romanzo breve di fantascienza dal titolo "TERRA DI UN NUOVO MONDO" della giornalista e scrittrice Rosaria Pannico.



Con l'occasione sarà possibile richiedere dediche ad entrambi i libri.




"Si diffonde la poesia, la cultura, la musica, e con noi è tutta un altra musica..."

Note di Musical

Giovedì 5 dicembre 2019 dalle ore 17:30 alle 19:30
Circolo UfficialiNapoli Marina Militare
via cesario console 3 bis,  Napoli

Brani da celebri musical e commedie musicali dagli anni '30 ad oggi.


Beata Vergine della Medaglia Miracolosa

Ricorrenza: 27 novembre

La Beata Vergine Maria della Medaglia Miracolosa si festeggia dal 1894 il 27 novembre alle ore 17:00.
 
SUPPLICA ALLA MADONNA DELLA MEDAGLIA MIRACOLOSA


Da recitarsi alle 17:00 del 27 novembre (festa della Medaglia Miracolosa) ed in ogni 27 del mese e in ogni urgente necessità.

"O Vergine Immacolata, noi sappiamo che sempre ed ovunque sei disposta ad esaudire le preghiere dei tuoi figli esuli in questa valle di pianto, ma sappiamo pure che vi sono giorni ed ore in cui ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie. Ebbene, o Maria, eccoci qui prostrati davanti a te, proprio in quello stesso giorno ed ora benedetta, da te prescelta per la manifestazione della tua Medaglia.
Noi veniamo a te, ripieni di immensa gratitudine ed illimitata fiducia, in quest'ora a te sì cara, per ringraziarti del gran dono che ci hai fatto dandoci la tua immagine, affinché fosse per noi attestato d'affetto e pegno di protezione. Noi dunque ti promettiamo che, secondo il tuo desiderio, la santa Medaglia sarà il segno della tua presenza presso di noi, sarà il nostro libro su cui impareremo a conoscere, seguendo il tuo consiglio, quanto ci hai amato e ciò che noi dobbiamo fare, perché non siano inutili tanti sacrifici tuoi e del tuo divin Figlio. Sì, il tuo Cuore trafitto, rappresentato sulla Medaglia, poggerà sempre sul nostro e lo farà palpitare all'unisono col tuo. Lo accenderà d'amore per Gesù e lo fortificherà per portar ogni giorno la propria croce dietro a Lui. Questa è l'ora tua, o Maria, l'ora della tua bontà inesauribile, della tua misericordia trionfante, l'ora in cui facesti sgorgare per mezzo della tua Medaglia, quel torrente di grazie e di prodigi che inondò la terra. Fai, o Madre, che quest'ora, che ti ricorda la dolce commozione del tuo Cuore, la quale ti spinse a venirci a visitare e a portarci il rimedio di tanti mali, fai che quest'ora sia anche l'ora nostra: l'ora della nostra sincera conversione, e l'ora del pieno esaudimento dei nostri voti.
Tu che hai promesso, proprio in quest'ora fortunata, che grandi sarebbero state le grazie per chi le avesse domandate con fiducia: volgi benigna i tuoi sguardi alle nostre suppliche. Noi confessiamo di non meritare le tue grazie, ma a chi ricorreremo, o Maria, se non a te, che sei la Madre nostra, nelle cui mani Dio ha posto tutte le sue grazie? Abbi dunque pietà di noi.
Te lo domandiamo per la tua Immacolata Concezione e per l'amore che ti spinse a darci la tua preziosa Medaglia. O Consolatrice degli afflitti, che già ti inteneristi sulle nostre miserie, guarda ai mali da cui siamo oppressi. Fai che la tua Medaglia sparga su di noi e su tutti i nostri cari i tuoi raggi benefici: guarisca i nostri ammalati, dia la pace alle nostre famiglie, ci scampi da ogni pericolo. Porti la tua Medaglia conforto a chi soffre, consolazione a chi piange, luce e forza a tutti.
Ma specialmente permetti, o Maria, che in quest'ora solenne ti domandiamo la conversione dei peccatori, particolarmente di quelli, che sono a noi più cari. Ricordati che anch'essi sono tuoi figli, che per essi hai sofferto, pregato e pianto. Salvali, o Rifugio dei peccatori, affinché dopo di averti tutti amata, invocata e servita sulla terra, possiamo venirti a ringraziare e lodare eternamente in Cielo. Cosi sia. Salve Regina"

martedì 26 novembre 2019

Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa 2020 “NON SEMEL VICTOR SED SEMPER PRIMUS”

NOBILE CONTRADA SAN MAGNO - LEGNANO
Scadenza 31 Marzo 2020

Finalità
Dall’Art. 4 dello Statuto di Contrada:
La Contrada di San Magno si propone di:
“Conservare e tramandare, quale depositaria della vita collettiva di Contrada, il patrimonio storico, culturale, spirituale e materiale della stessa; favorire e promuovere ricerche storiche; conservare tutto quello che, relativamente alla Contrada, può costituire tradizione; esaltare lo spirito contradaiolo”.
Questo Concorso Letterario vuole essere un mezzo per divulgare e tenere viva la “cultura” delle tradizioni e della storia di cui la Città di Legnano e la Contrada sono eredi. Il grande patrimonio che i nostri padri ci hanno lasciato, deve essere conservato, valorizzato e tramandato alle generazioni future.

REGOLAMENTO

Art. 1) Il concorso è articolato nelle seguenti Sezioni:

Sezione A) Poesia in lingua italiana a tema libero edita o inedita
Inviare due opere che non superino i 40 versi ciascuna

Sezione B) Poesia nei vari dialetti d’Italia (con acclusa traduzione in lingua italiana)
Inviare un solo componimento che non superi i 40 versi.
Si prega di indicare il dialetto utilizzato

Sezione C): Narrativa in lingua italiana a tema libero
Inviare un solo componimento di lunghezza limitata a tre facciate formato A4, carattere Times
New Roman 12 punti, interlinea 1. Si raccomanda di attenersi scupolosamente a dette
indicazioni.

Sezione D) Narrativa in lingua italiana a tema:” Il cavallo”
Libertà e capacità di adattamento, potenza e delicatezza, presenza e sensibilità sono le caratteristiche peculiari del cavallo che ieri come oggi con il suo fascino e le sue capacità continua a fare sognare piccoli e grandi. I suoi movimenti , la sua emotività, le relazioni che instaura con gli altri esseri viventi, i suoi mille volti nel tempo ispirano tanti aspetti da scoprire, tante storie da raccontare.

Inviare un solo componimento di lunghezza limitata a tre facciate formato A4, carattere Times
New Roman 12 punti, interlinea 1. Si raccomanda di attenersi scupolosamente a dette
indicazioni.

Sezione E): Narrativa in lingua italiana a tema: “Il grande Leonardo da Vinci” (Vita e opere)
Il premio sarà dedicato ad Augusto Marinoni (considerato il maggiore conoscitore
della filologia di Leonardo ed il più grande esperto del pensiero filosofico e scientifico vinciano).
Inviare un solo componimento di lunghezza limitata a 3 facciate formato A4,
carattere Times New Roman 12 punti, interlinea 1.
Si raccomanda di attenersi scupolosamente a dette indicazioni;

Sezione F) riservata agli studenti degli Istituti Superiori
Narrativa in lingua italiana a tema: “Dall’Alpe a Sicilia, dovunque è Legnano”
Inviare un solo componimento di lunghezza limitata a 3 facciate formato A4,
carattere Times New Roman 12 punti, interlinea 1
Si raccomanda di attenersi scupolosamente a dette indicazioni;

Art 2) MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

a) Per le Sezioni A), B), C), D)
Inviare n. 7 copie in forma anonima accompagnate dalla scheda di partecipazione compilata (vedi allegato);
b) Per la sezione E) Narrativa in lingua italiana a tema “Leonardo da Vinci)
Inviare n 4 copie in forma anonima accompagnate dalla scheda di partecipazione compilata (vedi allegato);
c) Per la Sezione F) riservata ai giovani degli Istituti Superiori
Inviare n. 6 copie in forma anonima accompagnate dalla scheda di partecipazione compilata (vedi allegato);
Art. 3) Gli autori per il fatto stesso di partecipare al concorso, cedono agli organizzatori il diritto di utilizzare le opere nell’ambito del concorso stesso, senza avere nulla a pretendere per diritti di qualsiasi natura. Le composizioni rimangono comunque di proprietà dei singoli autori.
Gli elaborati inviati non saranno restituiti.

Art. 4) QUOTE DI PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione è così suddivisa:
Per la Sezione A) Poesia in lingua italiana: € 15,00 per due opere e 5,00€ dalla 3° in poi (fino a 5);
Per la Sezione B) Dialetto: € 15,00 per una sola opera e 5,00€ per le successive (fino a 4);
Per le Sezioni C) D) E): Narrativa: € 15,00 per una sola opera
Per la Sezione E) riservata agli studenti degli Istituti Superiori: € 10,00 per una sola opera
Da versare nelle seguenti modalità:
- in banconote da inserire nel plico con le cautele del caso poichè l’organizzazione non si assume la responsabilità per eventuali atti dolosi;
- tramite versamento sulla Carta Postepay Evolution n. 5333 1710 8859 6271 o bonifico
IBAN IT20 X360 8105 1382 6262 0862 628 intestata a Rosa Gallace, Codice Fiscale:
GLL RSO 48A48 E239R con la causale: ”Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa- Nobile Contrada San Magno 2020 ” recante il nome del mittente, inserendo nel plico l’attestazione dell’avvenuto versamento.
E’ ammessa la partecipazione a più di una sezione: le relative quote possono essere cumulate in un unico versamento.

Art. 5) INVIO DELLE OPERE
Gli elaborati dovranno essere inviati per posta (non raccomandata) entro e non oltre il 31 Marzo 2020 (farà fede il timbro postale) o consegnati a mano al seguente indirizzo:
Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa “Nobile Contrada San Magno 2020”
c/o: Rosa Gallace, Via B. Melzi, 106 - 20027 Rescaldina (MI)

In alternativa: via Email all’indirizzo: rosygallace@gmail.com nelle seguenti modalità:
  1. un file formato word con l’opera in forma anonima
  2. un file formato word con la scheda di partecipazione compilata a macchina o PC (o a mano ma in stampatello) in ogni sua parte
  3. allegare ricevuta del pagamento della quota d’iscrizione

Art. 6) GIURIA per le Sezioni. A),B),C),D)

Presidente: FABIANO BRACCINI - Poeta, Scrittore, Regista, Operatore Culturale
Componenti: SERGIO BREDA - Dirigente Scolastico
NUCCIA CORTI ARDO - Docente
CINZIA DELLA VEDOVA - Psicologa
ERIKA INNOCENTI - Giornalista
ORNELLA VENTURINI - Dirigente Scolastico
Presidente del Concorso ROSA GALLACE (senza diritto di voto)

Per la Sezione E) Narrativa a tema: “Il grande Leonardo Da Vinci”
Le opere saranno giudicate da una Giuria composta da:

ROBERTO CLERICI - Gran Priore Emerito della Nobile Contrada San Magno
MARIA CARLA MARINONI - Docente Universitaria
ANTONELLA RUGGERO SCARPA - Docente

Per la Sezione F) riservata ai giovani degli Istituti Superiori
Narrativa in lingua italiana con tema “Dall’Alpe a Sicilia, dovunque è Legnano”

Le opere saranno giudicate da una Commissione formata da Giornalisti;

Art. 7) Il giudizio delle giurie è inappellabile e insindacabile.

Art. 8) PREMI

Per le sezioni: A),B),C),
1° Class. € 300,00 + targa, diploma, motivazione della Giuria
2° Class. € 200,00 + targa, diploma, motivazione della Giuria
3° Class. € 100,00 + targa, diploma, motivazione della Giuria

Per la Sezione D) Narrativa in lingua Italiana a tema : “Il cavallo”
1° Premio Targa personalizzata + € 200,00
2° e 3° Premio - Targa e Diploma

Per la Sezione E) Premio “AUGUSTO MARINONI” assegnato ad un’opera di narrativa a tema
“Il grande Leonardo da Vinci”
1° Premio - Targa personalizzata + € 200,00
2° e 3° Premio – Targa e Diploma
Premio “FELICE MUSAZZI” (Cofondatore della Compagnia Dialettale: “I Legnanesi”
assegnato ad un’opera della Sezione B) Poesia nei vari dialetti d’Italia scelta tra tutte quelle pervenute in dialetto Lombardo
1° Premio - Targa personalizzata + € 200,00
2° e 3° Premio – Targa e Diploma

Premio Sezione F) riservato agli studenti degli Istituti Superiori
Targa personalizzata + €. 200,00
2° e 3° Premio – Targa e Diploma
Art. 9) La Giuria si riserva di assegnare altri eventuali Premi Speciali ad opere di particolare pregio;

Art. 10) Soltanto i vincitori saranno avvisati telefonicamente o via Email.


Art. 11). ) I premi in denaro dovranno essere ritirati esclusivamente dai rispettivi vincitori nel corso della cerimonia di premiazione. Saranno ammesse deleghe soltanto per il ritiro di Targhe e Diplomi a persona di propria fiducia, previa comunicazione all’Organizzazione. Targhe e diplomi non ritirati dai rispettivi vincitori o dalle persone loro delegate, potranno essere spediti a domicilio, su richiesta e con addebito delle relative spese.

Art. 12) La cerimonia di premiazione si svolgerà Domenica 17 Maggio 2020 alle ore 15.30
Presso la Sede della Contrada San Magno Via Berchet, 8 - Legnano.

Art. 13) La partecipazione al concorso implica l’accettazione delle norme che lo regolano.

Art. 14) Per eventuali ulteriori informazioni: Rosy Gallace – Email: rosygallace@gmail.com

 

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa “Nobile Contrada San Magno 2020”
Scadenza 31 Marzo 2020
Compilare rigorosamente a macchina o con P.C (non a mano)

Nome e Cognome ______________________________________________

Nato/a a __________________ il____________________________

Residente a _________________ Cap. ___________ Prov.___________

Indirizzo_________________________________

Email _______________________________ Cell. _____________ __ Tel. ______________

Sezione A) Poesia in lingua italiana a tema libero
Titolo
Titolo


Sezione B) ) Poesia nei vari dialetti d’Italia (con acclusa traduzione in lingua italiana)
Titolo


Sezione C) Narrativa breve in lingua italiana a tema libero
Titolo

Sezione D) Narrativa breve in lingua italiana a tema “Il cavallo”
Titolo

Sezione E) Narrativa in lingua italiana a tema: “Leonardo da Vinci”
Titolo

Sezione F) riservata agli studenti degli Istituti Superiori con tema “Dall’Alpe a Sicilia,
dovunque è Legnano”
Titolo

Allegare attestazione quota di partecipazione.

Il/la sottoscritto/a……………………………………………….autorizza il trattamento dei propri dati personali ai sensi del Dlgs196/03 e successive (R.E. GDPR 25 Maggio 2018) attestante che l’opera presentata è frutto della propria creatività.

La partecipazione al concorso implica la totale accettazione del presente regolamento.

Firma
____________________________________
Li,


Il bando del concorso (e a suo tempo i risultati finali) verranno pubblicati sui siti:

www.concorsiletterari.it; www.poetare.it; www.cartaepenna.it; www.sanmagno.it

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA 


Enigmi e voluttà di Nicoletta Moncalieri

Venerdì 6 dicembre, presso lo studio di Dottori Commercialisti e Revisori Legali con sede in Piazza Vallisneri 4 a Reggio Emilia, sarà inaugurata la venticinquesima mostra, dedicata all’artista modenese Nicoletta Moncalieri.

 

Curata da Sandro Parmiggiani, la mostra di Nicoletta Moncalieri, intitolata "Enigmi e voluttà", comprende una cospicua selezione di opere a collage, una tecnica che l’artista ha fatto propria a partire dalla seconda metà degli anni Settanta, attraverso lo studio dei maestri, cui ha fatto seguito una personale rielaborazione.

Frammenti

Cari amici di rosarydelsudArt news vi ricordo l'appuntamento per l'artist talk nell'ambito della mostra "Frammenti". 

Martedi 26 novembre alle 17:30 a Palazzo Partanna, Piazza dei Martiri, negli Uffici Fideuram, per un incontro in cui Armida Parisi e Franco Riccardo converseranno con le artiste, offrendo spunti di approfondimento e di dialogo al pubblico. 


San Giorgio a Cremano - Rispetto e diritti della donna spiegati ai ragazzi Fino a martedì 26 in Villa Bruno eventi per dire basta ad ogni tipo di violenza

 San Giorgio a Cremano afferma ogni anno, il proprio convinto impegno per la lotta contro ogni forma di discriminazione e abuso,  che continua ad essere un grave e inaccettabile ostacolo al godimento dei diritti delle donne e alla loro piena realizzazione personale. Un impegno prioritario dell’azione politica che l'amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, attraverso l'assessorato alle Pari Opportunità affidato a Ida Sannino, porta avanti sia sul piano della sensibilizzazione che della prevenzione.

Martedì 26, alle ore 10.00 infatti, nelle Fonderie Righetti in Villa Bruno, la scrittrice pluripremiata Emanuela Sica, parlerà agli studenti delle scuole superiori della città, raccontando storie di chi ha subito violenza,  ma anche di chi è riuscita ad uscire da questa condizione e in che modo lo ha fatto. Proprio su come affrontare questo percorso, spesso doloroso e complicato anche per i familiari e i figli, la consigliera regionale Bruna Fiola entrerà nel merito della legge 34/2017 a sostegno dei figli delle donne vittime di violenza, di cui è stata prima firmataria.
Durante l'evento alcuni passi del libro di Emanuela Sica, "L'ultima Luna", saranno letti da Claudia Paganelli. Andrà poi in scena una coreografia di Giuliana Gutturiello.

"L'impegno della politica su questo drammatico fenomeno deve essere serio e costante - spiega il sindaco Giorgio Zinno e quello di San Giorgio a Cremano si concretizza innanzitutto nella conoscenza. La violenza sulle donne infatti ha molti volti; può essere fisica, sessuale e psicologica.  Osteggiare ogni forma di sopruso significa far luce su questi diversi aspetti, ma anche saper dare delle riposte. Per questo a gennaio 2020 inaugureremo il primo Centro Antiviolenza del Vesuviano in un bene confiscato alla camorra. Qui, chiunque vuole uscire dalla spirale della violenza e della sopraffazione potrà ottenere gli strumenti giusti e le adeguate professionalità per non sentirsi solo e trovare il coraggio di riprendere in mano la propria vita".

"Abbiamo pensato che ascoltare le storie di chi ha subito soprusi e ha trovato il coraggio di uscirne, così come di persone rimaste vittime di violenza, ha un peso diverso sui nostri giovani - conclude Ida Sannino. Per dire basta alla violenza bisogna apprendere le cause, le conseguenze e le vie d'uscita. Grazie ad Emanuela Sica, a Bruna Fiola e a tutti coloro che credono nel percorso che la nostra comunità sta compiendo a favore delle donne e in generale delle pari opportunità".   

Intanto le iniziative contro la violenza sulle donne a San Giorgio a Cremano sono iniziate il 23 novembre, quando al Piano Nobile di Villa Bruno, è stata inaugurata la mostra sulla donna “La Donna e le sue metamorfosi”, a cura dell’artista Adriana Capizzano. Sarà visitabile fino a martedì 26.
Mentre lunedì 25 sempre al Piano Nobile, è stato presentato il libro “Scampia salverà il mondo” di Giuseppe Marotta, letto ed interpretato da Peppe Carosella e Roberta D’angelo, alla presenza della consigliera della Città Metropolitana, Isabella Bonfiglio, tra le più attive nelle politiche a favore dell’uguaglianza di genere.

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA