lunedì 8 giugno 2020

“SOCIALITA’ RITROVATA”per la Rubrica “Ritmi d’amore: pensieri dell’anima” di Ilva Primavera

“SOCIALITA’ RITROVATA” per la Rubrica “ Ritmi d’amore: pensieri dell’anima, ai tempi del coronavirus, amici di rosarydelsudArt news, di Ilva Primavera, appuntamento lunedì 8 giugno 2020. 



L’Italia finalmente, essendo i contagi diminuiti, il 3 giugno 2020 riparte con l’apertura dei confini regionali e con la possibilità di spostarci da regione a regione senza nessuna autocertificazione, riavviando così le attività produttive, sempre in condizioni di sicurezza, dopo settimane di grandi sacrifici e grazie alle misure efficaci adottate contro il virus , facendo però sempre attenzione sul distanziamento fisico e uso delle mascherine, precauzioni che non devono essere abbandonate.

Grande entusiasmo e allegria per la vivezza ritrovata e per l’apertura di musei, parchi, spazi pubblici: ci siamo inoltrati nelle piazze piene di gente,e finalmente come un fiume in piena la vita ricomincia, lentamente, cautamente riprendendo i suoi ritmi, i suoi colori, i suoi profumi, consentendoci di essere di nuovo noi stessi, mantenendo viva la socialità, non più toccandoci con le mani ma approcciandoci agli altri attraverso gli occhi, finestra del nostro dentro.

Fuori dalle case liberate ritorna la felicità nel cuore, esplosione d’amore, fratellanza e speranza, non più soli nel dolore, ma uniti nella gioia, insieme ritroviamo la socialità perduta e i sussurri del risveglio della vita , un concerto inesauribile di rumori, un arcobaleno di colori, un caos vivace di voci e di volti.

Nell’attesa di festeggiare la fine dell’epidemia facciamo tesoro delle sofferenze patite e non affrettiamoci a gettare via i ricordi e le esperienze di questo drammatico momento, che può insegnarci molto e segnare, in termini di positività e saggezza, il futuro della nostra vita .

Qui di seguito riporto tutti i contributi arrivati alla data del 7 giugno 2020:


L’ANGELO DEL SILENZIO
Seguitano le ore
di questo mio indelebile
impossibile
e sprofondo nell’oltre
ch’io non vedo
col mio toccare,
ma che scruto
col mio intento muto.

Questo mio silenzio
interrompe
il trapestio del mondo,
cui l’alta mia ascesa
corrompe il tempo
e piega l’attesa.

Non serve supplica
per viver il prodigio,
l’Angelo del silenzio
genera passioni,
quando il cielo è cupo
e quando l’alba
sembra tanto lontana
ormai.

Tu Angelo del silenzio
che reggi la cruna
del mio ago
verso il certo fine
della speme,
segna l’inciso
dell’amore
e sacrificami
nel degno gesto
che il mio cuor
gremisce.

Angelo del silenzio
che sorprendi
la mia anima,
mentre il frastuono
attraversa le rive
dei mari dell’essenza
e si perde
laddove lo spazio
diventa infinito
e dove il cerchio
al centro si stringe.

Ti seguo Angelo,
oltre gli orizzonti
che non tornano
e mi perdo
tra le messi del tuo bene,
mentre a te canto
il mio amor sillabato
quando è il silenzio
a dominar
sull’eccentrico podere.

Tutti i diritti riservati
 PHIL SINE DIE





CORRE 'O TIEMPO

Corre 'o tiempo e chistu male scuro,
ca nun se vede,
è proprio chesto ca ce fa paura.
E' nu male ca ce leva 'a libbertà',
e ca ce cagna pure 'o modo 'e penzà.

Chiusi dint 'a casa ce fa stà
a scervellà ca' l'oggi è incerto,
e certo 'o dimane nun ce cunzola.

Mentre chiagnimm' 'e muorte,
nuje ca' simme vivi,
pe scongiurà 'a sciorta,
arapimm' 'e balcune
e ce mettimmo a cantà,
ca "Tutto andrà bene".

Tutto chest’ ce pare nu sonno,
nu fìlm 'e fantascenza,
e ppure se vedimme fore
ccà nun ce sta nisciuno,
ce rendimm’ cunto
ca chesta è 'a realtà.

‘A vita s'è fermata ngopp’ a sti binari,
avimma sulo aspettà
ca parte n'ata vota 'o treno.

Intanto, cumbattimmo sta guerra
contro a nu nemmico scunusciuto ,
senz'arme e senza presunzione,
sulo cu 'a pacienza e ‘a speranza
e ce scetá nu juorno
senza tenè 'a paurà
'e ce putè abbraccià.

Tutti i diritti riservati

ANNA CAPPELLA



INTEGRAZIONE

Questo tempo sospeso ci ha calato

in questi giorni di solitudine, simili

ad mano , che ci sollevi dall'abisso.

Visi di fronte, divisi da una trasparenza

di silicio e nascosti alla vita , da una

cecità quotidiana, In case anonime.

Tu ,bella,diversa,vitale,di uno dei tanti

universi che animano questo mondo: Figlia

d'Oriente. Io perso nell' eterno ritorno,

naufràgo da una diversa spiritualità.

Due fari,i nostri occhi, due navi, noi,

in cerca di un porto. Un sospirato approdo

. Ora,basta poco per accorgerci di questa luce;

ora basta un niente per perderla. Finita,

é la tempesta, le parole bramano luce e

l'Amore Il percorso. Immanente, la vita ci

svela il dovuto, mentre cuori ostili piangono

menzogne, gabbie di verità assolute, senza

chiavi, più infíde di un sorriso estorto.

Non bastano gli amori passati,gli amanti che

hanno tessuto le trame di tanta letteratura,

di tutti i cuori e le anime che che hanno

sostituito il grigio del mondo con la luce del

desiderio. Noi siamo il nuovo percorso, ora,

figlia d'Oriente, figlio d'Occidente; il coraggio,

la chiave, l'amarsi il sacrificio per una vera alba

d' Integrazione.
Tutti i diritti riservati

CARMINE COSTANZO




TRACCE DI FUTURO


L’alba di un nuovo giorno

dà la mano al tempo,

gioca con i fili intrecciati dell’esistenza

e stempera la paura del futuro

con un sorriso di serenità,

il vagito di un neonato,

la carezza data a un vecchio,

la mano posata sulla spalla di una donna

chiusa nel suo dolore.

Un’immagine che sembra scaturire dalle nuvole,

in un cielo tempestoso,

mentre il bagliore illumina il mondo,

lo rende visibile a chi ha paura di vederlo,

ne sconfigge le ombre,

dà nuovo risalto ai particolari,

dispersi nella memoria di un tramonto.

E tu sei lì a riprenderti la vita,

a far rifiorire la gioia che sembrava perduta,

a rinnovare con colori nuovi il tuo cammino,

lasciando tracce sulla sabbia

per dar vita e accogliere ciò che verrà,

senza chiederti il perché.
Tutti i diritti riservati

ILDE RAMPINO






INNOCENTE LIBERTA’

Innocente libertà fermata nella carne,

ostaggio del dolore spalmato sulla

pelle ingenua. Avanzi a frammenti

incontri occhi inquieti, percorri strade

melmose. Siamo anime libere alla ricerca

di pelle per vestire croci di legno.

Libertà nelle parole di ferro con voci

secche come prugne. Vuoi la mia libertà?

Mi dispiace, è solo mia. Fagocitata nel corpo

inchiodato all’albero del pane.

Innocente libertà muti tutto in oro
Tutti i diritti riservati

CLARA CHIARIELLO





CHE GIOIA

Finalmente in questi giorni ci è stato

Concesso di poter uscire e incontrarci

Con parenti e amici, sempre protetti e a

distanza e ho provato attimi di commozione

e di gioia . Dopo tre mesi di lockdown è stato

bello riabbracciare i miei nipoti e insieme

siamo andati in un ristorante sul mare .

Dal nostro tavolo potevamo ammirare

il Vesuvio e il golfo di Napoli. La città mi

è sembrata ancora più bella,con un sole

radioso, il cielo azzurro e il mare di un blu

intenso . Alcuni giovani hanno osato fare

un tuffo. Io mi sono limitata ad immortalare

lo splendore di Napoli con delle foto.

La gente era allegra gentile,salutava con

le mani sorrideva. Abbiamo risposto con

un sorriso e per un momento ci siamo sentiti

tutti vicini, uniti dal fraterno abbraccio

della libertà ritrovata e tanto desiderata.

Questo periodo difficile della nostra esistenza

ci dovrebbe insegnare ancora di più a vivere

nel rispetto del sentimenti ,a godere gli attimi

fuggenti e a far tesoro dei beni preziosi che

la vita ci regala ogni giorno.
Tutti i diritti riservati

SERENELLA SIRIACO





DISTINTI E DISTANTI

Ho fatto un sogno stanotte. Il mondo

era spento. Il sole oscurato e la luna

ghiacciata. Tutte le stelle del cielo

galleggiavano sul mare. Incredula

vagavo nell'aria sospesa, per le deserte

vie della città fantasma. Il taciturno

respiro della notte penetrava nei profondi

meandri del pensiero mio. Apro gli occhi

e mi desto al nuovo giorno. La mia stanza,

la mia casa, la mia famiglia e il mio gatto.

Siamo tutti qui nella vita che pulsa. Distinti e

distanti. Ad un passo dal cuore e l'attesa

negli occhi. Nell'abbraccio d'intesa la forza

troviamo per uscire dal buio tunnel in cui

siamo finiti. Ce la faremo. Fuori la luce

ci aspetta. I fiori verranno a trovarci sull'uscio

di casa e le rondini faranno l'amore con

gli usignoli. Nessun male può fermare

la primavera. 
Tutti i diritti riservati

TERESA TROPIANO




INNO ALLA LIBERTÀ RITROVATA


Rivederti

con l'anima leggera,

ora, che ridisegno la mia vita,

con una mascherina tra le dita.



Volto coperto:

occhi che sorridono

labbra nascoste.



Tutto può ripartire da zero,

riassaporo la Libertà e non mi sembra vero.

Cuore leggero.

Voglia di vivere.



L'orco oramai sembra morire.

Tra sorrisi e colori,

ritornano gli amori.
Tutti i diritti riservati

ROSARIA PANNICO





Maggio torna
Me so’ scetato cu nu piccio dint’ô core e ccu na scarda ‘e preta tosta mmiezz’â capa. ‘O tiempo, niro e cchino ‘e viento, accumpagna sta malincunia ggià d’â pprima matenata. Cchiù cupo ‘o core s’è fatto int’’a sta casa, sperduto int’’a sti qquatto mure griggio fummo. Aggio nzerrato ‘a porta e ppure sti penzieri, so’ asciuto mmiezz’â via, cercann’ ‘a libbertà, nu raggio ‘e luce ca rischiarasse ‘o core e ‘a ll’anema levasse stu velo niro ‘e ppecundria Embè ca v’aggio ‘a di’, aggio ncuntrato ‘o sole, spuntato a ll’intrassato dint’’a sta vita scura, m’ha miso dint’ô core nu poco d’alleria e mmaggio è riturnato cu na speranza nova. So’ sagliuto ‘mparaviso, aggio sentuto “O sole mio.” nu coro ‘e voce ca m’arrubbata ll’anema! Si ‘o sole sponta ancora e ‘o sole mio si’ ttu, io trovo a libbertà e trovo pure ammore, si trovo sti ddoje cose, pozzo turnà a ccampà, vierno se nn’esce fore e ttrase ‘a primmavera. 
Tutti i diritti riservati
STEFANO CEPARANO



PULLECENELLE

Sentenne ‘o chianto d’ ‘e napulitane

Pullecenelle è venuto a truvà ‘sta città,

s’ ‘e fermato a Margellina ‘ncopp’’o lungo

mare stammatina. Ha sunato ‘o mandulino

cu ‘e ‘nnote e ‘na canzona pe rompere

‘o silenzio ‘e ‘stu frastuono. Nce sbattevo

‘o core vedenno ‘a primmavera senza sole

addò nisciuno cchiù se da ‘nu vase nisciuno

cchiù s’abbraccia e nun se fa cchiù ll’ ammore

pure l’onna, nfaccia ‘e scoglie nun fa cchiù

rummore. Mo ca è turnato a Napule, zzompa,

balla ed è reverente, cerca e dà curaggio

a tanta ggente. Nce dice: Nzieme a tutto

‘o munno pure Napule s’ è ammiscato

’stu virus, ma nuje simme napulitane e

nun ce fa paura, e vide ca ampresso,

passarrà chesta sventura. Tutte quante

mo state co ‘a maschera nun ‘a tengo sul’ ij

Ajzammo ll’uocchie ‘ncielo e cercamme

aiuto a Ddio! 
Tutti i diritti riservati

VINCENZO OCCUPATO




CINQUANT’ANNI SON PASSATI

Cinquant’anni son passati
per vedervi contagiati
se la fede è juventina
non vi basta l’amuchina
cinquant ‘anni di striscioni
quasi una cantilena
finalmente anche voi
tutti quanti in quarantena
piemontesi o del bresciano
noi sappiamo perdonare
senza avere dei rancori
con i nostri cuori in mano
Con il tempo cambierete
e sarete un po’ più umani
proprio come siamo noi
fede azzurra e ....Napoletani.
Tutti i diritti riservati

ALFONSO PELUSO



NATURA

All’ombra di giunchiglie solitarie,

di moto in moto sciamano le api,

ed una forza operosa le affatica…

D’intorno i verdi poggi e dolci rivi,

allietan di piaceri il mio guardare,

che, percorre ardito quella scena,

mentre il pensier beato già s’invola…

Le grazie di quei prati e i lindi fiori,

m’ispirano per l’aria dolci versi,

e fra, quelle delizie di un’altura,

serena e lieta contemplo la natura… 
Tutti i diritti riservati

ANTONIETTA CACACE





I NOSTRI COLORI

Ecco si riparte, per nuovi

sentieri, percorreremo

montagne, pianure, mari,

mete buie, le più lontane,

raccoglieremo i nostri colori,

i più belli, per dipingere

un mondo migliore!!!
Tutti i diritti riservati

SALVADOR ART





ATTRAZIONE

Occhi di luce intensa che si

guardano, si penetrano, mani

protese che parlano, si cercano.

Corpi luminosi che s’attraggono,

cuori che si sfiorano in infinito amore.

Sbocciare di fiori, fulgidi bagliori.
Tutti i diritti riservati

SERGIO DE SIMONE



COVID 19

Non non abbatterti fratello

Non piegare il ginocchio alla

fatalità del momento Vorrei

esortarti ad un coraggio che tu

già conosci. A guardare il domani

da una prospettiva diversa, nuova.

Basterà un raggio di sole che non

mancherà per sciogliere questa

tenebra che avvolge i cuori .Il nostro

Dio non ha mai negato alle sue

creature una pausa di luce

Coraggio! Fratello
Tutti i diritti riservati

GENNARO OREFICE





Cari amici ecco il mio pensiero poetico sul tema della SOCIALITA’ RITROVATA, non più soli nel dolore, ma uniti nella gioia , fuori dalle case liberate, in mezzo agli altri, ritorna la felicità. 




SOCIALITÀ RITROVATA 


Come un fiume in piena la vita finalmente

ricomincia , lentamente , cautamente,

riprende I suo ritmi, i suoi colori, i suoi

profumi , consentendoci di essere di nuovo

noi stessi, di abbracciarla tutta e di viverla

fino in fondo nella sua fragilità e immensa

forza , mantenendo viva la socialità , non più

toccandoci con le mani ma approcciandoci

agli altri attraverso gli occhi, finestra

del nostro dentro, uno sguardo negli occhi degli

altri può dischiudere molto più di un approccio

fisico .

Fuori dalle case liberate ritorna la felicità

nel cuore, esplosione d’amore, fratellanza

e speranza, non più soli nel dolore, ma uniti

nella gioia , insieme ritroviamo la socialità

perduta e i sussurri del risveglio della vita ,

un concerto inesauribile di rumori,

un arcobaleno di colori , un caos

vivace di voci e di volti.

La vita è raccontarla,scriverla,viverla,

non è solo esistere.


ILVA PRIMAVERA

Tutti i diritti riservati

Per contattare ilva : ilva29@libero.it

http//www.rosarydelsudartnews.com

( Cantante, organizzatrice di eventi culturali, mostre d’arte, poesie, danze, rappresentante dell’Associazione Primavera Arte)

2 commenti:

  1. Fulvio Frezza8 giugno 2020 09:18

    Complimenti per la rubrica, che trovo ben strutturata e ricca di spunti culturali interessanti!!
    Buon lavoro a tutti voi

    RispondiElimina
  2. Grazie Fulvio Fezza il mio blog è anche a tua disposizione ogni volta tu vorrai inviarmi un comunicato stampa io sarò lieta ed onorata di poter pubblicare articoli che parlano di te. Cordiali saluti dr Rosaria Pannico (fb Rosaria Rosaria.

    RispondiElimina