domenica 4 ottobre 2020

Carlo Acutis

Studente italiano, proclamato venerabile da Papa Francesco il 5 luglio 2018 e indicato come possibile futuro patrono di Internet.

 

Carlo Acutis nacque il 3 maggio del 1991 a Londra da Andrea e Antonia Salzano che si trovavano temporaneamente in quella città per motivi di lavoro.

Successivamente, con la famiglia si trasferì a Milano dove Carlo frequentò la scuola elementare e media presso le suore Marcelline e poi il liceo classico presso i Gesuiti dell’istituto Leone XIII.

Fin da piccolo visse la fede in ogni aspetto della sua vita: con la Prima comunione iniziò il suo amore per l'Eucaristia, che chiamava «La mia autostrada per il Cielo».

La sua devozione lo portava quotidianamente a partecipare alla messa e recitare il rosario. I suoi modelli erano i santi: Francisco e Jacinta Marto, san Domenico Savio, san Luigi Gonzaga e san Tarcisio.

Ebbe un'adolescenza nella norma, in particolare tra le sue passioni c'era l'informatica, per la quale mostrava un grande talento e della quale si serviva per testimoniare la fede attraverso la realizzazione di siti web: per questo motivo viene indicato come possibile futuro patrono di Internet.

Nel 2006 si ammalò improvvisamente di leucemia fulminante e morì il 12 ottobre, in soli tre giorni, presso l'ospedale San Gerardo di Monza.

Il 6 aprile 2019 i suoi resti sono stati traslati al Santuario della Spogliazione di Assisi, all'interno di un monumento funebre bianco nella navata destra.

Dopo la morte il corpo ha subito un processo d'imbalsamazione e il suo volto è stato ricostruito tramite una maschera in silicone.

Oggi ci sono più di 200 siti e blog che parlano di lui in diverse lingue e in particolare si segnala che la sua biografia è compresa nel sito web del Sinodo dei vescovi dedicato a I giovani, la fede e il discernimento vocazionale nella sezione dedicata ai giovani testimoni.


Processo di canonizzazione

Si segnala che il 24 novembre 2016 (con l'intervento dell'allora arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola) si è chiusa a Milano la fase diocesana del processo di beatificazione iniziato il 15 febbraio 2013.

Nel novembre 2019 la consulta medica ha espresso parere positivo su un presunto miracolo attribuito alla sua intercessione, necessario per la beatificazione.

Il 21 febbraio 2020 papa Francesco ha riconosciuto il miracolo di un bambino con una malformazione al pancreas dopo aver fatto una preghiera a Carlo Acutis sarebbe guarito inspiegabilmente. Ha apreto così la strada alla beatificazione che verrà celebrata ad Assisi sabato 10 ottobre, alle ore 16:00, nella basilica papale di San Francesco.


Nessun commento:

Posta un commento