venerdì 31 dicembre 2010

Giovanni Boldini

Il 31 dicembre 1842 nasceva Giovanni Boldini (Ferrara, 31 dicembre 1842 - Parigi, 11 gennaio 1931). E' stato un pittore italiano, considerato uno degli interpreti più sensibili e fantasiosi della Belle Époque.

domenica 26 dicembre 2010

Andrea Mantegna - L’Adorazione dei pastori

Autore: Andrea Mantegna
Titolo: L’Adorazione dei pastori


Si tratta di un dipinto, tempera su tavola trasferita su tela (40x55,6 cm) databile al 1450-1451 circa e conservato nel Metropolitan Museum of Art di New York.

La scena è ambientata all'aperto: la Madonna sita al centro è inginocchiata su un gradino di pietra e adora il Bambino mentre a sinistra san Giuseppe dorme. A sinistra due pastori si inarcano in preghiera.

giovedì 23 dicembre 2010

San Gregorio Armeno - arte del presepe (Napoli)

Via San Gregorio Armeno è una strada del centro storico di Napoli ed è il cuore del mondo dei presepio grazie alle sue botteghe artigiane.

Oggi via San Gregorio Armeno è nota in tutto il mondo come il centro espositivo delle botteghe artigianali qui ubicate che ormai tutto l'anno realizzano statuine per i presepi, sia canoniche che originali. Solitamente ogni anno gli artigiani più eccentrici realizzano statuine con fattezze di personaggi di stringente attualità che magari si sono distinti in positivo o in negativo durante l'anno.

Le esposizioni vere e proprie cominciano nel periodo attorno alle festività natalizie, solitamente dagli inizi di novembre al 6 gennaio.

martedì 21 dicembre 2010

Fontana Spirale - GIO POMODORO

Si tratta di una fontana realizzata dal grande scultore contemporaneo poco prima della sua prematura scomparsa, la fontana di trova in in Abruzzo ad Atessa (Chieti). 


domenica 19 dicembre 2010

Mercato dei fiori a la Madeleine - Édouard Leon Cortès

Autore: Édouard Leon Cortès
Titolo: Mercato dei fiori a la Madeleine



Si tratta di un impressionista francese conosciuto come "Le Parisien Poete de la Peinture" ( cioè il Poeta parigino della Pittura) per la bellezza dei notturni e delle varietà meteorologiche presenti nei suoi dipinti.

mercoledì 8 dicembre 2010

Annunciazione - Beato Angelico



Tempera su tavola, 154x194 cm il pannello centrale, 194x194, l'opera, l'Annunciazione, è conservata nel Museo del Prado a Madrid e databile alla metà degli anni trenta del Quattrocento.

In cui l'arcangelo Gabriele preannuncia alla Vergine Maria che sarebbe diventata la madre di Cristo, era un tema sentito nella pittura fiorentina ed il Beato Angelico contribuì a coltivare questa tradizione, adottando disegni moderni e rettangolari e composizioni unificate:  la Vergine seduta in un'aperta loggia colonnata all'interno di un giardino recintato.

L'opera è probabilmente la terza di una serie di tre grandi tavole dell'Annunciazione dipinte dall'Angelico negli anni trenta del Quattrocento; le altre due sono l'Annunciazione di Cortona e l'Annunciazione di San Giovanni Valdarno. La datazione non è però concorde ed alcuni storici dell'arte invertono la serie, proponendo la tavola del Prado come la prima.

Beato Angelico (1395 circa–1455)
Frate domenicano, cercò di saldare i nuovi principi rinascimentali (come la costruzione prospettica e l'attenzione alla figura umana) con i vecchi valori medievali (come la funzione didattica dell'arte e il valore mistico della luce).

sabato 4 dicembre 2010

Castel San Giorgio - La Spezia (Italy)

Il castello San Giorgio è una fortificazione militare genovese sorta sulle alture della città della Spezia, dette anche "colle del Poggio".
Il Castello è raggiungibile mediante la via XXVII marzo che attualmente attraversa le vecchie mura anticamente poste a difesa dell'abitato.

Ecco alcune foto del "Castel San Giorgio" : 











sabato 27 novembre 2010

Rete!... di Giuseppe Piscopo

Domenica 28 novembre 2010, ore 17.30 - presso la Biblioteca Comunale in Villa Bruno sarà inaugurata la mostra “Rete!” di Giuseppe Piscopo 

In merito all' esposizione dal testo critico di Oriana Russo – curatrice è possibile osservare che : “ Le reti non celano, accompagnano lo sguardo del fruitore, catturano e liberano i luoghi. Nell’opera totale di Piscopo l’installazione diviene parte integrante dello spazio che figura tra le pause dei nodi. L’artista trasforma la materia più povera, la carta, in arte atemporale, in concetti plurimi, vivi, rimarcati dalla materia organica di partenza, mutevoli come lo è una riflessione ampia, libera dal confine fisico di una quinta che limita lo sguardo. Le opere di Piscopo restano aperte come l’artista, sempre attento ai mutamenti sociali, al quotidiano svolgersi degli eventi che restano lì tra le pieghe torte dei fogli resi corda intrecciata. Mai così attuale, l’opera apre al concetto di una informazione che perde la sua efficacia da subito e diviene carta straccia da riplasmare, spazio web da riempire, segnale digitale da riformulare. I quotidiani di ieri divengono opera oggi, la notizia, nascosta, celata dall’azione del torcere, diviene universale concetto del trasmettere, forma concreta del web, del network che collega, in infiniti link, news, luoghi e persone.”


venerdì 26 novembre 2010

Giovanni Bellini noto anche con il nome Giambellino ( Venezia, 1433 circa – Venezia, 26 novembre 1516)

E' stato un pittore italiano tra i più celebri del Rinascimento

Cittadino della Repubblica di Venezia, lavorò per sessant'anni traghettando la pittura veneziana attraverso le esperienze più diverse: dalla tradizione bizantina ai modi padovani filtrati da Andrea Mantegna, dalle lezioni di Piero della Francesca, Antonello da Messina e Albrecht Dürer, fino al tonalismo di Giorgione. Nelle sue opere seppe accogliere tutti questi stimoli rinnovandosi continuamente senza mai tradire il legame con la propria tradizione.

martedì 23 novembre 2010

Seven - Gola

I SETTE peccati capitali come non li avete mai visti

La mostra d'arte contemporanea internazionale in Italia sui sette peccati capitali a cura di Roberto Ronca. 

Seven è un grande evento che vuole attirare l'attenzione dell'artista e dello spettatore sulla complessità di interpretare con immagini attuali, al di fuori della iconografia classica, un pensiero artistico. Seven è un evento che affronta ognuno dei sette peccati, uno per volta. Ogni peccato viene sviscerato, osservato, fissato, ricordato. Gli artisti creano un'opera per ognuno dei sette peccati più UNO...



Ecco le foto di alcune delle opere: