mercoledì 23 gennaio 2019

Trinacrime. Storia di un pentito di mafia di Alessandro Vizzino

Il volume dello scrittore Alessandro Vizzino si classifica secondo nella sezione narrativa edita della seconda edizione del Premio Letterario Uniti per la Legalità (http://www.rosarydelsudartnews.com/2018/11/seconda-edizione-premio-letterario.html) ideato da Francesco Gemito (poeta, scrittore e giornalista). 

 "Si tratta di uno spaccato sulla mafia siciliana degli anni Settanta, Ottanta e Novanta, sui suoi foschi protagonisti e su quei coraggiosi antagonisti che hanno perso o rischiato la vita inseguendo l'idea di una giustizia" (Rosaria Pannico).


Il libro:
Trinacrime. Storia di un pentito di mafia di Alessandro Vizzino, collaboratore di giustizia dopo anni di militanza nella cosca mafiosa dei Purtaventi, è un reportage autobiografico romanzato scritto con un linguaggio pratico, divulgativo. Scandagliato in ogni sua parte, il volume presenta interessanti scenari sulla società italica a partire dagli anni Settanta, una storia nella storia che fa da cornice a quella di un ragazzo siculo, tendenzialmente ribelle che abbraccia la criminalità organizzata, sposa le sue idee, i suoi malefici e indossa per diversi anni le sue vesti, intrise di sangue e omicidi, di sopraffazione e sacrifici. Una scelta che pagherà con i processi, il carcere e la privazione dei suoi affetti.




Non mancare al prossimo appuntamento, il 30 gennaio, con il terzo classificato della II° edizione del Premio Letterario Uniti per la Legalità.

Nessun commento:

Posta un commento