giovedì 16 gennaio 2020

SI' FRATE A MME di Pasquale Esposito

SI' FRATE A MME
Mi diceva - Si' frate a mme! -

Il mio più grande amico,

io credevo...

Si è poi rivelato

un subdolo e infame!

Aveva il miele in bocca

ti diceva parole d'amicizia

e poi con altrettanta facilità,

ti tradiva!

Spietatamente un duce

con i deboli,

e miserabilmente pecorone

con i più forti,

mediocre ma furbo,

quando capiva la buona fede altrui,

subito cercava di sfruttarti

e ti ingannava con un : Tu si' frate amme!

Sulla mia pelle

ho subito la sua infamia,

operando in quella

che dovrebbe rappresentare

la cattedrale della legalità,

in difesa dei lavoratori,

ha agito approfittando da negriero,

sfruttando in modo indegno

coloro che lavoravano onestamente.

Accompagnando tutto con

la sua frase velenosa : Tu si' frate a mme!

Là dove si doveva lavorare duro,

almeno in due, c'ero io solo,

a sostenere l'onere di un impegno

massacrante e di responsabilità ...

e lui mi ha sfruttato,

come ha sempre fatto con tutti,

con indifferenza verso la classe operaia

trattata come carne da macello.

Il regno della legalità e della difesa

dei lavoratori era solo una copertura,

in realtà era la sede della menzogna

dello sfruttamento, e della ipocrisia!

Pasquale Esposito
Tutti i diritti riservati


Nessun commento:

Posta un commento