mercoledì 10 giugno 2020

“Santa Maria Dei Monti” - per la Rubrica "Passeggiate trekking e fotografia" di Vincenzo Amirante

Questa settimana, ritorniamo in penisola Sorrentina, più precisamente nel comune di Agerola. 



Escursione sulla Alta Via dei Monti Lattari – Santa Maria dei Monti.

Difficoltà: Media. Sentieri di tipo T – E . Consigliata una certa pratica escursionistica e attrezzatura idonea.


Per arrivare all'altopiano di Santa Maria dei Monti, posto a 1050 metri sul livello del mare ci sono diversi percorsi, partendo da diversi punti. Noi affronteremo il più lungo, e forse più impegnativo; quello che parte da Agerola precisamente dall'uscita del traforo sulla Statale.
Nei pressi del vecchio traforo (parallelo a quello attualmente in uso) è possibile parcheggiare un numero limitato di auto.

Sulla sinistra imboccando via Radicosa,(705 mt ) per poi lasciarla, dopo pochi metri punteremo sempre a sinistra lungo mulattiera, che sale con numerosi gradoni, sino all’alta via dei Monti Lattari e alla cresta di Colle S.Angelo (935mt) altrimenti detta delle Palommelle.
Le altre località che toccheremo sono: Sorgente San Giuliano (1005 ), Acqua Fredda (925 ), Acqua Vrecciara ( 950); Monte Rotondo ( 1020 ) – Piano del Ceraso ( 1031 ) – Santa Maria dei Monti(1050mt) che domina gli abitati di Scala e Ravello.

La zona è stata sempre meta di pellegrinaggio e sede di un eremo, scelto da Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. dove si raccoglieva in preghiera davanti ad un simulacro di legno della Vergine. L’area, era sede del culto della Madonna e meta per i pellegrini provenienti dai villaggi circostanti. Per gli Scalesi il 25 Aprile non è solo la Festa della Liberazione ma anche il giorno del tradizionale pellegrinaggio.

Sull’altura fu edificata una piccola chiesetta, danneggiata dalle intemperie e dagli uomini. Ricostruita più volte nel corso dei secoli, la chiesa è oggi un rifugio per i moderni viaggiatori e pellegrini.
Recentemente restaurata disponibile, anche un'area pic-nic attrezzata nel prato circostante e una struttura con posti letto e angolo cottura.

L'attuale e moderno santuario, dove è posta una statua della vergine, è anche meta di gruppi di motociclisti che percorrono i sentieri fino al pianoro, e possiamo considerare anch'essi moderni pellegrini così come chi ci arriva a piedi, con navigatore e capi tecnici all'ultima moda. 












Ringrazio il gruppo di amici escursionisti di Somma Trekking e il presidente Ciro Ambrosio per l'amicizia e il supporto.
 Grazie e ci vediamo mercoledì prossimo.
Ciao da Vincenzo!
Per contattare Vincenzo:Vince_ami@hotmail.it 

2 commenti: