domenica 19 maggio 2024

STORIA&STORIE appuntamento di martedì 21 maggio

Programma radiofonico di Antonella Giordano

 


 


Fino all’unità d’Italia a Milano non c’erano università. Le prime strutture formative che aprirono la strada al Politecnico furono un Istituto Tecnico Superiore e una Scuola di Applicazione per ingegneri civili.

Il Politecnico fu inaugurato nel 1863 nel Collegio elvetico e fu il secondo in Italia, dopo quello di Torino. Inizialmente si insegnava solo ingegneria meccanica. Nel 1865 venne introdotta anche Architettura e successivamente il pezzo forte su Elettrotecnica che rappresentò un’eccellenza in grado di attirare studenti da tutto il mondo.

Per arrivare alla prima laureata donna si dovette attendere mezzo secolo con Gaetanina Calvi e ben 160 anni, cioè sino al 2023, per vedere eletta la prima rettrice, la professoressa Donatella Sciuto.

Eppure la Storia ci racconta che da sempre le donne che, con determinazione, sfidano le barriere della barbarie sottoculturale, riescono a raggiungere traguardi di eccellenza.
Ne è un esempio la storia di  Gaetanina Calvi, la prima ingegnera del Politecnico di Milano.

Vi racconterò la storia di Gaetanina Calvi nel mio programma radiofonico settimanale.


La puntata andrà in onda martedì 21 maggio alle 12:15 e, in replica, giovedì 23 maggio alle ore 17:30

 al link:

 https://www.radio-italiane.it/regional-radio
 

La puntata sarà anche al link:

https://www.spreaker.com/show/storia-storie-di-antonella-giordano

 

Ciao da Antonella Giordano

L' appuntamento con la rubrica di ROViRO' sarà spostato a mercoledì

Cari amici di rosarydelsudArt news

 si comunica che

 il consueto appuntamento con 

la rubrica di ROViRO' del martedì,

eccezionalmente solo per questa settimana,

sarà spostato a mercoledì 

in quanto l'artista Roberto  ROViRO', 

nel pomeriggio di martedì 21 maggio, 

sarà impegnato presso 

la libreria The Spark 

in via degli Acquari n. 2 di Napoli 

al tavolo dei relatori 

per la presetazione dell'ultimo romanzo della

 scrittrice Rosaria Pannico

 dal titolo 

"VIAGGIO VERSO UN NUOVO MONDO - L'inizio della mia avventura" 

edizioni IL SAGGIO.

 

La presentazione è aperta al pubblico con ingresso libero e gratuito.


 

 Potrebbe interessarti anche:

https://www.rosarydelsudartnews.com/2024/05/roviro-scheletri-al-di-la-della.html 


Alla 18a edizione di ..incostieraamalfitana.it annunciati i vincitori del Premio di poesia edita “CostadAmalfiPoesia” e dei concorsi per le Scuole “Scrittore in...banco” e “Favolando in classe”


 
Mentre fervono i preparativi per l’inizio della 18a edizione di ..incostieraamalfitana.it  Festa del Libro in Mediterraneo il 3 giugno prossimo, il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone annuncia i vincitori dei concorsi che saranno premiati il 7 e 8 giugno a Maiori. 

  



Nella serata inaugurale del Salone degli Affreschi di Palazzo Mezzacapo il 7 giugno la giuria del Premio Nazionale per poesia edita in lingua italiana CostadAmalfiPoesia, presieduta dalla poetessa Sonia Giovannetti, consegnerà il primo premio a Paola Gaglianone per “Graffiti sulla sabbia” pubblicato da Ensemble, il secondo premio a Carmelo Consoli per “Divino disincanto” edito da Giuliano Ladolfi, il terzo premio a Gino Primavera per “Tutto fiorisce a primavera” pubblicato da Tabula Fati. Menzioni speciali ad “Altamarea” di Mauro Bocchio pubblicato da PrintArt, a “Quando tutto sarà giusto” di Elisabetta Liberatore edito da Giovane Holden, ad “Ogni cosa sta in bilico sul fiore di un’àgave” di Vincenzo Mirra pubblicato da Eretica; Premio Opera originale a “Post Punk Opera” di Cinzia Milite edito da Nulla Die; Premio Grafica di copertina ad “Io Perfetta Imperfetta” di Rita Del Noce pubblicato da WritersEditor, autore del disegno copertina Paolo Sapio. L’8 giugno nella Chiesa del Convento di San Domenico sarà la volta dei vincitori dei concorsi per le scuole, a cominciare dai più piccoli della Scuola Primaria e della Classe Prima delle Scuole Medie Inferiori per “Favolando in classe”: 1° premio Otowell Acustica e Farmadipiù srl alla classe II sezione A della Scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo "Antonio De Curtis" di Palma Campania (Na); 1° premio Inner Wheel Club di Costiera Amalfitana alla classe IV sezione A della Scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo "Roberto Rossellini" di Maiori. Menzioni speciali ad Anna Mocerino e Vanessa De Filippo della classe I sezione I e Assunta Iorio della classe I sezione C della Scuola Secondaria di Primo Grado  "G.A. Rocco" di Afragola (Na), Lorenzo Di Palma della classe IV sezione B della Scuola Primaria e Marco Caso della classe I sezione A della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo "Roberto Rossellini" di Maiori. E i premi per i ragazzi delle Scuole Medie Superiori vincitori del concorso “Scrittore in...banco”: per la sezione “Triennio” 1° classificato ex aequo Giulio Cerullo della classe IV sezione A del Liceo Statale "Paolo Emilio Imbriani" di Avellino e Mariafrancesca Marruso della classe III sezione A del Liceo Scientifico "Enrico Medi" Battipaglia (Sa); per la sezione “Maturandi” 1° classificato ex aequo Raffaella Stanzione della classe V sezione B del Liceo Scientifico "Nicola Sensale" di Nocera Inferiore (Sa) e Salvatore Lombardi della classe V sezione B dell’Istituto Alberghiero "Pantaleone Comite" di Maiori. Menzioni speciale per la sezione “Triennio” ad Arianna Greco della classe V sezione B del Liceo Scientifico "Nicola Sensale" di Nocera Inferiore (Sa). Ai premiati gli Attestati di  Merito e Riconoscimento del Parlamento della Legalità Internazionale che, nell’occasione, saranno consegnati dal presidente nazionale Nicolò Mannino, e al testo “più meritevole” indicato dalla giuria il Premio del Comitato regionale UNPLI Campania.

 




Ad inizio festival intanto saranno proclamati anche i vincitori del Premio di poesia in lingua italiana “Giardino Segreto dell’Anima”, con premiazione il 28 giugno a Campinola di Tramonti, ed i finalisti del Concorso internazionale di narrativa “I racconti della Divina”, con la proclamazione dei vincitori il 4 luglio ad Atrani.

 

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

Lunedì 20 maggio ultimo appuntamento de "I Colloqui di Salerno" dedicati ad Annabella Rossi: h.11 Campus di Fisciano e h. 17 Convento San Michele

 


Ultimo appuntamento lunedì 20 maggio (ore 11.00 Unisa-Campus di Fisciano, Biblioteca umanistica “E. R. Caianiello” e ore 17.00 Complesso San Michele, Salerno) della sessione dei "Colloqui di Salerno 2023-2024 - 'Vivere la realtà è già scienza'", dedicati alla studiosa romana Annabella Rossi, a cura di Vincenzo Esposito e del Laboratorio interdipartimentale di Antropologia "Annabella Rossi" – Unisa. Dopo i saluti istituzionali Stefania Baldinotti interverrà su "La digitalizzazione dell’Archivio Rossi/Gandin presso l’Icpi - Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale" - Ministero della Cultura. A seguire l'intervento di Elisa Flaminia Inno su "Note per un film su Annabella Rossi. Sul valore narrativo degli archivi multimediali".

«Come sempre i Colloqui si sono svolti sia al Campus di Fisciano che a Salerno per mantenere vivi i legami tra la città capoluogo e la sua università. Quello di quest'anno è stato un percorso intenso ed entusiasmante, che ha visto nelle performance di tanti artisti che hanno voluto celebrare Annabella Rossi, i suoi momenti più intensi. Sono stati più di venti gli appuntamenti che hanno visto la partecipazione attiva di studiosi, docenti, studenti, appassionati delle tradizioni popolari ed artisti. Tutti hanno aderito con autentica passione ai Colloqui, segno che a distanza di 40 anni dalla sua scomparsa, la figura e il lavoro di Annabella Rossi restano ancora vivi» ha detto il professore Esposito, ringraziando tutti coloro che hanno partecipato, patrocinato e sostenuto l’iniziativa, pronto a mettersi al lavoro per la nuova sessione dei Colloqui.

Stefania Baldinotti è responsabile dell’Archivio di antropologia visiva dell’ICPI-Istituto centrale per il Patrimonio immateriale del Ministero della Cultura. L’Archivio conserva materiali audiovisivi realizzati da Luigi Di Gianni, Michele Gandin, Cecilia Mangini, Gianfranco Mingozzi, Annabella Rossi e altri. Si è occupata della digitalizzazione dell'Archivio Rossi/Gandin e della sua pubblicazione e fruizione. Collabora con istituti universitari, scuole e centri culturali per l’elaborazione di programmi nell'ambito di festival, convegni, seminari, rassegne e incontri di studio.

Elisa Flaminia Inno è autrice e regista di film documentari. Dopo gli studi in Cinema al Dams di RomaTre, consegue un Master in regia del documentario alla Scuola Nazionale di Cinema di Montréal. Ha condotto numerose ricerche filmate sulle tradizioni popolari del Mezzogiorno e sui temi dell’identità culturale nell’ Italia contemporanea – “Pagani” (2016, Istituto Luce-Cinecittà), “Tutte a casa” (2020, La 7), “Donne di Terra” (2021, Rai). Ha fondato a Napoli l’Associazione 15|06 film ed è Direttrice delle rassegne cinematografiche “Europa cinema al femminile” e “Mediterranea”. 

 

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

venerdì 17 maggio 2024

SATURA inaugura 6 nuove mostre in occasione della Genova BookWeek 2024

 Arte contemporanea e letteratura, binomio perfetto.


SATURA Palazzo Stella per la prima edizione della Genova BookWeek.

 


Sabato 18 maggio 2024, alle ore 16:00, nella splendida cornice di Palazzo Stella, si svolgerà l’inaugurazione ufficiale della manifestazione che vede incontrarsi arte contemporanea e parola scritta. In occasione della “Genova BookWeek 2024_Centro storico a libro aperto”, SATURA sceglie di offrire al pubblico un programma espositivo ad hoc, interamente incentrato sui temi proposti dall’evento cultural-letterario ligure. 

A fare da apripista la mostra dedicata a Stefano Grondona, un artista in cui non sussistono i confini imposti dalla razionalità. Con “Imponderabile più X”, a cura di Mario Napoli, si ripercorrono gli ossimori visivi e concettuali di una personalità eccezionale e fuori dagli schemi.

Protagonista provocatorio e dissacrante della scena
contemporanea nazionale, Grondona ha saputo concepire ogni opera d’arte come fosse il capitolo fondamentale di un romanzo. 

Il romanzo della sua vita. Parallelamente il reportage fotografico di Giorgio Bergami “Storie di internamento. La vita nei manicomi e negli istituti di rieducazione minorile”.


Si prosegue con il progetto a cura di Flavia Motolese “Libri ad arte”, installazione site specific in cui l’artista Patrizio Marigliano dedica tutta la sua attenzione al libro in quanto oggetto iconico e feticcio contemporaneo.
 

E poi le donne, la figura femminile a tutto tondo. Intorno a questa fondamentale tematica, SATURA ha deciso di costruire un progetto mirato a scandagliare la femminilità nella sua versione più attuale e contemporanea. Il titolo, “Donne che leggono donne”, è di per sé già una dichiarazione di intenti: discostarsi dagli stereotipi, scegliendo di affidare direttamente alle artiste il compito di raccontarsi. Raccontando, di riflesso e senza filtri, il proprio universo. Protagoniste le opere di Nadiaanna Crosignani, Ornella De Rosa - DRO, Silvia Fucilli, Katia Villa.


Cultura letteraria e città, un connubio ben rodato che alcuni grandi della letteratura hanno saputo valorizzare a dovere, Calvino in primis. Un viaggio tra immagini reali e astratte per “Nuove visioni della città”, altra esposizione inserita all’interno del progetto della Casa degli Artisti Liguri - CALC, che si propone di individuare e valorizzare gli artisti che hanno scritto la storia dell'arte regionale contemporanea, rivestendo, talvolta, una valenza di interesse nazionale. 

Il fil rouge della lettura offrirà al pubblico una diversa percezione del territorio urbano grazie alle opere pittoriche di:


Edoardo Arvigo, Luigi Bassano, Guido Basso, Giovanni Fasce, Riccardo Pavero, Giovanni
Profumo, Mario Schiaffino.


Infine, “La Galleria” ospita alcuni dei più importanti esponenti dell’arte della seconda metà del Novecento: Giuseppe Amadio, Agostino Bonalumi, Lucio Fontana, Vinicio Momoli, Aldo Mondino, Emilio Scanavino, Walter Valentini.
Vernissage sabato 18 maggio ore 16:00
 

Le mostre resteranno aperte, con ingresso libero, dal 17 maggio all’8 giugno 2024, da martedì a
venerdì 9:30–13:00 / 15:00–19:00, sabato 15:00–19:00, domenica 19 e 26 maggio 15:00-19:00.


 


Eventi della “Genova BookWeek 2024_Centro storico a libro aperto” in programma presso
SATURA Palazzo Stella:
 

Venerdì 17 maggio 2024

- ore 15:00 SOPRAVVIVERE AL FULMINE
Susanna Bissoli, I folgorati, Einaudi, 2024 in dialogo con Ester Armanino.

- ore 16:00 TRA NARRAZIONE E POESIA
Approcci inusuali al tema della salute mentale.
Autori in dialogo: Paolo Milone, L’arte di legare le persone, Einaudi, 2022;
Marco Ercolani, Galassie parallele, storie di artisti fuori norma, Il Canneto, 2019;
Franca Pezzoni e Giacinto Buscaglia, Cento imperfetti mondi, Albatros, 2022.
 

Sabato 18 maggio 2024
- ore 11:00 IL PANE PIÙ ANTICO DI TUTTI I MARI Silvia Pesaro, Fatomale, La galletta del marinaio. Peripezie e ricette, Tuss edizioni, 2023, con Francesco Oneto.


- ore 16:30 LABORATORIO DI FANTASIOLOGIA
Massimo Gerardo Carrese, Il grande libro della fantasia, Il Saggiatore, 2023
Laboratorio dedicato ad adulti e adolescenti.
 

- ore 17:00 UN SORPRENDENTE DETECTIVE SEDICENNE Davide Longo, Il gioco della salamandra, Mondadori, 2024, in dialogo con Antonello Mura.


- ore 18:30 QUANDO IL LIBRO FONDA IL MITO
Anna Banti, Artemisia, a cura di Daniela Brogi, Mondadori, 2023, in dialogo con Ilaria Crotti.


CONTATTI:
SATURA Palazzo Stella
centro per la promozione e diffusione delle arti APS
Piazza Stella 5/1 - 16123 Genov
a

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA


Notte Europea dei Musei: Teatro antico, Padiglione della barca e Antiquarium

Sabato 18 maggio, con la Notte Europea dei Musei, un’intera giornata al Teatro, e quest’anno anche all’Antiquarium e al Padiglione della Barca

 



E’ recente la riapertura del Teatro Antico del Parco Archeologico di Ercolano e già sabato 18 maggio l’appuntamento raddoppia. Alla visita diurna, grazie alla Notte Europea dei Musei - apertura straordinaria serale di musei e siti archeologici al costo simbolico di 1 euro – si aggiunge l’apertura in orario notturno dalle ore 20.00 alle ore 22.00 al costo simbolico di 1 euro gratuità previste per legge. Ma il Parco quest’anno non solo raddoppia ma rilancia la sua offerta  con l’apertura anche del Padiglione della barca e dell’Antiquarium.

Giunta quest'anno alla ventesima edizione, la Nuit Européenne des Musées fa capo al Ministero della Cultura francese e beneficia del patrocinio del Consiglio d'Europa, dell'Unesco e dell'ICOM, con l'obiettivo di incentivare e promuovere la conoscenza del patrimonio e dell'identità culturale nazionale ed europea.

Il Teatro Antico potrà essere visitato

    Di giorno nei regolari turni di apertura 09:30, 10:30, 11:30, 14:30, 15:30, 16:30, - turni in lingua inglese alle ore 11.30 e 16.30), alle tariffe di
    5 € intero
    2 € ridotto per ragazzi con età compresa tra i 18 e i 25 anni.
    15 € cumulativo Parco+Teatro
    di notte nei tre turni di visita (20:00, 21:00, 22;00) con biglietto simbolico di 1 €, il percorso del teatro sarà accompagnato con informazioni in lingua italiana.


 

I gruppi per l’esplorazione dell’Antico Teatro saranno composti da 10 visitatori, che muniti di caschetto e torcia scenderanno per oltre venti metri sotto il materiale eruttivo attraverso le scale realizzate in età borbonica, alla scoperta della storia, da quella più antica che lo vide sede di opere messe in scena, al Settecento e Ottocento quando fu luogo scelto dai colti viaggiatori che giungevano a Napoli da ogni parte d’Europa,  divenendo tappa del Grand Tour, fino ai tempi più recenti come luogo di rifugio durante la Seconda Guerra Mondiale, conservando testimonianze in graffiti e dipinti per ognuna di queste epoche.

L’apertura straordinaria dell’Antiquarium e del Padiglione della Barca prevede ingresso e uscita esclusivamente dal cancello di Corso Resina, orari dalle ore 20:00 fino alle ore 23:00, con ultimo ingresso alle ore 22:30. L’accesso sarà permesso a massimo 600 visitatori, anche per questi siti biglietto di ingresso all’ulteriore costo simbolico di € 1,00 (eccetto le gratuità previste per legge).

La bigliettazione avverrà on line fino alle ore 18.00 del giorno dell’evento, e presso la biglietteria del Parco a partire dalle ore 19:30 del giorno dell'evento, fino a esaurimento posti.

Data la particolare convenienza, si raccomanda l’acquisto dei biglietti on line senza alcun costo aggiuntivo.

Evento organizzato nell’ambito del Piano di Valorizzazione 2024 del MiC.

 

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA


“Notte europea dei Musei”: aperti tutti i siti del Parco archeologico di Pompei con ingresso a 1 Euro.

Illuminazione color magenta della Casina dell’Aquila per la “Giornata Internazionale sulle patologie eosinofile”

 

 

 Sabato 18 maggio 2024, nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Ministero della Cultura, i siti del Parco archeologico di Pompei (Oplontis a Torre Annunziata, Villa Regina e Antiquarium a Boscoreale, Museo Libero d’Orsi e le Ville San Marco e Arianna a Castellammare di Stabia) saranno aperti in via straordinaria per la “Notte europea dei Musei” dalle ore 20.00 alle 23,00 (chiusura biglietterie ore 22.30). Il biglietto, dal costo di 1 euro (salvo gratuità ordinarie), è acquistabile sia sul sito www.ticketone.it che alle biglietterie dei vari siti. A Pompei sarà acquistabile presso la biglietteria di Piazza Anfiteatro oppure a Villa dei Misteri (solo pagamento cashless).

 




La Notte europea dei Musei coinvolge contemporaneamente i musei e le aree archeologiche di tutta Europa con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea in tutti i Paesi dell’Unione.

A Pompei sarà visitabile la Villa dei Misteri (con ingresso dalla Villa) e la mostra “L’altra Pompei” allestita alla Palestra Grande (con ingresso a Piazza Anfiteatro).

Durante la serata il Museo archeologico di Stabia “Libero D'Orsi” aprirà le porte dei depositi archeologici per consentire ai visitatori di apprezzare il nuovo allestimento oltre alle proposte previste nell'ambito della didattica museale.

 




Alla Villa di Oplontis sono previste visite tematiche in collaborazione con l'Archeoclub d'Italia aps-sede di Torre Annunziata "Mario Prosperi". Itinerari guidati (ai seguenti orari: 20:00, 20:30, 21:00, 21:30, 22:00), anche in lingua inglese, sul tema "Orfeo e gli altri personaggi mitologici nelle pitture e sculture della Villa di Poppea". Intermezzi musicali nell'atrio a cura dei musicisti Matteo Del Regno e Federico Striano che con piano e clarinetto completeranno il percorso culturale. Accoglienza dei visitatori a cura di ArevOd, rete di Ospitalità Diffusa per un Turismo di Qualità.


 

Il Parco Archeologico di Pompei, inoltre, nella stessa serata del 18 maggio – Giornata Internazionale sulle patologie eosinofile – illuminerà color magenta la Casina dell’Aquila, un edificio di fine '700 posto al centro dell'area archeologica degli Scavi di Pompei e visibile da strada. Un contributo simbolico che Pompei, luogo per eccellenza della storia e della memoria, intende porre in essere al fine di sottolineare l’importanza di far conoscere al grande pubblico queste rare patologie che purtroppo affliggono alcuni pazienti anche in Campania.

 




Sarà disponibile il servizio di navetta gratuita da Piazza Esedra per Villa dei Misteri, Villa Regina e Antiquarium di Boscoreale.

 

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA

DOPO 254 ANNI MOZART TORNA A «RISUONARE» IN TERRA DI LAVORO CON LA «PRIMAVERA MOZARTIANA» DELL’ASSOCIAZIONE ANNA JERVOLINO: si comincia domani 17 maggio ad Aversa

 PRIMAVERA

MOZARTIANA

17 MAGGIO | 30 GIUGNO

DOPO 254 ANNI MOZART TORNA A «RISUONARE» IN TERRA DI LAVORO CON LA «PRIMAVERA MOZARTIANA» DELL’ASSOCIAZIONE ANNA JERVOLINO


 

Guest star il violino Simon Zhu e l’oboe Hyun Jung Song. Cascio: «Un appuntamento unico l’incontro con i nostri musicisti»


 



CASERTA – Sarà Mozart ad animare la primavera musicale di Terra di Lavoro, e non solo. L’Orchestra da Camera di Caserta e l’Associazione Anna Jervolino strizzano l’occhio agli appassionati napoletani e campani e delle regioni vicine per il loro cartellone, che porta la musica classica e colta a prendere possesso di chiese e monumenti in tutta la provincia ma anche della Reggia di Caserta. Dalla Reggia di Caserta, la Primavera Mozartiana si spanderà “in Terra Laboris… sulla via di Mozart”: Aversa, Capua, Teano e Sessa Aurunca… ideale riproposizione della presenza di Mozart in Terra di Lavoro nel maggio 1770.

«E’ la strada principale per permettere alla musica d’incontrare un nuovo pubblico – spiega il maestro Antonino Cascio, direttore della «Primavera mozartiana» - ma anche agli appassionati di conoscere monumenti e chiese meno conosciute o non aperti al pubblico». Si comincia venerdì 17 con Paganini, perché va in scena alle venti nella chiesa di San Francesco ad Aversa con il violinista Simon Zhu, premio Paganini 2023. Il programma del concerto sarà infatti tutto basato su Paganini, Bach e Ysaye. Sarà una vera anteprima, mentre il primo concerto del cartellone è alla Reggia. La «Primavera mozartiana» ci accompagnerà infatti dal 17 maggio al 30 giugno, proponendo concerti in cinque location diverse: la Reggia di Caserta, Aversa, Teano, Sessa Aurunca e Capua, permettendo agli appassionati di conoscere luoghi di grande e immensa bellezza. Il secondo appuntamento è sabato 18 maggio nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta, con l’Orchestra da Camera di Caserta e Simon Zhu, per un concerto tutto ispirato a Mozart. Il terzo appuntamento è domenica mattina 19 maggio a Capua, alle 10.45, nella chiesa di San Domenico.

Venerdì 24 maggio si ritorna ad Aversa, nella chiesa di Sant’Antonio, alle 20, con Hyun Jung Son, oboe, premio International Oboe Competition of Japan 2023; e Giuseppe Rigliaco all’organo, con musiche di Durante, Haendel e Bach. Sabato 25 maggio alle 17.30 si ritorna alla Reggia di Caserta, nella Cappella Palatina, con l’Orchestra da Camera di Caserta e l’oboe di Hyun Jung Song. Domenica 26 maggio, invece, Hyun Jung Song si esibisce alle 10.45 nella Chiesa di San Domenico a Capua. «La primavera mozartiana – aggiunge Antonino Cascio – ricomincia poi a giugno, dal 14, con altri 10 concerti. La linea portante è far esibire nel Casertano nuovi esecutori indiscussi del genio di Salisburgo affiancandoli in maniera diversa in ogni concerto». Simon Zhu e Hyun Jung Song, inoltre, terranno due lezioni - concerto e masterclass per gli studenti della scuola media ad indirizzo musicale di Caiazzo e del Liceo Musicale di Vairano Patenora.

I concerti alla Reggia sono inseriti nel costo del biglietto del Palazzo reale e seguono le norme del Museo, mentre quelli nelle chiese e nei luoghi della provincia sono a ingresso libero.

 

COME DA COMUNICAZIONE RICEVUTA